Sospetta sindrome compasso mesenterico

Gentile dottore, scrivo per avere piu informazioni riguardo alla sindrome del compasso mesenterico. Da circa 4 anni soffro di un particolare mal di stomaco,particolare perche' i sintomi non mi pare corrispondano a nessuna malattia effettiva dello stomaco. Il primo episodio mi e' capitato circa 4 anni fa .Questo malessere mi viene ancora adesso e si presenta cosi: all'inizio sento come un fastidio /malessere che si puo localizzare nella parte alta dello stomaco ..questo dolore diventa sempre piu forte e invade anche la zona piu in basso arrivando sopra l'ombelico...qui il dolore e' fortissimo ,non so in che posizione mettermi:le uniche posizioni che alleviano un pochino sono la posizione con ginocchia sul petto distesa di lato..in piedi invece mi viene un senso di nausea strano ( non e' una nausea esplicita come quando si mangia pesce andato a male o si ha l'influenza).ora questo dolore impressionante dura anche per 5,6 ore fino a che non vomito parecchie volte (6,7 circa)..ad ogni rigetto il dolore aumenta e non molla e alla fine all'ultimo degli innumerevoli rigetti tutto mi passa in 5 minuti dopo i quali mi sento una persona nuova. Le uniche tracce che restano sono dei dolori interni( come ammaccature) che prendono tutto il ventre fino alla pancia e che risultano dolorosi solo camminando ,starnutendo o tossendo .
La cosa particolare e' che nel momento in cui mi inizia il malessere vago nella parte alta che poi si acutizza, io non riesco a "prevedere" se il dolore smettera' in mezz'ora,continuera' due ore senza provocare vomito ma "solo" dolore forte,oppure si concretizzera' ulteriormente invadendo anche la parte fino all'ombelico e facendomi per forza vomitare(vomitare poi dopo delle ore..il vomito non e' immediato). Naturalmente in passato mi sono rivolta ad un gastroenterologo che mi ha detto che l'unica cosa da fare era la gastroscopia ..ma io essendo piccola(14 anni) e vedendo che in certi periodi anche lunghi( mesi ) non mi veniva nulla , ho lasciato perdere. Ho fatto male probabilmente.Pero' negli ultimi tempi,dopo un periodo di totale assenza di questo problema ( 4 mesi circa) e dopo solo sporadici episodi di mal di stomaco che duravano dai dieci minuti alla mezz'ora senza affatto terminare con il vomito ,ho avuto ancora due episodi (con distanza un mesetto uno dall'altro)entrambi molto dolorosi ,che hanno durato ore e terminato dopo molto vomito. Cosi pochi giorni fa ho fatto una gastroscopia e il medico dopo aver sentito i miei sintomi ha ipotizzato questa sindrome del compasso mesenterico ha detto comunque che mi vuole seguire e visitare quando ho queste crisi e fare dei raggi.La gastroscopia ha evidenziato solo un po di reflusso duodeno gastrico e una piccola ernia..il dottore pero vuole vederci piu chiaro .Per lui i miei sintomi non sono dovuti a cio. Queste crisi di stomaco vengo indipendentemente dal cibo ,possono venire a qualsiasi ora e a distanza dai pasti e anche a stomaco vuoto.Ringrazio molto per l'eventuale risposta
[#1]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 516 63
In effetti potrebbe trattarsi di semplice reflusso,
misto a turbe funzionali e meteorismo del suo intestino.
La sindrome da lei citata è piuttosto rara,
nè la sua storia appare tipica.

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2]
dopo
Attivo dal 2014 al 2018
Ex utente
La ringrazio per la risposta. Il mio gastroenterologo pero vuole indagare e francamente spero possa risolvere il mio problema .

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio