x

x

Transaminasi elevate e dolore sottosternale destro

👉Quando prendere i fermenti lattici e perché

Egregi dottori
A causa di un dolore persistente al lato destro a livello del fegato che si estende anche nella parte posteriore, il medico mi ha prescritto le analisi del sangue con il seguente esito:
"
ALT = 210
AST= 115
Colesteroli = 193
HDL Colesterolo = 24
LDL Colesterolo = 123
".
Premetto che, anche da giovane, ho sempre avuto i livelli di transaminasi un po alti (generalmente ALT da 80 a140 e AST da 50 a 80) negli anni ho fatto qualche approfondimento ricercando marcatori virali con esito negativo, l'unica cosa emersa è una lieve steatosi.
A seguito di tale referto ho rifatto l'ecografia con il seguente esito:
"
Fegato di dimensione nei limiti con ecostruttura compatibile con lieve steatosi diffusa.
Non lesioni focali epatiche.
Colecisti normodistesa.
Epatocoledoco e venaporta di calibro normale.
Pancreas nei limiti.
Lieve splenomegalia omogenea (d. longitudinale 15 cm)
"
A questo punto il medico mi ha sospeso le statine per un mese e mi ha fatto ripetere le analisi con il seguente esito:
"
ALT = 180
AST = 90
GGT = 50
Colesterolo = 290
HDL Colesterolo = 20
LDL Colesterolo = 219
"
Quindi la sospensione delle statine non ha migliorato in modo significativo le transaminasi mentre è notevolmente peggiorato l'assetto lipidico, e dovrò ricominciare con la cura.
Chiedo a voi cosa potrei fare per abbassare il carico al fegato in modo da ritornare ad un livello di ALT e AST più vicino ai livelli normali e se il dolore alla parte destra che persiste giorno e notte può derivare da un sovraccarico del fegato.

grazie

cordiali saluti.

[#1]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
Non vi è altro modo se non correggendo la dieta in senso ipolipidico
ed utilizzando le statine secondo dosaggi e tempi stabiliti dal suo medico.

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dr Quatraro
La ringrazio per la risposta celere.
La rassicuro sul fatto che qualsiasi variazione su farmaci e cure è qualsiasi indagine da me fatta è sempre stata prescritta dal mio medico, la frase "dovrò ricominciare la cura" è solo una mia supposizione. La mia non era una richiesta per autogestione ma volevo solo un vostro parere se ci poteva essere una correlazione tra transaminasi alte e il dolore persistente al fianco.

cordiali saluti
[#3]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
Alla seconda delle sue domande rispondo che non vi è correlazione.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Spett.le Dr Quatraro
Nuovamente grazie per il tempo dedicatomi.

cordiali saluti.

Sai proteggerti dal sole? Partecipa al nostro sondaggio