Pirosi, reflusso e ansia

Buongiorno

Premetto che sto vivendo un periodo di forte ansia emotiva, ragione per cui sto iniziando un percorso psicoterapeutico.

Da circa tre settimane ho problemi digestivi, che si sono manifestati inizialmente con frequenti eruttazioni successive ai pasti, successivamente con fastidio e poi bruciore retrosternale e alla bocca dello stomaco pressoché continuo, unito a sensazione di gonfiore dopo i pasti. A questo si sono aggiunti da qualche giorno eruttazioni continue a stomaco vuoto o comunque lontane dai pasti e un vago sapore di sangue in bocca al risveglio al mattino (anche se non escludo che sia un'impressione).

A seguito di una visita otorinolaringoiatrica a inizio giugno mi sono state trovate tracce di reflusso gastroesofageo.
Sto facendo da una decina di giorni una terapia a base di una capsula di lansoprazolo 30 mg e una compressa di magaldrato 800 mg al giorno, con scarsi risultati.

Prima di inizio giugno non avevo particolari problemi di stomaco. I sintomi sono comparsi in un lasso di tempo molto breve.

Prima di lasciarmi prendere da allarmismo ingiustificato (a causa dell'ansia tendo ad essere ipocondriaco) cosa mi consigliereste di fare?

Ringrazio per la disponibilità.
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68k 2,1k 88
Nessun allarme. Deve solo eseguire una visita gastroenterologica per una migliore terapia per il reflusso. Non tema altre patologie.


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Ringrazio molto per la cortese, veloce e rassicurante risposta.

Come ultima cosa, ieri sera e anche stamattina ho un po' di nausea e sento lo stomaco gonfio.

Ringrazio ancora,
Cordiali saluti
[#3]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68k 2,1k 88
Sintomi di cattiva digestione e non altro.

Auguroni.

[#4]
dopo
Utente
Utente
Aggravati, temo, dall'eccessiva attenzione che pongo in questo periodo nei confronti dei sintomi del mio corpo.
Ma sto cercando di risolvere anche questo problema.

Ancora grazie.
Saluti
[#5]
dopo
Utente
Utente
Nell'attesa della visita specialistica, segnalo che ai già citati problemi si sono aggiunti negli ultimi giorni anche dolori (non forti ma persistenti) allo stomaco e in generale all'addome anteriore (stasera anche nell'area pelvica, un po' più forti).
Anche l'evacuazione è divenuta difficoltosa ed irregolare, una o due volte con la presenza di muco.

A cosa potrebbe essere riconducibile questo?
[#6]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68k 2,1k 88
Sintomi da intestino irritabile.


[#7]
dopo
Utente
Utente
Grazie ancora
[#8]
dopo
Utente
Utente
Buonasera.

Da una settimana ho incominciato su consiglio dello specialista una cura a base di pantoprazolo + gaviscon. Tranne le analisi del sangue (regolari) non ho fatto altri controlli.

Tuttavia, ho notato che mentre certi sintomi come il gonfiore, i problemi intestinali e le eruttazioni si sono ridotti (anche grazie alla cura per l'ansia mediante frontal), sono ricomparsi più insistenti altri sintomi come nausea (da due giorni praticamente ininterrotta) e bruciori più in basso (in zona epigastrica - sulla linea mediana fino all'ombelico).

La nausea in particolare - pur se persistente e fastidiosa - non impedisce i pasti. I due o tre conati di vomito che ho avuto sono sempre stati legati all'insorgenza di una tosse nervosa e non hanno portato al vomito.

Come posso combattere la nausea? Può essere causata dai farmaci.
O l'ansia (che credevo diminuita) gioca ancora un ruolo fondamentale?
[#9]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68k 2,1k 88
L'ansia ha un ruolo predominante....

[#10]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio.
È un peccato, perché credevo di aver superato l'ansia... E invece questi dolori hanno ripreso a disturbare pure il mio sonno. Pazienza.

La mia psicoterapeuta ha accennato ad un farmaco per lo stomaco che in alcuni suoi pazienti era riuscito ad alleviare i sintomi dispeptici legati all'ansia, di cui purtroppo non ricordava il nome. Lei ne ha mai sentito parlare.

Ringrazio ancora per la disponibilità - e soprattutto per la pazienza.
[#11]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68k 2,1k 88
Creo possa essere la levosulpiride, da prendere 20 min prima dei pasti.

Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test