Utente
Buongiorno.
Ho deciso di ricorrere ad un vostro parere, in quanto ha da un pò di tempo che eseguo diversi tipi di analisi (precisamente feci, urine e sangue), risultate tutte fortunatamente negative, ed altre più specifiche previste nei prossimi giorni (gastroscopia, ecografia addominale totale), ma tuttavia non riesco ancora a comprendere cosa possa avere. Tutto è cominciato intorno a metà Gennaio, quando a seguito di dolori in zona vescica, credendo di avere una CI, ho ricorso ad un Monuril. Da allora è cominciata una sorta di diarrea per lo più persistente, a parte sporadici eventi (come il giorno delle analisi alle feci) in cui non ho avuto sintomi diarroici. Successivamente a visita urologica è stata diagnosticata una prostatite, poi curata con Levofloxacina, nelle recenti esami alle urine, mi è stata diagnosticata la presenza di proteus 20mila colonie.. al di la della parentesi urologica che non è il cuore del problema, da metà gennaio ad oggi, ho cominciato un'alimentazione piuttosto in bianco, escluso qualche particolare evento, senza alcuna correlazione con i frequenti episodi diarroici. Ad esempio la domenica in cui ho mangiato un pò di tutto in virtù di un compleanno, l'indomani non ho avuto particolari problemi, differentemente in altri momenti in cui ho mangiato es. solo riso, ho riscontrato successivamente diarrea o feci molto molle spezzettate e chiare. Vorrei chiedere un Vostro consulto a riguardo su quali esami mi converrebbe eventualmente seguire, se potrebbero esserci problemi di malassorbimento, o malfunzionamento di qualche organo, o se le analisi al sangue(eseguite al pronto soccorso, quindi senza referto consegnato) risultate negative, non devono destare particolari preoccupazioni. Premetto che in questi giorni ho avvertito non pochi dolori in zona stomaco, con nausea e bruciori vari, adesso calmati con assunzione di Lanzoprazolo al mattino(come da consulto medico) e Gaviscon la sera. Aggiungo che soffro da anni di dolori al colon, con probabile sindrome da colon irritabile (mai eseguita colonscopia).ù
In attesa di Vs risposta, una buona giornata.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Bisogna prendere in considerazione le intolleranze alimentari (lattosio, glutine, ecc.) o anche una eventuale sovracrescita battterica intestinale - SIBO.


Cordialmente


Felice Cosentino - Milano
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Buonasera dott. Cosentino, la ringrazio per la repentina risposta..
dunque, avevo effettivamente messo in considerazione di fare delle prove allergiche, e domani chiamerò il centro analisi, ma per quanto riguarda la sovracrescita batterica intestinale? Come faccio a constatarlo? C'è qualche esame particolare?
Ultimamente mi era stata consigliata una "cura" a base di fermenti lattici, e di Duspatal per la motilità intestinale, ma non ho avuto particolari effetti positivi(totalmente uguale la situazione).. cosa mi consiglia?

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non deve accertare le allergie ma le intolleranze alimentari con il breath test al lattosio e gli anticiperpi per celiachia. Per la SIBO é necessario il breath test al glucosio.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno dott. Cosentino
Mi sono informato per i test sulle intolleranze, mi richiamano e mi fanno sapere di preciso nello studio analisi dove mi appoggio, quali di preciso svolgono. Aggiornando la mia situazione: ho sensi di nausea quando mangio, spesso durante la digestione a distanza di 1-2 ore, ieri ho dovuto ricorrere ad una puntura di plasil, altrimenti non avrei potuto dormire..oggi sono a digiuno per l'ecografia addominale di oggi pomeriggio..frattanto da ieri andando in bagno ho avvertito un episodio di diarrea liquida, e successivamente invece è tornata la consistenza un pò come nel caso del latte non digerito.. non nego che dopo tutto questo tempo, io non sia un tantino preoccupato per qualcosa di più importante a carico del mio organismo..

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Nulla di grave, ma valuti le intolleranze.......


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
Buonasera Dottore,
avrei dovuto scrivere prima, non ho trovato il tempo per cause di forza maggiore. Oggi ho eseguito una eco addominale completa, a detta dell'ecografista è tutto nella norma fortunatamente, anche la prostatite, (d'altronde i sintomi erano pressochè andati via). Persiste il senso di nausea anche se cerco di "evitarlo" non facendoci caso, sembra quasi che si faccia sentire in concomitanza dell'assunzione di cibi contenenti glutine.
Giovedi per tagliare la testa al toro, vado a sottopormi a gastroscopia.

Sto continuando ad assumere Lansoprazolo la mattina, mezz'ora prima di mangiare, e Gaviscon la sera prima di andare a letto..che ne pensa?

Da segnalare un senso di fame non molto simpatico dopo l'assunzione del Gaviscon!

Successivamente sto già provvedendo per le intolleranze......

[#7] dopo  
Utente
Buonasera
vorrei aggiornare la mia situazione a causa di ulteriori esami.
Premesso che attualmente la diarrea sembra rientrata, e che sto provvedendo comunque a procedere per una colon e per le intolleranze, ho intanto eseguito una gastroscopia, per quel senso di nausea oppressiva.
Il referto riassumento non porta nulla di particolare, tranne un piccolo problema al Cardias:

"Cardias beante incontinente"

vorrei chiedere a questo punto:
- potrebbe essere causato dallo stress?
- potrebbe essere una condizione momentanea?
- potrebbe eventualmente rientrare, anche solo in parte questa condizione, o sarò costretto a procedere per IPP e Gaviscon per tutta la vita?

Ed infine ultimo e non ultimo, quando conviene rifare un altra gastroscopia per controllare la situazione?

Se sarebbe cosi gentile da chiarirmi questi dubbi la ringrazio anticipatamente.

Cordialmente

[#8]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Il cardias incontinente è una condizione anatomica frequentissima. Potrebbe solo favorire un reflusso e solo in tal caso (in presenza di sintomatologia) saranno utili i farmaci specifici (IPP).


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#9] dopo  
Utente
Buongiorno
ad oggi sono più di due mesi per cui persiste la condizione..
mi sembra un pò un girarci attorno e non saprei più come comportarmi e cosa mangiare..qualsiasi cosa mangio, capita che vado in bagno normalmente, una sola unica volta, poi solo diarrea! Ho un pò l'umore a terra, aggiungo che sto facendo una cura con Rocefin per la sdradicazione di un batterio, il Proteus nella vescica, mancano tre punture e dovrei aver finito, pertanto non posso effettuare a quanto so analisi per le intolleranze.. ho paura di avere qualcosina in più, non mi era mai capitata una diarrea persistente da cosi tanto..consigli?
Potrebbe essere malassorbimento, o qualche problema al tenue? Premetto che il test calprotectina mi è risultato negativo..

[#10] dopo  
Utente
Volevo aggiungere, che ho dimenticato, cosa da non poco, ho il sonno disturbato, mi sveglio spesso, ho senso di bruciore in zona intestino tenue-stomaco..escludo stomaco in quanto sottoposto a gastroscopia, con esito negativo su tutto(solo cardias beante)

[#11]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Bisogna allora attendere per le intolleranze. Non pensi ad altro....

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#12] dopo  
Utente
Buonasera Dottore

tra un impegno e l'altro stiamo riuscendo a fare tutte le dovute visite..premesso che è un periodo abbastanza stressante, dall'ultima visita con il gastroenterologo, mi è stata prescritta una colonscopia che avverrà venerdi prossimo, ed eventuali esami dopo la colonscopia per la tiroide, e la celiachia.. nel frattempo mi è stata prescritta la seguente cura:

Sulamid 1/2 cpr dopo colazione
Colifagina 1 cpr alle 11
Valpinax 1/2 compressa prima dei pasti
per 20 gg

premesso che è capitato di saltare qualche pillola di Valpinax, la situazione ERA decisamente migliorata, andavo di corpo più tranquillamente(1 volta ogni giorno/giorno e mezzo), scomparso il tenesmo rettale, nausee e bruciori.. sottolineo ERA in quanto per alcune impossibilità sopravvenute, ho dimenticato di prendere Valpinax per circa 2gg, e conseguentemente sono ritornato punto e accapo, con scariche diarroiche e tenesmo rettale, il tutto fino all'assunzione nuovamente di Valpinax..
chiedevo alcuni pareri in merito, anche perchè ho paura che quando smetterò di prendere gli antispastici mi ritorni tutto punto e accapo.
Inoltre mi chiedo se sia il caso di sospendere questi ultimi, qualche giorno prima della colonscopia o se sia indifferente per il suddetto esame, e se, nel caso vi sia qualche intolleranza, gli antispastici assumerebbero lo stesso effetto, di fatto mascherandola.

In attesa di Vs gentile riscontro, porgo i miei più cordiali saluti.

[#13]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Assuma tranquillamente i farmaci anche prima della Colonscopia....


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it