x

x

Incontinenza cardiale e gastrite

Buonasera,

vorrei sapere se è possibile avere un consulto su un problema che sto avendo da qualche tempo:
Dopo aver eseguito analisi del sangue e ecografia addome completo, entrambi risultati negativi, per dolori addominali nella parte centrale superiore che si irradiano dietro la schiena, ho eseguito una gastroscopia con biopsia e il risultato è stato il seguente:

L'esito della gastroscopia è stato:ESOFAGO: PERVIO, MUCOSA E PERISTALSI REGOLARI, LINEA Z IN SEDE E CARDIAS BEANTE. STOMACO: FONDO, DISEGNO PLICALE, DISTENSIBILITA' DI PARETE E PERISTALSI REGOLARI. MUCOSA ANTRALE INTERESSATA DA LIEVE E DIFFUSA IPEREMIA. PILORO PERVIO OK. RICERCA HP: POSITIVO. BULBO E D2: NON APPREZZABILI LESIONI ENDOSCOPICHE NEI TRATTI ESAMINABILI. RICERCA HP: POSITIVO.

La diagnosi è stata:GASTRITE ERITEMATOSA e INCONTINENZA CARDIALE.

. Quindi ho ricevuto un trattamento eradicante da fare in 7 giorni con ESOMEPRAZOLO, AMOXICILLINA e VECLAM tutti e 3 sia la mattina che la sera, e prendere 1 cp di reuflor prima e dopo il trattamento. Alla fine del trattamento proseguire con OMEPRAZEN 1 cp al mattino x 30 gg, GASTROTUSS 2 bustine ( dopo pranzo e cena) per 30 gg, e LEVOPRAID, 1 cp x 10 gg.
, infatti il dottore mi ha parlato di cardias beante, ma mi ha detto di non preoccuparmi perchè si tratta di una lieve gastrite.

Ho terminato il trattamento eradicante e sto proseguendo con gli altri farmaci da circa 11 giorni. Da quando ho eseguito la gastroscopia ho un fastidio abbastanza costante alla gola, come una sensazione di stretta al collo, ma non dolore. Non ho difficoltà a deglutire, riesco a mangiare tranquillamente. Sono una persona molto ansiosa e forse estremizzo i sintomi, che hanno a che fare con il reflusso immagino... Volevo sapere se è normale questo tipo di sintomo data la mia diagnosi, e se devo aspettarmi che possa durare anche a lungo o se possono verificarsi dei peggioramenti.

Inoltre vorrei sapere un vostro parere riguardo la diagnosi, o se ci sono altri approfondimenti da fare. Il mio gastroenterologo si è trasferito all'estero e quindi non ho modo di contattarlo, quindi volevo sapere se potete darmi delle indicazioni a riguardo.
Vi ringrazio molto e buona giornata!
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68,9k 2,2k 88
La gastroscopia è ben chiara e non ha necessità di altri accertamenti. Non ci sono patologie di rilievo e la terapia è appropriata. Da considerare il fattore ansiogeno che amplifica la sintomatologia.

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Salve Dottore,
Ho eradicato l'helicobacter dopo conferma del urea breath test. Continuo ad avere fastidi allo stomaco e alcuni problemi legati al reflusso come un fastidio in gola, una sorta di difficoltà a deglutire e dolori occasionali a livello del torace. Sto continuando a seguire la terapia ma avrei solo un paio di domande:
Come devo comportarmi con lo sport, posso praticarlo normalmente ad esempio qualche partita di calcetto e corsa durante la settimana o devo attenermi ad una attività fisica moderata in modo da non ampliare i sintomi da reflusso ?
Per quanto riguarda la dieta, in che momento potrò cominciare a mangiare normalmente, cioè anche alcuni degli alimenti sconsigliati ?
Grazie mille come sempre per la sua disponibilità e le risposte tempestive.
Un saluto
[#3]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68,9k 2,2k 88
Può praticare lo sport e l'alimentazione non incide sul decorso della malattia ma solo sui sintomi per cui deve essere lei a saperla conciliare.

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio