x

x

Colon irritabile?

In questa estate sto avendo vari problemi. 3 mesi fa dopo aver mangiato mi sentii tirare fortemente al fianco destro altezza ultime costole 12/14. Questo avvenimento durò per un 20 di minuti dopo di che spari, però mi ha lasciato molto preoccupato. Dopo neanche una settimana mi viene una sensazione di capogiro, con battiti accelerati e una sorte di dolore alla gola lato destro...così vado in ospedale. Diagnosi frequenza cardiaca a 125 pressione quasi al limite quella max(dopo avermi fatto ecg)... ossigeno buono...orientato nello spazio e si conclude che ho una sinusite con componente ansiosa. Neanche due giorni e mi viene mal di dente...molare in necrosi... il dentista me lo estrae insieme ad altri due che stavano ancora in quello stato. Durante l estate continuo ad avere però continue eruttazioni, questa nei giorni dopo il pronto soccorso erano molte. Avvolte accuso nodo alla gola e strana sensazione alla pancia che sembra gonfia o in tensione, inoltre mi tira sul fianco destro e sento tsnti rumori nel mio stomaco sia lontano o vicino ai pasti con sensazione di defecare ma non reale al massimo faccio l area. Molte volte anche stando seduto in pizzeria o o giocare a calcetto mi ha fatto sentire preoccupato come se mi dovesse succedere qualcosa...infine in questo ultimi giorni sono andato dal medico curante che mi ha fatto fare un eco alla addome completa...
Risultato tutto normale tranne che ho un elevata attività di meteorismo. Nel defecare solo un volta ho avuto diarrea in 3 mesi ma molte volte per uno max due giorni non sono andato in bagno. Da piu di una settimana vado regolarmente... ogni tanto sento anche bruciori non intensi allo stomaco o in varia parte Dell addome ma anche al torace. Inoltre sempre a volte trovo punti della pancia che se premuti con il dito danno dolore e sulle ultime costole fianco destro anche li se premo sento dolore.
[#1]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 26.8k 1k 13
Data la notevole componente ansiosa si può ipotizzare (senza visita non si può andare oltre una ipotesi accademica) una sindrome dell'intestino irritabile!
Le consiglio una visita gastroenterologica per chiarire la sua reale situazione clinica e per programmare (se necessari) esami di laboratorio e/o strumentali finalizzati alla diagnosi.
Resto a sua disposizione!
Cordiali saluti!

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia