Utente
Gentili dottori, circa tre settimane fa ho avuto un episodio di dolori acuti alla spalla sinistra, particolarmente intensi all'atto di una ispirazione profonda, sulle prime ho pensato ad un problema all'articolazione ma verso sera ho realizzato che il dolore aveva orgine nell'ipocondrio sinistro, si irradiava alla spalla e aumentava con i pasti.
Dopo due giorni di dolore acuto e praticamente continuo, la sintomatologia si è andata allegerendo. Per altri due giorni i dolori si sono fatti sentire solo dopo i pasti ma di minore intensità e durata (nel senso che nel giro di un'ora si risolvevano). E infine sono particamente spariti. Ora sembrano dipendere un po' dalla quantità più che dal tipo di cibo ingerito. Alcuni giorni non ho assolutamente problemi altri giorni ho un dolore minimo sempre sulla spalla inspirando profondamente e altri giorni sento anche il dolore al fianco. Ho fatto una ecografia completa all'addome dove non risulta niente a carico di milza, fegato, pancreas, prostata, reni, etc
Il medico che ha eseguito l'ecografia mi ha suggerito di rivolgermi a un gastro-enterologo nel caso i dolori tornassero in maniera acuta. Sono un persona molto ansiosa e ho sempre "sofferto" di borborigmi. Questo tipo di dolore l'avevo già accusato in passato in concomitanza di grandi abbuffate ma di solito si risolveva in pochissimo tempo per cui non gli ho dato mai un gran peso. Come dovrei muovermi? Esami del sangue particolari?
Quelli "standard" li ho fatti poco tempo fa (luglio) ed era tutto nella norma. Devo attendere un altro episodio acuto o comunque conviene consultare subito un gastro-enterologo? Che tipo di collegamenti ci possono essere tra problemi a carico stomaco/colon e spalla sinistra? Il dolore alla spalla sembra localizzato all'interno tra la punta della spalla e la clavicola. Il dolore all'ipocondrio sinistro (quando lo sento, a volte sento solo la spalla) sembra invece molto spostato a sinistra sul fianco. Resto in attesa di una vostra cortese risposta. Grazie per l'attenzione.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Potrebbe trattarsi di forte meteorismo intestinale con sollevamento del diaframma. Ne parli con un gastroenterologo..


Cordialmente


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Intanto grazie per la pronta risposta. Dalla ecografia non è possibile vedere il sollevamento del diaframma o le cause che lo determinano?
Dovrei fare un RX al torace? magari sarebbe utile andare dal gastroenterologo con già in mano questo tipo di esame o con degli esami del sangue specifici. Se la causa fosse il meteorismo ci sono dei cibi che dovrei assolutamente evitare? Mi scusi per le mille domande ma il dolore se ne era andato e ora che è tornato mi sto preoccupando un po'.
Saluti

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Mi farei prima visitare dal gastroenterologo, mentre per il meteorismo le allego un articolo:

https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/1858-pancia-gonfia-colon-irritabile-la-dieta-fodmap-puo-essere-una-soluzione.html



Saluti

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Grazie per il link mi leggo subito tutto anche se mi domando, con il meteorismo non si dovrebbe comunque avvertire una sensazione di gonfiore alla pancia? Io ho solo borborigmi anche se a volte abbastanza intensi.

Nel frattempo il mio medico mi ha fatto fare una RX al torace che non ha evidenziato niente. La curva del diaframma nella parte sinistra a me sembra abbastanza diversa da quella a destra ma sul referto non viene nemmeno citato il diaframma e il mio medico ha detto che si è un po' sopraelevato ma secondo lui non tanto da giustificare il dolore.

Mi ha fatto fare anche degli esami del sangue:

Risultano nel range di riferimento:
Glicemia
Transaminasi Glut.Ossalacetica
Transaminasi Glut.Piruvica
Gammaglutamiltranspeptidasi
Fosfatasi Alcalina
Amilasi
Lipasi
Emocromo
VES (3)

Nella formula Leucocitaria:
ESINOFILI 6.3 (li ho sempre avuti leggermente alti)
tutto il resto è nel range.

Leggermente fuori Range:
Bilirubina Totale 1,37
Bilirubina Diretta 0,38
Bilirubina Indiretta 0,99
Anche la bilirubina indiretta leggermente alta me la porto dietro da sempre.

Per il resto i dolori al momento sono quasi spariti ma c'è da dire che sto seguendo una dieta ferrea. Praticamente solo Riso Integrale e Carne Bianca.

Entro la settimana prossima dovrei riuscire a farmi visitare da un gastroenterologo.

Grazie di nuovo.

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Il dislivello del diaframma é del tutto normale ...



Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it