Gastrite cronica e relazioni intestinali

Buongiorno dottori


sono in cura per pirosi e gastralgie ripetute manifestatesi nel tempo ma ormai costanti e piu presenti negli ultimi sei mesi.
Secondo referto endoscopico mi è stata rilevata una mucosa iperemica
sia in gastro che duodeno con reperto bioptico di gastrite cronica lieve in lamina propria in gasto e duodeno.esclusa presenza di hp.Vengo da una ciclo di terapia
di 2 settimane con esomeprazolo 40 mg e levopraid seguito da 6 settimane sempre di esomeprazolo e levopraid.Attualmente in cura con pantoprazolo da un mese
da continuare per altri due mesi con scalaggio a 20 mg secondo prescrizione.
Ora il problema che i sintomi non migliorano,anzi il mio intestino sembra essere peggiorato e risulta ancora piu sensibile ad ogni tipo di cibo ingerito (ho provato ogni possibile combinazione alimentare ed esclusione di fodmap ecc...)
con dolori che durano anche 8 10-14 ore,difficolta a prendere peso e stipsi,peso ormai 56 kg e non riesco ad aumentare .
Io gia da prima sospettavo di una disbiosi intestinale,si può propendere per la i sibo (sindrome da sovracrescita batterica intestinale)?
è comunque conveniente portare a termine la terapia prescritta?
A giorni dovrei eseguire gli esami del sangue prescrittimi.
Dal test al lattosio prescritto si puo rilevare una evenuale disbiosi o e meglio eseguire un breth test al glucosio /lattulosio?

vi ringrazio per un eventuale riscontro
Cordiali saluti
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 71.4k 2.3k 74
I sintomi possono essere compatibili con qualche intolleranza alimentare e/o disbiosi. Il Test al lattosio viene eseguito per rilevare l'intolleranza a tale zucchero, mentre il test al lattulosio/glucosio è indicato per la SIBO.


Cordialmente

Dr Felice Cosentino Gastroenterologo Endoscopista - Milano (Clinica la Madonnina), Monza (Wellness Clinic Zucchi)- Reggio C (Villa Sant'Anna)

[#2]
Utente
Utente
la ringrazio dottor felice per essere sempre celere nelle risposte.ora rimango nel dubbio se continuare la terapia con
ipp visto che mancano ancora 2 mesi di terapia non riuscendo a valutare il rapporto rischi benefici.nel dubbio ho sospeso i probiotici.da esami del sangue puo emergere un eventuale quadro di disordine interstinale?
una valutazione endoscopica del colon e tenue sarebbe corretta per una miglior impostazione terapeutica ?
tenendo conto che sono sotto ipp un transito intestinale completo (dall'ingestione di cibo - all espulsione fecale)avvenuto in 24 ore è normale ?

grazie ancora
[#3]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 71.4k 2.3k 74
Se non ha benefici può sospendere gli IPP. Non serve la Colonscopia per i suoi disturbi e gli IPP non influenzano il transito intestinale.

[#4]
Utente
Utente
buongiorno dottor felice ho effettuato esami del sangue
e gia al 36esimo giorno di assunzione di pantoprazolo
risultano essere elevati i valori di
bilirubina totale 1.59 su un massimo di 1.20
bilirubina frazionata diretta 0.48 su massimo 0.30
bilirubina frazionata indiretta 1.11 su massimo 0.80
acido folico 3.7 su intervallo 3.9- 26.8
neutro % 33.5 40-75
linfo % 56.8 20-50

la vitamina b12, la tsh,anticorpi anti transglutainasi iga, immunoglobine iga,lipasi ,amilasi ,ggt,alt gpt,ast/got
e gli altri valori dell emocromo risultano nei valori.

ora sono al 48 gg di assunzione e me ne mancano 8 gg ancora da prendere alla dose di 40 mg e poi scalaggio per 28 gg a 20 mg, e consigliabile un immediata sospensione del pantoprazolo?
consiglia di assumere integratore di acido folico?
i valori torneranno normali alla sospesione del farmaco?

si puo sostettare di una gastrite autoimmune a causa dei valori neuro e linfo sballati?perche le loro percentuali di coposizione sono sballati e i valori relativi neutro# linfo # sono nella media?

grazie mille per un suo cordiale riscontro



Microbiota

Cos'è il microbiota e perché è così importante per l'organismo? Funzioni, equilibrio e alterazioni della flora intestinale, prevenzione, cura e rimedi.

Leggi tutto