x

x

Colon colonscopia reflusso gastroesofageo colon irritabile colite

Gonfiore addominale, difficoltà a digerire, reflusso gastrico? 👉Scopri i benefici dei fermenti lattici

Salve,

Sono un ragazzo di 24 anni, da un paio di mesi avverto un leggero fastidio nella parte sinistra dell'addome (come un gonfiore) molto sopportabile e che non mi crea particolari problemi. Inizio con il dire che sono un ragazzo un pò ansioso e sopratutto nervoso, stati d'animo che si sono incrementati da quando ho iniziato a lavorare (circa due anni fa) e il medico mi ha detto che questo disturbo può dipendere anche dal mio stato d'animo. Un paio di giorni fa, approfittando del periodo di ferie ho deciso di farmi visitare da il mio medico di famiglia (gastroenterologo) che mi ha trovato molta aria alla pancia. Il medico mi ha da subito prescritto una terapia a base di debridat (prima dei pasti principali) e di gaviscon advance (dopo i pasti principali), e mi ha raccomandato di fare una colonscopia e una gastroscopia, mi ha anche detto di mangiare poco e spesso e di evitare assolutamente bevande gassate. Sinceramente non avrei mai pensato di dover sottopormi a questi due esami così invadenti non avendo mai dato troppo peso a questo problema in quanto anche se si protrae da un po di tempo ci sono periodi in cui non ho alcun fastidio e periodi in cui il fastidio si fa sentire un pò di più. In ogni caso da quando mi sono fatto visitare (5 giorni fa) sto attento alle mie feci (le controllo), inizio con il dire che al bagno vado regolare (una volta al giorno), le mie feci sono un pò più chiare del normale a volte un po spezzettate (non sempre), ma non presentano muco e sangue (almeno ad occhio nudo illuminate da una torcia).

Ora vi faccio due domande, dato i miei sintomi:

Occorre veramente fare questi due esami?
Dopo quanto tempo si fanno sentire i benefici della terapia a base di debridat e gaviscon advance?


In attesa di risposte, vi ringrazio per il tempo dedicatomi.
[#1]
Dr. Roberto Rossi Gastroenterologo, Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 7,6k 207 8
Anche io credo che in base ai sintomi riferiti fare due esami così invasivi (considerando anche l'età) si forse una esagerazione. Proverei prima a chiedere una consulenza da parte di un gastroenterologo(diverso dal sue medico di famiglia)

Dr. Roberto Rossi

[#2]
dopo
Utente
Utente
Salve,

la ringrazio per la risposta celere. Ora fisserò una visita con un altro specialista e valuterò insieme a lui come comportarmi.

Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto