Utente
Buongiorno,

Da doversi mesi ho vari problemi di salute, ne elenco qualcuno tra i più fastidiosi:


1) Problemi di reflusso che mi causano spesso fastidi allo stomaco.
2) Problemi di depressione e ansia che probabilmente hanno causato il reflusso.
3) Dolori alle ossa ed ai muscoli causati probabilmente da una carenza di vitamina D
4) Tsh (Ormone tiroideo) alterato sopra la norma.
5) Dolori alla cervicale alla schiena e alle gambe.

Alcuni di qesti problemi sono in via di risoluzione, altri ancora persistono.

Al momento sto facendo una cura per il reflusso con pantorc 20 al mattino, refalgin 3 volte al giorno , e benexol 2 vote al giorno.

E sto assumenedo un integratore di vitamina D DiBase 25.000.

Il problema del reflusso è molto migliorato da quando il fisioterapista mi ha sboccato il diaframma che era molto contratto.

Tuttavia a causa di momenti di ansia e preoccupazione causati da questi problemi di salute ed altri sempre di salute, il fastidio allo stomaco aumenta.

Segnalo alcuni valori delle analisi del sangue prima della cura che sto seguendo:

---------------- 01/09/2015 ----------------


- Glubuli bianchi 5,54 (4,8 - 10,8)
- Glubuli rossi 4,22 (4,2 - 5,6)
- Emoblogina HCT 39,4* (42,0 - 50) -- alterato
- Eosinofili 7,0* (0,0 - 6) -- alterato

- Neutrofili 52 (40,0 - 75)
- Linfociti 32 (20,0 - 45)

- VES 36,0* (1 - 20) -- alterato

- Alt 51 * (1 - 40) -- alterato

- Vitamina D 19 * (30 - 100) -- alterato


metre dopo la cura:


---------------- 17/10/2015 ----------------

- Glubuli bianchi 4,41* (4,8 - 10,8) -- alterato
- Glubuli rossi 4,22 (4,2 - 5,6)
- Emoblogina HCT 41,1* (42,0 - 50) -- alterato

- Neutrofili 38,5* (40,0 - 75) -- alterato
- Linfociti 48,5* (20,0 - 45) -- alterato

- VES 10 (1 - 20)

- Alt 60 * (1 - 40) -- alterato

- Vitamina D 36 (30 - 100)


Ora il valore che mi mette in allarme è l' ALT che è salito da 51 a 60.

Ora mi domando se è il caso di fare qualche accertamento al fegato (e quale) e in che modo dovrei integrare la cura riscontrando diversi valori alterati che prima non lo erano.

Domando inoltre se una dieta con un regimo proteico un pò alto può essere causa di questo problema.

Grazie di tutto !

[#1]  
Dr. Carmelo Favara

36% attività
16% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Una dieta ricca di proteine sicuramente può sovraccaricare il fegato in ogni caso faccia gli esami per l'epatite e per l'autoimmunità e stia anche più sereno
l'ansia non l'aiuta
la saluto
Dr. Carmelo Favara
www.gastroenterologi.altervista.org

[#2] dopo  
Utente
Spett. Dr. Carmelo,

La ringrazio per la rapida risposta.

Gli esami per l' autoimmunità li ho già fatti e sono tutti negativi.

Ho il morbo di chron da 15 anni al momento inattivo da 5 anni grazie a humira che riduce il 100% dei sintoimi.

Ho anche la psoriasi, ma molto lieve per fortuna.

Quali sono gli esami per l' epatite ? Lo domando perchè forse li ho già fatti.

Grazie !

Marco

[#3]  
Dr. Carmelo Favara

36% attività
16% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Gli anticorpi per l'epatite A, B, C
Dr. Carmelo Favara
www.gastroenterologi.altervista.org

[#4] dopo  
Utente
Spett. Dott. Carmelo,

La ringrazio per la precisazione.

Contattando il laboratorio di analisi mi hanno detto che vi sono diversi anticorpi per la valutazione dell' epatite A,B,C e senza una precisa indicazione su quale anticorpi fare l' operatore non è in grado di prenotare niente non essendo un medico.

Quindi se è possibile avrei bisogno di sapere quali anticorpi far prescrivere.

Inoltre al di la di questo, l' epatite può essere solo uno degli eventuali problemi.

Per quasto motivo, mi saprebbe indicare una serie di analisi a largo spettro da fare collegata a questo valore Alt che è peggiorato ?

Le feci sono regolari, ma quando finisco un qualunque pasto mi viene dolore allo stomaco e non riesco a capire se dipende dal reflusso o dal fegato.

Questo soprattutto al mattino (bevo o latte senza lattosio o latte di soia)

Avevo anche pensato di fare una gastroscopia, ma ho rinunìcato da quando il fisioterapista mi ha sbloccato il diaframma e sono stato meglio.

Poi ultimamente la situazione è peggiorata.

Mi è anche venuta l' idea di sottopormi a qualche test di intolleranza alimentare, ma non sono sicuro se questi test sono affidabili e da quanto ho capito tale ipotesi si valuta solo alla fine.

Quello che è sicuro è che con il patorc 20 la situazione migliora in parte ma il problema comunque resta.

Che indagini potrei fare per avere un quadro quanto più possibile completo sulla situazione ?

Grazie !

Marco

[#5]  
Dr. Carmelo Favara

36% attività
16% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Per l'epatie sono l'HbsAg a similari in ogni caso li deve prescrivere il suo curante che saprà quali sono. Per le intolleranze non si faccia truffare i soldi in quanto le uncihe intolleranze accertate sono la celiachia e qualla al lattosio che hanno esami specifici tutti qgli altri servono a far arricchire chi li esegue e non servono a niente. Se lei sta bene con l'PPI può darsi che soffra di reflusso. Comunque faccia una visita da un gastroenterologo
la saluto
Dr. Carmelo Favara
www.gastroenterologi.altervista.org

[#6] dopo  
Utente
Ci hanno già provato ma non ci sono riusciti.

Secondo loro io sono intollerante al lattasio alla soia al glutine.

Tutto questo con un semplice prelievo (lo ha fatto l' endocrinologo).

Non ho creduto neanche ad una parola.

Il mio gastroenterologo (sono appoggiato ad una struttura avendo un problema cronico) sta per laciare il posto di lavoro.

Prima di rivolgermi ad un altro vorrei almeno fare degli accertamenti in modo da potrer avere una disgnosi.

Domando inoltre se prendendo levopride insieme alla cura attuale potrei andare incontro a dei problemi.

Penso che in parte ci sia anche una componente ansiosa, ma non so se questo è l' unico problema.

Il medico curante è prossimo alla pensione e anche lui fa molto "lo scarica barile" dice spesso si rivolga allo specialista.

Potrebbe gentilmente indirizzarmi sugli esami da fare ?

Tra visite e terapie di vari problemi ho speso al momento più di 1000 Euro, e ancora lo sto spendendo perchè gli altri problemi non sono ancora risolti.

Mi scusi lo sfogo, spero tanto che mi possa consigliare gli accetamenti più opportuni da fare.

Grazie !

Marco

[#7]  
Dr. Carmelo Favara

36% attività
16% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
sig Marco si sfoghi pure ma le dico di stare sereno anche perchè quel valore da solo non dice niente, potrebbe essere anche dovuto ad esercizi muscolari etc.
stia sereno e magari tra un mese ripeta gli esami
la saluto
Dr. Carmelo Favara
www.gastroenterologi.altervista.org

[#8] dopo  
Utente
Spett. Dott. Carmelo,

La ringrazio per avermi confermato che tale valore non merita particolare attenzione, un problema in meno.

Ormai non ho dubbi sulla causa del problema di reflusso:

E' certamente dipeso da un problama di ansia.

Ormai questo problema di reflusso dura da quasi 2 mesi.

Molto tempo fa il medico di famiglia mi prescrisse per un periodo molto lungo (diversi mesi): levopride 15 gocce x 2 volte e diazepam 6 gocce x 2 volte al giorno e devo dire che mi sono molto calmato anche quando smisi questa cura.

I farmaci li ho ancora e non sono scaduti, ma vorrei assumerli per massimo qualche settimana a dosi inferiori a quelle da lui prescritte per evitare rischio di dipendenza (cosa comunque difficile per come sono fatto io).

Ora l' unico dubbio: vi sono controindicazioni con l' attuale cura che sto facendo ?

Non vorrei tornare dal medico curante solo per fare questa domanda, anche perchè se così non fosse mi prescriverebbe sicuramente questa cura come ha fatto la volta precedente.

Grazie !

Marco

[#9]  
Dr. Carmelo Favara

36% attività
16% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Sig. Marco le consiglio di parlare con il suo medico e di assumere questi farmaci, che non hanno controindicazione con la cura che sta facendo, ma sono farmaci che è meglio assumere sotto stretto controllo medico, come del resto qualsiasi farmaco; ma trattandosi di psicofarmaci l'utilizzo sotto stretto controllo medico è d'obbligo pertanto ne parli con il curante.
stia più sereno
la saluto
Dr. Carmelo Favara
www.gastroenterologi.altervista.org