Attivo dal 2014 al 2015
Buonasera cari medici. Da molti anni soffro di disturbi lievi, gonfiori, flatulenze, mal di stomaco e pancia... bollati sempre come colon irritabile, piu gastrite esofagite e ernia iatale diagnosticati ormai da anni con gastroscopia. ho sempre seguito un'alimentazione sballata, o meglio ho un'alimentazione corretta con sughi leggeri, verdure, carni ma molti dolci. Da un anno e mezzo soffro di feci molli (1volta al giorno), alcune volte feci dure, gonfioripeso ostante allo stomaco. i lucen 40 mg mi aiutano relativamente. gli altri farmaci duspatl debridat non mi aiutano per niente. solo due cose giovano: eliminare cibi pasticciati (dolci, fritti) allora mi passa o si attenua il mal di pancia e la diarrea e normix e spasmomen che mi fanno passare sia le feci molli o diarrea che i crampi addominali. ho effettuato una ecoaddominale negativa, una rettoscopia negativa ( eccetto piccole emorroidi congeste) colonscopia solo lieve eriteme del sigma aspecifico e gastroscopia che segnala ancora una volta ernia iatale.lieve gastrite e lieve esofagite. viene pratiata biopsia. oggi ho ricevuto l'esito. mucosa gastrica tipo antro:gastrite cronica minima in assenza di H.pylori. Framento di mucosa duodenale (in parte disepitelizzato... e questo mi spaventa... significa qualcosa di precanceroso?),villi distorti, edema,congestione, ed infiltrato infiammatorio prevalentemente cronico a carico dell'interstizio. l'immunocolorazione ha mostrato focale ma significativo esocitosi linfocitaria intraepiteliale. che non escluse la possibilita di un malassorbimento da valutare alla luce dei dati clinico laboratoristici endoscopici. c'è da dire che da anni ma soprattuto nell'ultimo anno ho preso molto lucen 40mg ( per mesi) e ho letto che un uso cronico favoriscono la crescita linfocitaria? e vero? gli esami di laboratorio li ho eseguiti un anno fa. ma ho le idee confuse. il medico mi ha fatto eseguire le immunoglobuline igA che erano 195 (valori di riferimento 90-450), e glio anticorpi anti trans-glutamina che erano a 0.2 quindi risultato negativo. nel 2008 ho ritrovato anche un anti enodmisio negativo. io credo che questi esami non siano correetti. il mio medico non sa indicarmi gli esami precisi da fare mi ha detto solo di rifarli tutti e 3. gradirei una delucidazione. che esami dovrei effettuare? che significato ha la biopsia? sono 15 mesi che sto maluccio e vorrei almeno capire se e celiachia e iniziare una dieta o semplice colon irritabile. ho perso 3/4 chili ma ho ridotto dratsicamente dolci e grassi, ionoltre da anni ho la ferritina molto bassa (6/8 che sale solo fino a 18 conterapia marziale che tra l'aktro dopo le analisi dovrò riprendere) grazie mille e spero che mi aiutiate a fare un po di chiarezza

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Nulla di precanceroso, nessuna Celiachia ma solo una duodenite aspecifica.

Leggendo il suo racconto,
con i limiti della distanza,
mi sento di concordare con la diagnosi di colon irritabile.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Nessuna celiachia. Propenderei per un colon irritabile.

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#3] dopo  
Attivo dal 2014 al 2015
Dottori, grazie mille ma la biopsia dice: Framento di mucosa duodenale disepitelizzato,villi distorti, edema,congestione, ed infiltrato infiammatorio prevalentemente cronico a carico dell'interstizio l'immunocolorazione ha mostrato focale ma significativo esocitosi linfocitaria intraepiteliale. che non escluse la possibilita di un malassorbimento da valutare alla luce dei dati clinico laboratoristici endoscopici. quindi ora cosa devo fare? devo ignorare il tutto e continuare a mangiare? quali esami sierologici devo fare per la celiachia? sulla biopsia c'è scritto da valutare sulla base dei dati laboratoristici... quali esami di laboratorio dovrei fare, gentili dottori? grazie ancora

[#4]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Deve, se vuole, ripetere gli esami già fatti:
AGA, EMA, AtTG.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#5] dopo  
Attivo dal 2014 al 2015
grazie dottore! io purtroppo non ho fatto tutte queste. il gastroenterologo mi hai fatto fare solo immunoglobuline IgA e anticorpi anti trans-glutamina.e non c'erano problemi. a questo punto credo che i risultati non saranno nella norma visto che la biopsia e positiva. ho telefonato un mio amico medico che mi ha indicato gli esami da fare: anticorpi transglutaminasi IgG e igA, anticorpi antigliadina igA e igG ( che non ho mai fatto ahimè) , anticorpi antiendomisio, immunoglobuline igA e Igg. è corretto? mi sembra che lei non mi abbia indicato queste immunoglobuline iga e igg.. cosa sono, se posso permettermi ancora di disturbarla? Ps aggiungo che oltre a carenza di ferritina 2 settimane fa ho fatto anche un prelievo per vitamiba b12 e acido folico. la vitamina b12 e nella norma ma l'acido folico è 2,7 ( valori di riferimento 3-17) , mentre 3anni fa era a5,83 qundi nella norma. penso che anche questo possa essere segno di celiachia vero?

[#6] dopo  
Attivo dal 2014 al 2015
grazie dottore! io purtroppo non ho fatto tutte queste. il gastroenterologo mi hai fatto fare solo immunoglobuline IgA e anticorpi anti trans-glutamina.e non c'erano problemi. a questo punto credo che i risultati non saranno nella norma visto che la biopsia e positiva. ho telefonato un mio amico medico che mi ha indicato gli esami da fare: anticorpi transglutaminasi IgG e igA, anticorpi antigliadina igA e igG ( che non ho mai fatto ahimè) , anticorpi antiendomisio, immunoglobuline igA e Igg. è corretto? mi sembra che lei non mi abbia indicato queste immunoglobuline iga e igg.. cosa sono, se posso permettermi ancora di disturbarla? Ps aggiungo che oltre a carenza di ferritina 2 settimane fa ho fatto anche un prelievo per vitamina b12 e acido folico. la vitamina b12 e nella norma ma l'acido folico è 2,7 ( valori di riferimento 3-17) , mentre 3anni fa era a5,83 qundi nella norma. penso che anche questo possa essere segno di celiachia vero? poi non capisco una cosa... sulel analisi che ho fatto io lo scorso anno quando è comicniata la diarrea c'e scritto solo anticorpi anti trans glutamina.. ma non c'è una distinzione fra IgA igG? non si fanno entrambi gli esami? perche a me e stato prescritto solo uno e poi anche le immunoglobuline igA? gradirei tanto una risposta da lei dottore perchè mi sembra che ovunque mi rivolga non riesco a trovare risposte.. tra una settimana torno a casa e farò tutti gli esami. nel frattempo però sono abbastanza preoccupata all'eventualita di avere anche la celiachia. ormai sono mesi che ho meno fame. appena mi rassereno mi cade un'altra tegola in testa. io ho sempre peso sullo stomaco e credo che la dispepsia potrebbe dipendere dalla celiachia...

[#7]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Deve includere sia IgA che IgG.

... ritengo, comunque, che lei non soffra di Celiachia.

La saluto cordialmente .... auguroni!
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#8] dopo  
Attivo dal 2014 al 2015
grazie mille... io purtroppo mi sveglioda un anno quasi sempre con crampi addominali che vengono un po attenuati dall'espulsioni di gas o dalle feci (che di solito di mattina sono molli) e nausea e tachicardia. e sensazione di amaro in boccapoi mi metto in posizione eretta e alcune volte la tachicardia e lanausea passano, un medico ha attribuito il tutto al reflusso unito al colon irritabile ma sono in terapia anticseretoria a fasi alterne da un anno ormai e i sintomo sono sempre qui. e anche con molti farmaci per il colon irritabile la situaizone non emigliorata (eccetto normix e spasmomen)d'altro canto non credo sia normali avere feci molli da un anno,il colon irritbaile non dovebbe avere periodi di remissione completa?quando faccio feci molli il dolore si attenua e alcuna volte scompare ma se faccio feci formate o piu dure d i solito non ho dolore ma dopo essere andata in bagno ho un senso di fastidio al basso ventre ma inq uel caso non so se e un dolore muscolare..questo ce l'ho da anni a fasi alterne e... oòtretutto sono 7anni che io non sto bene,mi e stato detto che ho la fibromialgia per la continua stanchezza che sento, invece ora che vedo questa biopsia positiva penso che potrebbe essere proprio celiachia...si spiegherebbero tutte le sofferenze di questi anni..ma visto che sto da anni cosi non è che ho sviluppato gia una grave malattia come linfomi etc?io sto davvero male da 14mesi e non so come uscirne...un'ultima cosa dottore poi fra alcuni gironi farò tutte le analisi della celiachia...ma la biopsia di solito non è l'esame gold standard che da la certezza della malattia? il fatto che appaiano i vili distorti e quindi appiatti e la significativa esocitosi linfocitaria non significa celiachia? o ci sono altre malattie che possono causare esocitosi linfocitaria?mi scusi ma ho le idee confuse, stamattina ho parlato con li mio medico di base ma mi sembra ne sappai meno di me,ha detto che per lui ho la celiachia e questo mi ha gettato in un profondo sconforto

[#9]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile signora,
rispetto le sue riflessioni
ma non le condivido!

Il referto istologico del suo duodeno,
come le ho già scritto,
non è indicativo di Celiachia,
inoltre il suo appare effettivamente un quadro di Colon irritabile,
a forte connotazione ansiogena.

Distinti Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#10] dopo  
Attivo dal 2014 al 2015
Dottore, io spero vivamente che abbia ragione lei! ma io le riporto solo quanto dettomi dal medico curante... il medico mi ha detto che la biopsia segnala questo aumento significato linfocitario, e che per lui è celiachia anche in virtu dei numerosi sintomi che riscontro da piu di un anno. inoltre ho una basso numero di folati e da 7 anni ho carenza di ferritina, dopo un po cala anche il ferro e l'emoglobina. con la terapia marziale il ferro sale fino a 120, l'emoglobina sale sui 13,3 e la ferritina al massimo sui 18... poi dopo 1 anno la ferritina cala di nuovo e devo di nuovo fare una terapia marziale... non sono mai riusicta a capire le cause di questa anemia ( anche se infamiglia i valori sono sempre stati piuttosto bassi e anch'io da bambina avevo sempre sui 12/12,5 di emoglobina). il ciclo è nella norma, regolare, non scarso ma non eccessivo. dura 3 giorni abbondante e altre 2giorni di macchie. io ora non so come muovermi. lei cosa pensa dovrei fare adesso? alla luce di quello che le ho detto sull'anemia e su carenza lieve di folati 2,7 ( range 3-17) pensa che potrei orientarmi verso la diagnosi di celiachia? oltretutto ho perso un altro chiletto pur mangiando abbastanza abbondante. stamattina nuova scarcia di feci molli prima ancora di mangiare, i crampi attenuatesi dopo la defecaizone..ma passati completamente dopo uno spasmomen, non ho mangiato nulla in tutto il giorno perche non ho fame e ho nausea...cosa devo fare secondo lei? i villi distorti non hanno significatod i celiachia? e soprattuto l'aumento linfocitario come dice il mio medico? mi farebbe piacere un consiglio su come muovermi . grazie mlle ancora per la sua disponibilita...

[#11]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Credo che la scelta migliore sia quella di sottoporsi a visita gastroenterologica.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#12] dopo  
Attivo dal 2014 al 2015
avevo fatto tutti gli esami ormai e mi ero finalmente pacificata che fosse colon irritabile. ho fatto tante visite, tanti esami in questi 14 mesi, speravo che fosse finalmente tutto finito invece ha ragione, purtroppo dovrò di nuovo andare dall'ennesimo gastroenterologo. fra pochi giorni rifarò gli esami della celiachia e poi andrò da un medico specializzato.grazie ancora

[#13] dopo  
Attivo dal 2014 al 2015
dottore, le volevo chiedere una cosa. se non fosse celiachia, cosa potrebbe aver determinato un aumento dei linfociti a livello del duodeno? è vero che la terapia con IPP può determinare un aumento dei linfociti? io ho preso per mesi e mesi durante questanno lucen 40 e l 'ho sospeso solo 2settimane prima della gastro. oltretutto con 2settimane di interruzione è sicuro al 100% la negatività dell'helycobacter? comuinque quali malattie possono causare a parte la celiachia, l'aumento dei linfociti?

[#14] dopo  
Attivo dal 2014 al 2015
Gentile dottore, torno a scrivere perche sto molto male.ho questi disturbi da gen 2014 ma se prima erano lievi (ed erano anche regrediti per 3mesi fra marzo e maggio), da dicembre si sono notevolmente aggravati ( dopo la colonscopia ho constatato un aggravento del tutto). da stamattina ho avuto 3 scariche di diarrea, una feci molli, un'altra semiliqida,la terza infine scarsissima e liquida il tutto a ppena sveglia a digiuno e distanza di poche ore l'una dall'altra. ho preso 2 normix e 2 spasmosmen ma ancora non mi passa nemmeno il dolore. questi attacchi cosi di solito nonl i avevo sono comparsi dopo aver fatto la colonscopia e da allora mi capitano 1 2 volte al mese,poi prendo il normix dopo 3 scariche mi passa per 1 settimana, 10gg, alcune volte 15, poi mi basta mangiare qualche dolcetto per 2 3 giorni e ricomincia il tutto.non credo siano queste le modalita del colon irritabile e chiedo un confronto con lei, prima di andare dall'ennesimo medico.io non defeco quasi mai dopo i pasti, certo qualche volta è capitato, ma il piu delle volte questa situazione si verifica a prima mattina e continua per qualche ora pur stando a digiuno,poi il normix comincia a fare effetto e passa,ora non so se passerà perche mi fa davvero male. quando ho una smeplice scarica di feci molli la mattina il dolore si attenua, ma quando queste scriche diventano 3 il dolore si attenua dopo compresse e dopo un bel po di ore non dopo la defcazione.la psata e il pane li mangio sempre,quindi se fosse una diarrea da celiachia forse la avrei sempre malgrado i normix, invece questi attacchi mi capitano se per 2 3 gg mangio fritti o dolci (che ora ovvimanete elimierò totalmente di nuovo). il bello è che non è che mangio un dolce e subirto mi sento male, mi sento male sempre dopo 2 3 gg di dolci o fritti, qualche volta anche piu giornicome se il mio corpo non reggesse piu.alcune volte le feci sono molli ma altre sono semiliquide e esul finire liquide e non so se il colon irritabile si presenta cosi. ho perso 4 5chili,in una nnno forse anche di piu,ma prima mangiavo tanti dolci e questo mi faceva ingrassrae sicuramente. quando non ho diarrea o mal di pancia, sìci si mette il peso allo stomaco e la nausea ( che comunque ho quasi sempre malgrado il lucen 40 da mesi) ho seri timori che non sia stato fatto tutto correttamente. le riporto gli esiti degli esami fatti, sperando in un suo aiuto perche non so piu dove sbattere la testa.la colonscopia diceva cosi:pilizia intestinale discreta. esplorazione condotta fino al cieco.in tuttii tratti esplorati assenza di lesione aggettanti infiltranti o stenosanti il lume COMPATIBILMENTE CON LO STATO DI PREPARAZIONE INETSTINALE.eviendza laretto diemorroidi. modesto eritema del sigma si praticano biopsie intale sede. la biopsia segnala mucos colica di regolare profilo e quota ghiandolare, edema ectasia dei vasi libfatici, lieve flogoisio cronica superficiale della lamina propria.reperto privo di specificita da valutare alla luce dei dati clinici. mi chedo se il fatto che la preparazione intestinale fosse discreta non mi obblighi a ripetere l'esame visto il perdurare dei distrubi.d'altroc anto le cure che mi hanno dato hanno sortito scarsi effetti. mi cheido se non ci sia un tumore al colon o un colite non indivisuata o unlinfoma addominale.ho effettiato due eco addominali entrambe comptemanete negative,e la gastro che segnalava quel sospetto di celiachia oltre a ernia iatale e leive esofagote e gastrite antrale. inpiu ho lieve anemia di vecchi duarta con ferritna costantemente a 6, ora dovrei riprendere la cura, l0'ho ripresa a gennaio per 2settimane ma ho dovuto sopseodnerla per dolori allo stomaco pazzeschi e totale mancanza di apeptito. LE SAREI IMMENSAMENTE GRATA SE POTESSE DARMI UN SUGGERMIMENTO.ho 35 anni e stoviendo una vita da reclusa,mi sento sempre stanca e malandata,mi hannocnsigliato uno psichiatra, ci sono andata, ma mi ha detto che devo andare da un gastoenterologo non da uno psichiatra. aggiungo che da 5mesi ho sempre battito costantemente accelerato,sugli 85 90...dopo mangiatoa ncdcoa piu alti ho effettutao varie visite tutte negative e mi e stato prescritto un betabloccante che prendo nelle giornate in cui i battitti sono piu alti...questo battiti mi pare diopendano dall addome infiammato o dallo stomaco ..ho spesso dolori di shciena soprattutt o dopo mangiato anche se sono lievi...domani torno a casa e dopodomani faccio gli esami per la celiachia e di nuovo analisi generiche...mi potrebbe dare qualche suggerimento?io ho dovuto anche smettere momentaneneamente di lavorara perche sto davvero male e cosi non posso conitnuare.non credo sia un banale colon irritabile perche mi creda sto perdendo troppo peso e sto davvero malissimo,faccio spesso flatulenze e dopo mi sento unpoco meglio ma poi ritotrna il disturbo dopo poco...non so piu che fare.MI AIUTI LA PREGO

[#15] dopo  
Attivo dal 2014 al 2015
Dottore/i buonasera. Ho parlato con il mio medico e mi ha detto di effettuare solo anticorpi antitransglutaminasi IgA e iGg, antiendomisio IgA e immunoglobuline IGa e di lasciare stare le AGA perchè poco indicative perchè spesso si tratta di falsi positivi e che si possono innalzare anche ( non so se ho capito bene) in caso di colon irritabile? dopodomani devo fare le analisi, qualcuno potrebbe rispondermi? è corretto quanto dettomi dal curante? grazie ancora

[#16] dopo  
Attivo dal 2014 al 2015
gENTILI dottori, a seguit di altri malanni mi hanno fatto visitare da un medico internista-endocrinologo, il quale visitandomi e dopo aver constatato che soffro di diarrea da mesi, peso allo stomaco, tachicardia e 2 episodi di flushing ritiene opportuno che io effettui vari esami: ANA ENA AMA ASCA calprotectina fecale DQ2 DQ8 e gastrina e cromogranina, ritenendo che possa esserci un tuimore carcinoide. questo mi ha ucciso letteralmente. è un anno che i medici mi dicono che ho il colon irritabile, ma ieri ho avuto un episodio di flushing al torace spaventoso e ho tachicardia da 5mesi. finalmente qualcuno mi sta dicendo che potrei avere un tumore, cosa che io ripeto da tempo e sono stata bollata qui come una pazza che contava le pulsazioni! ora vi chiedo visto che prende inibitori di pompa protonica da mesi e mesi ( lucen 40mg) e so che puo interferire con il dosaggio della cromogranina e della gastrina quanti giorni prima del prelievo devo interrompere questo farmaco per non vedere alterati i valori? ho letto sul vecchio foglietto illustrativo che bastabo 5 giorni. a,trove leggo 15giorni o addirittura un mese. potete aiutarmi? grazie mille. ho la morte nel cuore