Utente 807XXX
Gentili Dott.ri, scrivo per aver un parere sui miei sintomi. Secondo il mio medico è colon irritabile ma io non sto tanto tranquillo. Ho 35 anni e non fumo. In pratica:

1) Sensazione di dover defecare e di non completo svuotamento
2) Ogni tanto gonfiore allo stomaco
3) Alle volte pesantezza nelle digestione
4) Meteorismo
5) Leggera sensazione di calore anale dopo le defecazione
6) Sporadicamente sento l'intestino borbottare
7) Nessun sanguinamento visibile a occhio nudo
8) Sensazione di dover andare di corsa in bagno (sensazione che scompare magari nel giro di 1/2 minuti)

Altre informazioni:

1) Niente diarrea/stipsi
2) La prima defecazione al mattino risulta essere regolare come forma e colore
3) Le successive sono già più sfatte e a volte maleodoranti tipo acido (questo sintomi è comparso da ieri)
4) Altre volte invece stimoli alla defecazione seguiti da flatulenza
5) Non ho dolori di nessun genere
6) I sintomi peggiorano con l'assunzione di fibre e cibi elaborati
7) Ho sofferto di emorroidi esterne tempo passato
8) Nessun dimagrimento o perdita di forze

Ho sempre sofferto di questi sintomi a periodi alterni (anche anni/mesi). Ora però mi sembra che questa volta siano più difficili a passare. Per questo mi sto iniziando a preoccupare di qualcosa di serio.

Supponendo che fosse colon irritabile volevo anche chiedere se questo può portare ad un fastidio a livello lombo sacrale. Tipo mal di schiena. Ripeto fastidio non dolore. Scrivo questo perchè se ci penso in effetti anche in passato tutte le volte che si presentava questo fastidio nella defecazione avvertivo anche questo "dolorino" nella zona lombo sacrale.

Grazie per la cortese disponibilità.

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Anche a me pare colon irritabile.La lombalgia forse ha altra origine.Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente 807XXX

Gentile Dott.re Favara, stamattina ho fatto una visita proctologica. A seguito della visita sia tramite dito che tramite proctoscopio (lungo circa 10 cm) mi ha detto che è tutto ok. Niente sangue, niente emorroidi o problemi di altra natura. Mi ha consigliato un gastrenterologo che contatterò oggi stesso. Dai sintomi che gli ho descritto secondo lui è una intolleranza alimentare.

Detto questo nell'ultimo periodo lo stimolo era poco o nulla presente. Alla mattina bevo The deteinato e biscotti senza glutine. Direi che sto meglio. Stamattina però complice una serie di cose ho fatto colazione con latte, orzo solubile e fiocchi di riso e frumento integrali.

Dopo circa 1 ora e mezza ho avuto uno stimolo impellente e ho defecato feci molle, direi sfatte e dall'odore acido. Colore uniforme. Ho pensato che poteva essere il latte, ma ieri mattina avevo fatto colazione con cappuccino d'orzo e brioche (ero al bar) ma non è successo niente. Insomma fatico a capire cosa mi faccia male.

Mi sono fatto questa idea: sono intollerante a qualcosa per cui le feci poi risultano acide e quando passano nel tratto finale mi irritano e mi rimane quella sensazione di stimolo. In effetti passata qualche ora lo stimolo lentamente passa. Questa è un'idea che mi è balenata nell'ultime ore. Anche perchè se mangio riso, patate e carote il sintomo è minore.

Sinceramente dopo la visita sono più tranquillo. Mi ha detto di stare tranquillo che non ho brutte malattie. Devo solo trovare un equilibrio.

Lei cosa ne pensa?

Ps:come sempre sono assenti dolori, stipsi, diarrea o altri sintomi.

Grazie.

Buona giornata.

[#3]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Molto bene. Credo possa essere colon irritabile. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#4] dopo  
Utente 807XXX

Gentile Dott.re Favara torno a scrivere dopo aver fatto una serie di esami e una visita proctologica. Allora la visita è andata bene. Prima con il dito e in seguito con uno strumento cilindrico di circa 10 cm. Nulla da segnalare.

Gli esami del sangue sono questi:

http://digidownload.libero.it/tascanet/file1

http://digidownload.libero.it/tascanet/file2

http://digidownload.libero.it/tascanet/file3

Sembrerebbe che tutto vada bene ma è successo una cosa che mi ha messo in allarme. Ora Le spiego. Prima di domenica 15 marzo la situazione era stabile. Alla mattina facevo feci a salsicciotto. Durante il giorno ogni tanto si presentava flatulenza e meteorismo. Diciamo un pò come Le avevo scritto nei post precedenti.

Domenica sera, complice una cena a casa dei miei, ho mangiato una pizza con tonno, stracchino e acciughe. Di dolce ho mangiato il tiramisù. Ecco da lì si è aperto l'inferno.

Il giorno dopo (lunedì 16) stimolo con forti bruciori anali quando andavo di corpo. Feci molto molli e maleodoranti. Ho pensato fosse complice la cena della sera precedente. Ho quindi mangiato riso in bianco a pranzo, banana nel pomeriggio e patate e carote bollite la sera. Sensazione di tenesmo e di intestino irritato molto presente.

Martedì 17 faccio colazione con The deteinato e fette biscottate. Vado al bagno con 3/4 pezzi di feci compatte. Assenza di bruciore anale. Esco e vado al lavoro. Complice forse il freddo mi arriva una colica tipo diarrea e faccio feci esplosive. Sfatte, molli e con pezzetti arancioni (le carote della sera prima). Pranzo con riso in bianco, merenda con banana e cena con petti di pollo e carote. Scarsa flatulenza e gonfiore. Nessun bruciore anale durante l'evacuazione. Sensazione di tenesmo e di intestino irritato leggermente presente.

Mercoledì 18 faccio colazione con bevanda di riso e biscotti senza glutine. Pranzo con riso bollito e un pò di spinaci bolliti e frullati. Merenda con mele bollite e cena con bresaola e pezzi di grana e pane ai 5 cereali. In quella giornata non sono andato in bagno. Scarsa flatulenza e gonfiore. Sensazione di tenesmo e di intestino irritato quasi nulla.

Giovedì 19. Mi sveglio alle 6:30 con la speranza di andare in bagno e vedere il classico salsicciotto. Purtroppo mi arriva una piccola colica (come quella di martedì) e faccio diarrea praticamente liquida (poco ci mancava). Feci sfibrate e di color verde (gli spinaci del giorno prima a pranzo). Faccio quindi colazione con latte di riso e biscotti senza glutine. Arrivo al lavoro e faccio un altra scarica di feci molle vicino ad essere liquide. Un pò di flatulenza. Gonfiore pronunciato ritornato dopo due giorni di assenza. Bruciore anale leggero durante la prima evacuazione. Sensazione di tenesmo e di intestino irritato leggermente presente.

Le mi domande sono:

1) possibile che la situazione da stabile dopo la cena di domenica (pizza, coca cola e tiramisù) è praticamente crollata?

2) i miei sintomi sono riconducibili a qualcosa di grave? Un tumore all'intestino può presentare queste caratteristiche?

3) in questi anni ho sempre sofferto di problemi simili ma mai avevo avuto un episodio di diarrea liquida. Sempre e comunque feci molli.

4) Ho la visita il 31 marzo dal gastrenterologo. Da domani inizio a raccogliere le feci per il sangue occulto. Oltre a questo che esami del sangue/altri posso fare? Non voglio arrivare lì a mani vuote.

5) cosa ha causato un forte bruciore durante l'evaquazione di lunedì e praticamente nulla negli altri giorni. Eppure la visita proctogica era andata bene.

6) gli esami del sangue sono del 10 febbraio. Devo ripeterli?

Sono davvero demotivato. Sembra un incubo da cui non riesco ad uscire. L'unica cosa che mi da sollievo è almeno la mancanza di dolori anali e addominali. Concludo dicendo che bevo 1,5 litri di acqua al giorno. Ho 36 anni e non fumo.

Grazie per la disponibilità.

Cordiali saluti