Fortissimi dolori addominali

Sono la mamma di una ragazza di 14 anni mestruata da circa due anni.
Il 13 gennaio 2016 fa il primo ingresso al pronto soccorso per via di dolori addominali fortissimi, in quella settimana ci siamo ritornati alte 6 volte e dopo : nomerose ecografie (anche ginecologiche), analisi del sangue (globuli bianchi sempre alti), analisi delle urine (anche qui globuli bianchi alti) non hanno saputo dare una motivazione a questi dolori escludendo appendicite.
Dopo quei giorni i dolori continuano a presentarsi ma meno frequenti e meno forti.
Il 3 febbraio viene operata a Belluno (era andata a sciare con la scuola) e dopo una laparoscopia vedono che lappendice era molto lunga e tortuosa sotto il colon, dell'emoperitoneo il prossimità del douglas ed un corpo luteo ed una cisti annessiale sull'ovaio sinistro, ma lei ha sempre avuto dolore nella parte desta.
Dopo due settimane i dolori riprendono: forti e senza tregua, ma al pronto soccorso continuano a fare ecografie ed analisi del sangue sempre negative e non sanno giustificare questo dolore.
Nell'ultima eco però hanno rilevato del liquido presente nel basso ventre e l'ultima volta che è andata di corpo, dopo la defecazione, sulla carta è comparso del sangue.
Abbiamo anche fatto un'analisi delle feci dato che una volta la ragazza quando è andata di corpo ha visto dei grumi di sangue, ma è risultata negativa.
Abbiamo rifatto analisi del sangue ed un'ecografia nella qualle hanno visto meteorismo e molta aria, ma meno liquido della volta precedente.
La ginecologa ha detto che per lei i dolori erano dovuti allovuolazione ma ne dubito fortemente perché lei sono 3-4 settimane che ha dolore ogni giorno... In un mese è andata 3-4 giorni a scuola. Avvolte ha delle crisi talmente forti che comincia a piangere, non si regge in piedi e poi dice chee difficoltà a respirare.
Dopo che mangia o veve (qualsiasi cosa) i dolori aumentano e sale la nausea che dura per ore e ore...
Io soffro di colon irritabile e mio marito è stato operato per "morbo di Crohn". Potrebbe essere qualcosa al colon ? Secondo lei di cosa si tratta ??
So che è difficile dare un consulto attraverso uno schermo, ma non sappiamo più dove sbattere la testa...
Distinti saluti
[#1]
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo 4,6k 139 98
Gentile signora,
sarebbe utile sapere se è stato praticato l'esame istologico sull'appendice rimossa nell'intervento chirurgico.
E' comunque necessaria una visita specialistica gastroenterologica per stabilire l'opportunità di una colonscopia.
Cordiali saluti.

Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#2]
dopo
Utente
Utente
L'esame istologico è stato praticato ed il primario che l'ha operata ha detto che era tutto negativo ma siccome è a belluno non ho le risposte. Provvederò per farmele spedire al più presto. Potrebbe dare il motivo del dolore questo esame istologico ??
Il suo medico curante ha consigliato un Beath test per helycobacter pylori, esami del sangue :
- PCR <PROTEINA C REATTIVA>
- EMOCROMO+FORMULA
-AMILASI
-VES
-GLICEMIA
-CREATININA
-GAMMA GT <GAMMA GLUTAMIL TRANSP.> <S>
-AST <GOT> <ASPARTATO AMINOTRANSFERASI>
-ALT <GPT><ALANINA AMINOTRANSFERASI> <S>

Ed esame chimico fisico urine.
Pensa che queste anali potrebbero portare al motivo di questi dolori, il medico pensa possa essere qualcosa al fegato, lei che dice? Il dolore risulta trattabile ma allo stesso tempo disteso.
Grazie
[#3]
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo 4,6k 139 98
Gentile signora,
in una paziente che ha sintomatologia dolorosa addominale con presenza di un familiare a cui è stata diagnosticata una malattia infiammatoria cronica intestinale (Crohn) e che viene sottoposta ad appendicectomia, è necessario escludere una patologia simile; per questo è importante condurre una accurata indagine istologica sull'appendice asportata.
Le cause dei dolori addominali che descrive possono essere davvero molteplici e meritano un approfondimento diagnostico adeguato; tuttavia in una consulenza a distanza potremmo circoscrivere ben poco le ipotesi, ecco perché consiglio la visita specialistica gastroenterologica.
Se il collega che potrà visitare la ragazza ravviserà le motivazioni necessarie, si orienterà per la richiesta di un esame strumentale mirato (colonscopia o altro).
Cordiali saluti.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille dottore, mi è stato davvero di aiuto anche se avevamo già pensato ad una colonscopia ma essendo una visita abbastanza pesante abbiamo pensato di escludere prima altre cose.
Mi ha aiutato più lei a distanza che i molteplici dottori che l'anno vista.
Buona serata e cordiali saluti.
[#5]
dopo
Utente
Utente
Un'informazione, noi se non risolviamo niente qua (siamo di Ancona) vorremo venira a far visitare nostra figlia da lei. Visita su appuntamento o come funziona?
[#6]
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo 4,6k 139 98
Gentile signora,
innanzitutto la ringrazio per la fiducia espressa e, ovviamente non sottraggo la mia disponibilità (i miei dati li trova facilmente sul mio profilo nel sito con un click sul nome); tuttavia le dico sinceramente che mi sembra un impegno eccessivo un viaggio di cinquecento km per affrontare questa problematica.
Sono certo che nella sua regione sia possibile inquadrare correttamente la situazione; probabilmente è mancata fino ad ora l'osservazione specialistica.
Cordiali saluti.
[#7]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille per la risposta, cordiali saluti.

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test