Utente 153XXX
salve.da qualche mese ho problemi di sanguinamento rettale e tenesmo per cui mi sono sottoposta a visita gastroenterologica, a cui è seguita una terapia di asacol supposte in attesa di fare la rettosigmoidoscopia, ma quest esame non è stato eseguito perché era agosto e non c erano posti liberi dal gastroenterologo che mi segue -che sospetta si tratti di rcu -quindi sono ritornata nella mia regione per le vacanze estive,durante le quali nonostante le supposte di asacol il sangue non accennava a diminuire anzi aumentava, allora preoccupata mi sono rivolta al pronto soccorso ,e a seguito di una visita proctologica con esplorazione rettale anoscopio ecc. la diagnosi è stata proctite acuta ,prescrizione pentacol 800 3 compresse al giorno e clismi di pentacol e topster, per un mese, dopo il quale dovrei fare la colonscopia.ho iniziato a prendere il pentacol e ho notato subito miglioramenti.
pochi giorni dopo questo fatto sono rientrata dalle vacanze e ho aggiornato il mio gastroenterologo ,e lui mi ha consigliato di cambiare terapia e prendere mesavancol 1,2 , due compresse al mattino e due la sera, e una supposte di asacol la sera prima di dormire , e dopo un mese fare la colonscopia.
ma non capisco che differenza c'è tra le due? posso continuare la prima terapia(ormai ho comprato tutte le medicine spendendo molti soldi perché non ho ancora certificati per l esenzione) o è rischioso? il gastroenterologo (che è specializzato in ibd) ha detto che mesavancol si scioglie più distalmente rispetto al pentacol e nel mio caso sarebbe meglio, e che il topster è meglio aspettare ,magari può servire in futuro...
non so proprio cosa fare !

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Penso che occorra prima fare la diagnosi.
Le sono state praticate biopsie?

Non esiste la "specializzazione in IBD".

Entrambi i farmaci diffondono nel colon.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente 153XXX

Grazie per la risposta dr Quatraro ,comunque no non è stata fatta nessuna biopsia,perché la colonscopia è stata rimandata tra un mese. Mi sono espressa male ,intendevo dire che si occupa prevalentemente di malattie infiammatorie intestinali.

[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Direi che il suo caso avrebbe meritato una definizione diagnostica istologica,
... prima di pensare alle IBD!
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente 153XXX

ma per fare la diagnosi istologica si deve fare la colonscopia vero? entrambi i medici consultati mi hanno detto che al momento non era possibile per via dell'infiammazione, e verrà fatta al termine del mese di terapia !per ora ho fatto solo le analisi del sangue ,e sto prendendo pentacol 800 3 volte al giorno e una supposta di mesalazina la sera e la situazione sembra un po migliorata ma non posso dire di stare bene.

[#5] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Le biopsie possono essere eseguite anche in corso di rettoscopia.

Proprio la presenza di infiammazione mucosa obbliga ad eseguire i prelievi biotici.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it