Utente
Gentilissimo Dottore, sono un ragazzo di 23 anni e volevo chiederLe un consulto per quanto riguarda la mia malattia: RCU. Il tratto interessato è quello riferito agli ultimi dieci cm del retto. Soffro di questa malattia da più di tre anni e la mia terapia è iniziata con una cura di Mesalazina che però si è dimostrata inefficace. Un lieve miglioramento si otteneva solo in seguito a trattamento con Cortisone (Clipper e Deltacortene) ma ovviamente non potevo andare troppo avanti con questa cura per i gravi effetti collaterali di tale categoria farmaceutica (infatti sono stato vittima dei diversi effetti collaterali che non sto qui ad esporle). Ma con la terapia corticosteroidea la malattia è andata in remissione e per mantenere tale stato e sospendere quindi il cortisone, ho iniziato una cura di Azatioprina che prendo ormai da un anno, a cui però sono costretto ad associare un clistere di asavixin 2g ogni giorno, alle volte (quando si riaccende la malattia) “arricchito” con una fiala di Urbason da 20mg (o da 40mg dipende dai casi). Ora le mie richieste sono diverse: tutti questi farmaci non potrebbero esseri nella loro totalità più dannosi che benefici per il mio organismo? Perchè sono costretto a fare la terapia con il clistere (che a volte non riesco a fare)?Non potrei sostituire quest’ultimo con 2 supposte di Asavixin 1g (dato che la somministrazione è sempre locale ma per me di più facile praticità)?L’Azatioprina come immunosoppressore somministrata a lungo termine non può comportarmi una diminuita efficacia di tutto il sistema immunitario, dato che l’assumo per os?Inoltre faccio analisi del sangue periodiche da un bel po’ di tempo ed ogni analisi trovo i seguenti valori alterati:
Eritrociti: 4.650.000 mmc
MCV:101,0 fL
MCH:32,4 pg
Eosinofili 5,3% (i valori numerici sono riferiti ai risultati più recenti ma comunque tali parametri si sono sempre discostati dal range di riferimento da molto molto tempo)
Tali valori secondo Lei possono essere giustificati da una carenza di vit. B12?Se sì cosa può comportarmi questa carenza e cosa devo fare per ristabilirne i valori?Io prendo anche da più di un anno il Lonsaprazolo che ho iniziato insieme con il cortisone ma non mai eliminato dalla mia terapia dato che ogni volta che ci provavo avevo mal di stomaco (bruciore e dolori tipo esofagite); perché anche questi dolori allo stomaco?tale farmaco può essere la causa della carenza di vit. B12?E infine a cosa può essere dovuta la RCU, stress, fattori psicologici, attacco autoimmune?La ringrazio tantissimo anticipatamente e mi dispiace averLa pressato con tutte queste domande ma sono tre anni che non riesco a stare tranquillo!!Le auguro una Buona Giornata e delle serene vacanze, Cordiali saluti, Pietro!

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
la sua storia e' abbastanza classica, la causa della colite ulcerosa e' sostanzialmente ignota, la terapia deve essere modulata nel tempo e spesso per tutta la vita.Sicuramente tutti i farmaci hanno effetti collaterali, tuttavia il rapporto vantaggisvantaggio della loro assunzione deve essere a favore dei vantaggi. Auguri!
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it