Utente 402XXX
Buona sera, innanzi tutto volevo complimentarmi per il bel sito che mettete a disposizione, e ringraziarvi per l'aiuto che date agli utenti come me che hanno bisogno di consulti importanti.

Gentili Dottori sono in ansia perché sono ormai più di 20 giorni che ho feci secche, più delle volte difficili da espellere e quando faccio molta fatica noto un po' di sangue rosso vivo.

Tutto e iniziato 25 giorni fa che ha causa di una bronchite il medico curante mi ha prescritto ciproxin 750 una compressa la mattina e una la sera per 6 giorni,
e bentelan 1 mg una compressa la mattina e una la sera per 2 giorni.

Già al secondo giorno di terapia con ciproxin 750 ho notato che le feci iniziavano a indurirsi giorno dopo giorno sempre di più, ed aumentare di quantità, trascorsi i 6 giorni di terapia sono finito in ospedale perché si era creato un tappo alle feci.

L'ospedale dopo avermi liberato del tappo mi ha prescritto 3 giorni di laevolac un cucchiaio mattino e sera,e al bisogno glicero zeta raccomandandomi un'alimentazione ricca di fibre.

Adesso la mia dieta e basata da frutta e verdura, pane e pasta integrale e bevo più di 2 litri di acqua al giorno, però ancora il problema delle feci secche e rimasto, e rare striature di sangue sotto sforzo e rimasto.

Non riesco a capire se realmente sia stato un effetto dell'antibiotico, visto che sono trascorsi più di 20 giorni da quando lo smesso, non doveva già svanire l'effetto antibiotico? ho devo preoccuparmi di qualcosa grave?

Premetto che non ho mai sofferto di stitichezza seria, questa e la prima volta.

Inoltre volevo dire che prendo Xarelto da 20 mg da un anno e mezzo per una trombosi venosa profonda alla gamba, non so se può avere una correlazione.

Chiedo aiuto a voi esperti qualche consiglio su quale tipo di esame posso fare per capire qual è il problema.

Ringraziandovi anticipatamente per le vostre attenzioni vi porgo cordiali saluti.



[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
É possibile sia una conseguenza dell'antibiotico. Dovrebbe assumere dei probiotici con inulina e del polietilenglicole.

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 402XXX

Buongiorno.

Egregio Dott. Felice Cosentino la ringrazio molto per la risposta, mi ha dato un grosso sollievo perché pensavo fossero cose più gravi, seguirò da subito i suoi consigli e le farò sapere.

Quindi l'antibiotico può continuare a dare problemi di stitichezza anche dopo 20 giorni che non si prende più?

Pensavo che dopo un paio di giorni che non si prendeva più l'antibiotico, l'effetto doveva svanire.

La ringrazio ancora per la sua gentile attenzione.

Cordiali Saluti





[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Di nulla ed auguroni....

Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it