Utente
Salve dottori. Ho 36 anni e da circa 3 anni vanno e vengono alcuni sintomi che nel tempo quando si ripresentano, sembrano più forti di prima. Attualmente ho un gonfiore di pancia enorme, non capisco se dovuto allo stomaco o all'intestino. So solo che dopo i pasti diventa enorme e mi sento esplodere per ore. Quando si attenua un pochino la sensazione di esplodere, rimane comunque una sensazione simile ai crampi, non dolorosi, più simili ad una tensione muscolare continua in tutta la regione in particolare sotto le costole. Talvolta riesco ad eliminare una quantità spaventosa di gas attraverso la flatulenza anche per diverse ore. Mi da sollievo ma rimango abbastanza gonfio. Dopo i pasti per ore permane una cattiva digestione e qualche volta sento rivenirmi su il cibo anche dopo diverse ore. Due anni fa il gastroenterologo mi fece fare un'ecografia addominale dalla quale si vedeva solamente una massiccia presenza d'aria. Così mi tranquillizzai e continuai con la cura assegnatami che consisteva in un inibitore della pompa protonica e riopan. Ora sono di nuovo in quello stato, anche peggiore. Per anni ho sofferto di diarrea quasi quotidiana alternata a periodi di stipsi. Ormai da qualche anno sono piuttosto stitico ma ho notato che le feci si presentano leggermente schiacciate. Può trattarsi di un tumore dell'intestino? Dalle analisi del sangue risulta un solo valore leggermente sotto tono. Sideremia a 58 su un minimo di 65 ma gli altri valori sono apposto. Di mia iniziativa ho eseguito il breath test per verificare la presenza di helicobacter. i risultati saranno pronti il 19 Dicembre. Mi sveglio quasi sempre alle 3, 4 di mattina con un senso di acido in gola. Ho smesso di fumare da un anno. Può trattarsi di helicobacter? o magari una intolleranza alimentare? oppure mi consiglia di sottopormi alla fastidiosa gastroscopia? Ho tanta paura che possa trattarsi di qualcosa di brutto.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Non serve la gastroscopia o la colonscopia. E non bisogna pensare al tumore. Si tratta molto probabilmente (anzi certamente) di qualche intolleranza alimentare (lattosio, glutine).

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio Dottor Cosentino, tuttavia in passato ho eseguito il test per la celiachia (di quelli che si comprano in farmacia) ed è risultato negativo. Per quanto concerne il lattosio, non lo assumo quasi mai non mangiando formaggi e non bevendo latte. L'unica eccezione è la mozzarella sulla pizza. In ogni caso quale test mi consiglia di fare? grazie ancora e buona domenica.

[#3] dopo  
Utente
...

[#4]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Esegua il breath test al lattosio. Inoltre per l'intolleranza al glutine di tipo non celiaco non esistono test, ma bisogna eliminare il glutine e valutare l'effetto.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it