Utente 294XXX
Buongiorno dottori.
Sono un ragazzo di 21 anni, premetto che soffro molto di ansia, e che ad ogni piccola cosa che mi succede, sto giorni e giorni a pensarci su, facendomi mille paranoie e terrorizzandomi da solo.
Ma veniamo al dunque, circa due settimane e mezzo fa appena mi sono svegliato, ho avvertito un forte dolore, che dalla bocca dello stomaco arrivava fino a dietro la schiena passando per tutta la zona toracica, si alleviava e poi tornava, tutto questo nel giro di una ventina di minuti. Il dolore poi é passato da solo e mi sono recato dal mio medico il quale mi ha segnato:
Analisi del sangue.
ECG e visita cardiologica.
Radiografia al torace.
Il cardiologo mi ha fatto la visita il giorno stesso, dicendomi che ho un cuore e un battito perfetto e ha pensato subito ad una gastrite. Due giorni dopo ho portato tutti i risultati al mio dottore, tutto negativo, dalla radiografia é uscita solo un pó di bronchite mal curata, che ho poi curato con una settimana di antibiotici. E il mio medico mi ha prescritto peptazol.
3 giorni fa peró mentre ero in macchina per lavoro, di niovo a stomaco vuoto come la prima volta risentoquel fastidioso dolore identico e un pó piú forte, preso dal panico corro al pronto soccorso, nel mmentre che aspettavo per fare la visita il dolore é passato niovamente da solo. Il dottore del ps. Mi ha visitato e mi ha cambiato cura invece di peptazol mi ha dato nexium 4mg una compressa al giorno e gadral 800mg 3 volte al giorno consigliandomi anche lui una gastroscopia.
Il punto é che ho paura non si tratti dello stomaco perché so che i sintomi dell infarto sono quasi gli stessi e ho un ansia tremenda, ci penso sempre e non riesco a vivere come vorrei.
Ho paura che torni sempre quel dolore che ho provato solo quelle due volte. Cosa devo fare? Posso stare tranquillo?

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
A 22 anni è molto piu probabile che abbia un prolema gastro esofageo che un problema anginoso.
Mi pare opportuno chelei esegua una gastroscopia
Arrivederci
Cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 294XXX

Buongiorno dottore e grazie mille per la rispos a.
Mi sono dimenticato di scrivere anche che in questi giorni mi swmbra di avere anche tantissima aria nello stomaco, infatti mi viene tutto il giorno da "ruttare". Oltre a questo in quei due episodi di dolore che ho raccontato ho avuto anche diarrea, che ogni tanto continuo ad avere anche senza dolore ma soltanto la mattina.
Sono tutti sintomi riconducibili ad un problema di tipo gastro esofageo?
Scusi dottore per le mie domande ma vorrei tranquillizzarmi un pó su questi sintomi, il dolore che ho provato quelle due volte é stato molto forte e mi ha spaventato parecchio.
Grazie mille di nuovo.

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Mi oare che lei stesso abbia fatto diafnosi di un problema gastrico.
Eruttazioni etc ne sonola conferma.
Esegua l same consigliato
Arrivederci
Cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 294XXX

Quindi la mia é una paura priva di fondamenta, dipende tutto dall'ansia giusto?
Vorrei sapere anche il parere dei medici nella sezione di gastroenterologia, riapro la discussione anche lí, o potete fare qualcosa voi? Grazie mille.

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Le ho spostato la sua domanda in gastroenterologia, come da lei richiesto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Non posso che concordare con i consigli del dr. Cecchini,
appaiono sintomi legati al reflusso gastroesofageo,
la gastroscopia è una indagine utile e dirimente.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#7] dopo  
Utente 294XXX

Grazie mille dottori mi siete stati molto d'aiuto.
Saró sincero la mia paura derivava dal fatto che non ho avuto veri e propri "periodo" di mal di stomaco persistente, quei due soltanto sono stati episodi di forte dolore che é durato non so una quindicina di minuti all'incirca. Per il resto solo un pó di fastidio come quando si ha fame, anche perché sfo mangiando meno di prima e soprattutto in bianco per evitare ulteriori danni.
Sono normali questi dolori che durano un tot poi passano da soli?
Questa é la mia ultima domanda scusate la mia insistenza, cerco di tranquillizzarmi il piú possibile.
Stanattina ho prenotato la gastroscopia comunque.
Grazie ancora.
Giuseppe.

[#8]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Quanto lei descrive rientra negli ambiti della variabilità sintomatologica della patologia reflussoria.

Condivido la sua decisione di effettuare la gastroscopia.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#9] dopo  
Utente 294XXX

Grazie mille é stato gentilissimo.
In ogni caso posso escludere problemi al cuore dopo che esami del sangue, ECG, visita cardiologica e radiografia al torace sono stati negativi vero?

[#10]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Direi che l'evidenza parla da sè.

Cordialità
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#11] dopo  
Utente 294XXX

Grazie ancora. Le faró sapere l'esito della gastroscopia.

[#12] dopo  
Utente 294XXX

Avevo paura potesse essere infarto... anche se lieve... non si manifesta con i stessi sintomi che ho provato io?
Peró facendo l ecg e la visita il cardiologo se ne sarebbe accorto? L'ho fatta il giorno stesso che ho sentito quel dolore, anche la pressione era apposto. Peró non ho fatto l ecg sotto sforzo.

[#13]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Ascolti, se lei continua a porre le stesse domande ricevera' le stesse risposte. Si il Colega Gatroenterologo che io le abbiamo consigliato la gastroscopia: la esegua e poi ci ricontatti.
Arrivederci
cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#14] dopo  
Utente 294XXX

Mi scusi dottore é che ho paura, sono molto ansioso.

[#15] dopo  
Utente 294XXX

Appena di ritorno dalla gastroscopia, il risultato è il seguente:
Esofago: Normale il calibro del lume. Piccola ernia iatale da scivolamento con esofagite di grado "A" del 1/3 distale.

Stomaco: Ristagno limpido. Non lesioni macroscopiche di rilievo a carico della mucosa del fondo, corpo ad antro.
Piloro normale. In retrovisione si conferma l'incontinenza cardiale.
Nulla al duodeno fino alla II porzione.

E il dottore che mi ha fatto l'esame mi ha detto che quei due episodi di dolore forte sono stati causati soprattutto dall'ansia.
Tanto è vero che sono entrato li per fare la gastro che avevo un ansia tremenda, e ho risentito il dolore di stomaco fino alla schiena fortissimo, una volta sedato quando mi sono risvegliato il dolore era sparito.
Questo potrebbe esserne la conferma giusto?

[#16]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
E' proprio così,
le dirò inoltre che l'ansia può peggiorare la sintomatologia reflussoria.

Cordiali Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#17] dopo  
Utente 294XXX

Grazie della risposta dottore,
Il dottore che mi ha fatto l esame mi ha detto di continuare nexium e gadral per almeno 40 giorni... ma dopo quanto si vedono i primi risultati con questa cura dottore?

[#18]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
7-10 giorni almeno.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#19] dopo  
Utente 294XXX

Ok grazie mille. Comunque abbiamo capito che il problema maggiore dei dolori che mi hanno spaventato son colpa al 90% dell'ansia... Quondi vedo di stare tranquillo intanto e continuare lecure... senza cercare piú nulla su internet che mi mette addosso ulteriore ansia.
Vi ringrazio tutti per aver risposto ad ogni mio quesito, e ad avermi "sopportato" dopo avervi assillato con mille domande tutt uguali.
Salve e buona serata dottori.
Giuseppe.

[#20]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Buona serata a lei.

Auguroni
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#21] dopo  
Utente 294XXX

Gentili dottori.
Sto continuando con la cura di nexium e gadral, dolore forte allo stomaco e retrosternale non ne ho sentito questi giorni, mala diarrea un giorno su 3 ce l ho sempre la mattina, alternata anche a giorni cheho invece feci dure. Cosa potrebbe essere? Le pasticche che sto prendendo? Oppure anche questi episodi di diarrea possono essere legati alla forte ansia?
Mi consigliate di fare altri esami per indagare su questo sintomo o di stare tranquillo ed aspettare?Grazie.

[#22]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Stia tranquillo ... si tratta di un bel pò di ansia.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#23] dopo  
Utente 294XXX

Buongiorno gentili dottori scrivo di nuovo, per chiedere un parere a voi.Dopo una settimana apparentemente calma, ieri mentre stavo in macchina con un mio amico, inizio a pensare a cose brutte, e mi torna in mente quel dolore forte che gia mi ha preso diversevolte dallo stomaco fino alla schiena, pensandoci mi é tornato, pian piano sempre piu forte, sono entrato nel panico e sono andato al ps. Ma appena sceso dalla macchina per entrare al ps.il dolore é passato da solo. Puó l ansia causare un dolore del genere? Ho paura che questi episodi possano essere legati al cuore, tipo piccoli infarti. Puó essere? 

[#24] dopo  
Utente 294XXX

La mia domanda é: gli infarti lasciano tracce? Cioé si vede dalle analisi del sangue o da ecg e visita cardiologica ecc ecc? Se si posso stare tranquillo visto che é stato tutto negativo e mi metto l anima in pace... magari se puó rispondere un cardiologo.
Grazie mille. Gentilissimi.

[#25]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Guardi, qualsiasi cosa io le dicessi non la tranquillizzerebbe e pertanto smetto di risponderle, dato che è il 24 esimo post che scriviamo.
Spero che lei non intasi piu il pronto soccorso per delle cretinate del genere.
Con questo la saluto
Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza