x

x

Gastrite cronica, ernia iatale, reflusso

Soffro di gastrite cronica da più di 10 anni e assumo antra 20 mg capsule rigide omeprazolo da maggio 2009, ho fatto due gastroscopie nel 2009 e 2010 con notevole difficoltà con risultato di gastrite cronica, ernia iatale, HP negativo. l'11/01/2018 ho fatto una visita specialistica e il gastroenterologo mi ha ordinato antra 10 mg capsule rigide omeprazolo 1 capsula la mattina prima dei pasti e Nausil plus 1 compressa dopo dei pasti, poi RX esofago stomaco e duodeno, e Ricerca HP nelle feci, Il risultato di Rx è : In posizione prona e supina si mette in evidenza voluminosa ernia iatale gastrica da scivolamento, solo parzialmente reversibile in ortostasi, con associato reflusso. L'esofago terminale è discinetico, prevalentemente ipotonico, esente da lesioni di parete rilevabili con la metodica. Lo stomaco è normoconformato, normale per tono e peristole, con accentuazione del rilievo plicale mucoso, esente da lesioni organiche. Tendenza a prolasso pilorico. Normale conformazione del bulbo e dei restanti tratti duodenali, senza apprezzabili lesioni di parete. Per quanto riguarda la ricerca HP nelle feci ho portato il campione nel laboratorio d'analisi dell'Asl ma mi hanno detto che dovevo sospendere Antra per almeno 15 giorni quindi non si poteva analizzare, il mio medico curante è molto contrario che assumo Antra perchè dice che non si può prendere per lunghi periodi e inoltre non mi fa digerire bene, dal 19/02/2018 ho sospeso Antra dopo quasi nove anni e sto prendendo Antepsin 1 g compresse 3 volte al giorno 1 ora prima dei pasti e al momento di coricarmi la sera, per effettuare tra circa una settimana l'esame della ricercaHP nelle feci. Purtroppo da quando ho sospeso Antra da 10 mg. tutti i giorni sento un bruciore di stomaco che è molto fastidioso e arriva talvolta fino alla gola, ho preso qualche bustina di Gaviscon che mi da un po di sollievo, comunque questo bruciore non è continuo viene per alcuni minuti poi passa e di solito mi viene due/tre volte al giorno, vorrei sapere se questo bruciore dipende dalla dipendenza di tanti anni da Antra che adesso ho sospeso, e se posso avere la speranza di non prendere più Antra, sostituendolo con un farmaco più leggero che mi inibisce il bruciore dello stomaco.
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 69,1k 2,2k 88
L'esame dell'hp nelle feci si può eseguire sotto terapia. ASL da bocciare......

I sintomi sono da reflusso. Conviene comunque attendere almeno 20 giorni senza terapia per capire e decidere se riprendere l'IPP.



Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la risposta, vorrei sapere se riesco a non prendere l'IPP Antra, qual'è il farmaco migliore contro il reflusso, quello che prendo attualmente al posto di Antra, è Antepsin 1g compresse ed è molto impegnativo si deve prendere 3/4 volte al giorno un'ora prima dei pasti, inoltre mi provoca stitichezza, se invece sarò costretto a prendere ancora Antra si può prendere tranquillamente? Oppure devo sentire il medico curante che mi sta terrorizzando, per lui Antra è un farmaco molto pericoloso che si può prendere al massimo per 1 mese e non per 9 anni come ho fatto io!!! Ma cosa c'è di pericoloso? Fa produrre poco acido? Io soffro anche di ansia mi sto stressando notevolmente.
Cordiali saluti.

Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto

Sai proteggerti dal sole? Partecipa al nostro sondaggio