x

x

Solo colon irritabile?

buonasera,
ho 47 anni e ho sempre goduto di ottima salute fino ad ottobre 2015 in cui ho avuto una gastroenterite da klebsiella pneumoniae secondo quanto è emerso dalla coprocoltura. ho effettuato la cura antibiotica e all'esame successivo la klebsiella era scomparsa. Da quel momento fino ad oggi, però, le mie condizioni, sebbene migliorate sostanzialmente nel corso di quest'anno, non sono più come prima. Dopo aver effettuato tutte le analisi possibili (emocromo, sangue occulto, VES, PCR, protidemia, celiachia) l'unico indice infiammatorio fuori norma è risultato la calprotectina molto elevata. Ho dunque effettuato subito una pancolonscopia con ileoscopia retrograda da cui non è emersa nessuna lesione (è stata esplorata anche l'ultima ansa ileale da cui non è emerso nulla). Ho poi effettuato un'ecografia addome completo negativa e una gastroscopia da cui è risultata una gastrite lieve senza esofagite nè duodenite. Lo specialista non ha effettuato nè per la colon nè per la gastro la biopsia. Ho trattato la gastrite con ipp di cui ho fatto uso massiccio anche nel periodo in cui ho effettuato l'esame della calprotectina. ho avuto feci molli per molti mesi inframezzati da qualche episodio di diarrea, in un anno un solo episodio di febbre ( 37.6 °) risoltosi nell'arco di un giorno, dolori addominali non forti ma presenti in alcuni momenti della giornata. Ho poi deciso di sottopormi ad un'entero RM con mezzo di contrasto risultata negativa anch'essa. Lo specialista che mi ha seguito nel corso di quest'anno ha sempre ritenuto che si trattasse di sindrome di colon irritabile ulteriormente peggiorato dal mio stato particolarmente ansioso. Le mie condizioni attuali sono le seguenti: i dolori addominali sono pressocchè nulli anche se quando mangio in maniera molto abbondante e di fretta, santo un dolore nella parte destra dell'addome all'altezza delle costo le feci sono formate ma quando mangio ad esempio dolci particolarmente grassi posso avere episodi di diarrea.
Il mii timore è quello di avere il morbo di chron che pero lo specialista ha escluso categoricamente visti gli esami negativi (anche gli esami obiettivi sono sempre risultati negativi) oppure un tumore al piccolo intestino . E' possibile che nella entero RM sia sfuggita la presenza del tumore all'ileo o che un'evnetuale ileite sia sfuggita? secondo Voi, sarebbe opportuno effettuare un'ecografia SICUS per avere una confemra definitiva che non si tratti di chron?potrebbe trattarsi di una colite microscopica visto che lo specialista non mi ha effettuato la biopsia durante la colonscopia?ringrazio per la collaborazione
cordiali saluti
[#1]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 25,4k 980 12
Non ho la sfera di cristallo e quindi non so dirle.
A distanza si può dire che gli esami eseguiti non fanno pensare assolutamente alla malattia di Crohn!!!
Penserei anche io ad un intestino irritabile!
Resto a sua disposizione!
Cordiali saluti!

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2]
dopo
Utente
Utente
buongiorno dottore, ero curioso di chiederLe se in presenza di morbo di chron i valori della VES, della proteina c reattiva e dei globuli bianchi si mangengono sempre piuttosto elevati oppure se è possibile che nessuno di questi valori sia alterato.
La ringrazio anticipatamente e La saluto.
[#3]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 25,4k 980 12
Quasi sempre si trovano elevati almeno in fase acuta.
[#4]
dopo
Utente
Utente
buongiorno,
quindi è possibile che in una fase non attiva della malattia tali valori siano assolutamente nella norma? grazie cordiali saluti
[#5]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 25,4k 980 12
certo!
[#6]
dopo
Utente
Utente
buongiorno Dottore, mi spiace disturbarLa di nuovo per un'ulteriore domanda ma visto che la mia situazione, a volte, dopo periodi di quasi normalità, peggiora, le mie ansie mi portano a dover cercare una spiegazione logica a questi disagi che durano ormai da un anno . Le condizioni del mio intestino peggiorano molto (diarrea e dolori colici) sempre qualche giorno dopo (non subito) aver mangiato abbondantemente dolci o cibi particolarmente grassi. La situazione si ristabilisce a seguito di ripresa terapia con NORMIX. Essendo state escluse patologie come il morbo di chron o la colite ulcerosa, ho sentito parlare di S.I.B.O. si tratta di una patologia autonoma oppure sempre inquadrabile in altre?
Soprattutto, poi mi preme chiederLe, per ovvie ragioni, se da un'entero RM è possibile visualizzare un tumore al piccolo intestino.
La rignrazio per la Sua disponibilità. cordiali saluti
[#7]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 25,4k 980 12
1) la SIBO è una patologia infettiva.
2) si
[#8]
dopo
Utente
Utente
grazie Dottore. saluti

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio