Utente
Buonasera sono una ragazza ho 25 anni, da 3 mesi non riesco più a mangiare, il mio problema è partito il 17 dicembre, mentre mangiavo il boccone di pane mi è rimasto fermo nel primo tratto esofago dandomi sensazione soffocamento, feci in tempo ad alzarmi per sedermi su una sedia che iniziai ad avere una forte rigidità del corpo seguito da fortissimi scossoni e scatti strani gambe e braccia, occhi fissi, fortissima rigidità e chiusura mascella che improvvisamente scattava ripetutamente facendomi battere violentemente denti 3 volte di seguito per poi sigillarsi di nuovo, durato 20 minuti, una volta terminato il mio corpo rimase estremamente rigido per 5-6 ore successive e la mascella molto rigida, non permettendomi di parlare correttamente, fortissimo mal di testa partito praticamente subito dopo la fine degli scossoni e soprattutto non riuscivo a comunicare normalmente, nel senso, capivo le domande che mi ponevano ma nonostante sapessi la risposta ci mettevo molto tempo ad afferarla nel mio cervello per poterla comunicare. Anche questo durato 5-6ore.mi volevano ricoverare ma rifiuta e andai a casa sperando passasse da se. Dal giorno dopo avevo da subito difficoltà a deglutire, forte tensione al collo e mascella nodo in gola.tutti a dirmi "e stato un attacco di panico" ma io non ho mai sofferto di attacchi di panico e tt ora a distanza di 3 mesi non mi è risuccesso. La cosa è andata sempre peggiorando e da che era difficoltà a deglutire e diventata totale incapacità con qualsiasi cosa soprattutto solidi, difficoltà a respirare, nodo e tensione gola, poi ho iniziato ad avere difficoltà a parlare fino a smettere del tutto perché il fastidio era troppo e la voce molto bassa, sforzarmi ad alzare voce o parlare mi faceva peggiorare respirazione e mi dava senso di irritazione gola, apnee notturne poi si sono aggiunti forti mal d'orecchie costanti ad entrambe, poi tosse, ora non mangio più da 3 settimane (bere brodo caldo era il massimo che riuscissi a fare ma ora le cose calde mi danno fastidio ) sto in piedi solo con 2 o 3 bicchieri di succo di arancia al giorno, ho perso 10kg e il peso ha smesso di scendere solo e unicamente perché ho smesso di prendere eutirox mandandomi di proposito in ipotiroidismo x evitare di finire sotto i 50 kg perché stavo iniziando a scendere troppo velocemente.
Come ha capito soffro di tiroide hascimoto, ho 2 noduli all istmo 5e 6 mm, ipoecogeni contenuto misto e unica differenza concomitante anche con questi sintomi è una marcata e diffusa ipervascolarizzazione ghiandola di tipo 3 quindi i noduli ora sono anche vascolarizati.
L otorino ha escluso cause riguardanti il suo campo, e prescritto rx esofago con Bario, risultato riduzione del tono e della peristalsi esofago a con conservato transito del Bario senza stenosi in atto, il tecnico ha detto a parole che nel primo tratto dopo deglutizione il Bario rallentava, infatti io sento letteralmente che si ferma in quel punto e a volte devo tossire x farlo risalire e ringoiare

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Deve eseguire una gastroscopia con biopsie in esofago per escludere un'esofagite di tipo eosinofilo che può dare disfagia.


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la veloce risposta dottore. Questo esame è possibile svolgerlo senza anestesia? Nella mia ignoranza avevo pensato si fosse trattato di qualche episodio di reflusso extra esofageo, sono fuori strada?
Un'altra cosa, nei mesi antecedenti a tutto questo iniziai ad avere sempre più difficoltà nel mangiare perché il cibo ad ogni pasto mi andava di traverso, nonostante prestassi molta attenzione nel masticare bene e lentamente e ingoiare bene, e 1 o 2 volte ho avuto questi episodi di blocco cibo nel primo tratto ma si sono risolti in 3-5 minuti senza ulteriori fastidi nei giorni seguenti e iniziai ad avere difficoltà a stare del tutto sdraiata perché avevo sentivo pressione alla gola dandomi senso di non respirare bene e nell'ultimo mese prima di questo ogni mattina mi svegliavo con la lingua immobilizzata e non riuscivo a parlare correttamente perché la lingua non si muoveva, durava circa10-15minuti poi tornava normale, succedeva solo al risveglio. Ora ho dolore sotto lingua e dietro palato se provo a sbadigliare mi fa proprio male anche se non ne capisco il motivo.
Dottore questa situazione è riparabile? Riuscirò a mangiare di nuovo o resto così?
La ringrazio ancora per il suo aiuto e il suo tempo, le auguro buona giornata

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Ovviamente alla sintomatologia esofagea si aggiunge un forte stato d'ansia se non di panico. Serve al più presto la gastroscopia.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Sinceramente non mi sento impanicata. Ho solo molta fame e inizia a essere frustrante proprio per questo, Mi preoccupa il peso che continua a scendere mi sono pesata stamani e sono scesa ulteriormente, 49kg.
Per la visita gastroentologica la fisso già in settimana perché l'ospedale mi ha dato disponibilità solo a maggio.
Posso farle alcune domande? Mi piacerebbe avere una sua opinione.

-Se ci fosse stato un tumore nel esofago con rx con contrasto si sarebbe evidenziato giusto? quindi si può già escludere?

-Potrebbe essere la tiroide a schiacciare l'esofago visto che nell'ultimo referto si è evidenziato aumentata e diffusa ipervascolarizazzione ghiandola di tipo 3?

Mi sarebbe possibile in qualche modo scannerizzare e mostrarvi la rx?

La ringrazio ancora per il suo tempo e le sue risposte.

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Un tumore si sarebbe escluso con l'RX è la tiroide potrebbe comprimere l'esofago sono in caso di un voluminoso gozzo, e non è il suo caso.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
Ok la ringrazio molto già così mi è più chiara situazione.

Le pongo solo ultimi dubbi per la gastroscopia così a visita con il gastroenterologo ho già un idea chiara di cosa chiedere.

Avendo avuto moltissime carenze tra cui carenza vit gruppo B, acido folico,omocisteina alta, vit D assente e totale anemia (che credo si sia ripresentata) è il caso che prima della gastroscopia faccia degli esami del sangue soprattutto per anemia se si devono fare dei prelievi di tessuto durante l'esame per evitare di sanguinare?

Non importa se la mia tiroide al momento non presenta valori giusti?

È possibile fare gastroscopia senza alcun tipo di anestesia e x via nasale anche se si devono fare dei prelievi di tessuto?
Infondo l'esame non dura più di tanto e per 20 minuti preferisco sopportare il fastidio piuttosto che andare incontro a rischi per la sedazione.

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Può fare tranquillamente la gastroscopia per via nasale senza sedazione.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Utente
Ok la aggiornerò dopo la visita è appena farò gastroscopia :) grazie mille per l'aiuto,
e stato gentilissimo

[#9]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Perfetto, a risentirci.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#10] dopo  
Utente
Buon pomeriggio dottore volevo aggiornarla su una cosa. Ieri per motivi familiari c'è stata una lite che mi ha affaticata parecchio perché avevo gola e corde vocali già infiammate. Dopo questa lite inizio ad avvertire un fortissimo dolore al petto era come avere una pietra in petto, dura e grande, faceva veramente male. Ma sinceramente lo ignorato ero stanca e volevo solo riposare e così ho fatto. Stamani mi sono svegliata avvertendo già molto molto meno dolore di ieri quasi tolto praticamente. Stamani per dei controlli all'ospedale riguardanti il reflusso ho detto del dolore al petto forte e mi hanno fatto e ecg è esami sangue. È uscito un rialzo troponinico. E mi hanno trattenuta per ripetere ecg e valori del sangue dopo 3 ore
Mi è stato spiegato che si tratta di infiammazione cardiaca e che stava rientrando e che è venuta perché l'esofago infiammato è praticamente vicino al cuore e di conseguenza ha infiammato il cuore.
La mia domanda è : può succedere? L'esofago infiammato da reflusso può infiammare cuore?

Probabilmente se fossi andata ieri i livelli di che indicano questa infiammazione sarebbero stati ben più alti considerando che il dolore acuto lo avevo tutta la giornata e serata di ieri per poi migliorare in tarda nottata e essere molto lieve al momento del prelievo.

[#11]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
>> La mia domanda è : può succedere? L'esofago infiammato da reflusso può infiammare cuore? <<


Inverosimile.....
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#12] dopo  
Utente
Quindi mi devo preoccupare per questo valore? Nel referto c'è scritto solo lieve rialzo troponinico, ma io al momento dei due prelievi oramai già stavo bene e il dolore che ho avuto ieri era praticamente quasi nullo.

[#13] dopo  
Utente
l'unico dolore che avevo durante prelievo da ieri insieme a quello al petto e venuti insieme e avendo la stessa intensità è quello alla parte bassa gola, tipo altezza tiroide, stesso dolore fortissimo con dolore molto forte a deglutizione. Al petto non c'è più dolore ma alla parte bassa gola e deglutizione c'è, si sta ancora piano piano alleviando.sono abbastanza perplessa su un infiamazione cardiaca spiegata a quel modo. Ma dal tronde non essendo medico non potevo rispondere. Mi conviene far qualcosa?

[#14] dopo  
Utente
Volevo aggiornarla in merito a visita gastroenterologica risultati analisi e situazione. Il gastroenterologo mi disse non riusciva bene a capire sintomi (ha tenuto conto anche di problemi intestinali e dolori forti all'addome, sensazione di pienezza quando mangiavo e di non completa evacuazione avuti x 4 mesi antecedenti alla comparsa di questi altri sintomi) prescritti Emocromo Ves Protidogramma Ferro IgE Totali CEA CA19.9 CA 125 Alfa1fp calcio ferritina Anti transglutaminasi Anti endomisio, tutto nella norma esami perfetti, quelli celiachia ho saputo che bisogna mangiare col glutine per avere risultati ma io non mangio da 3mesi e pure i succhi di frutta li ho comprati senza glutine perché i normali mi danno fastidio dopo 3-4 sorsi mi si gonfia infondo palato e infondo gola mancandomi aria quindi nn tocco glutine da mesi e non so se siano attendibili. Fatta eco addome risulta tutto negativo tranne fanghiglia cistifellea e il mio angioma al fegato che a novembre era 8mm (fatta in varie strutture misurava sempre 8 mm) oggi è 1.4cm.in ospedale mi controllarono cavo orale col bastoncino riscontrando nel referto infiammazione e escoriazioni. Il mio esofago da rx con Bario dissero risultava ristretto e il Bario rallentava dopo aver deglutito, c'è scritto no stenosi in atto, cardias funziona bene.
Dovrei fare gastroscopia con biopsie martedì, ho prenotato quella transnasale. Vorrei evitare Anestesia visto che ho problemi a respirare credo per colpa che sono infiammata da tutto questo tempo.

Visto risultati analisi verso cosa ci indirizza la diagnosi?

Da gastroscopia le biopsie nonostante non mangi glutine e lattosio possono rilevare comunque celiachia e intolleranze a glutine e lattosio?

Le escoriazioni nel cavo orale cosa può crearle? Sono ulcere oppure no?

Esofago ristretto con perdita peristalsi e tono cosa lo crea visto che non risultavano stenosi in atto?

Per l'angioma raddoppiato in questi mesi devo tenerne conto? Può essere legato al mio problema all'esofago?

Visto I marcatori tumorali negativi posso totalmente escludere tumori esofago colon fegato o altro?

Ci sono altri esami che dovrei svolgere tipo allergici o altro prima di gastroscopia?

Mi scusi le tante domande ma spero possa rispondere. La ringrazio anticipatamente per la sua cortese attenzione

[#15]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Troppi quesiti. Non è possibile risolvere a questione via web. Solo direttamente con il gastroenterologo si può trovare una via di uscita.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#16] dopo  
Utente
Buonasera dottore le vorrei chiedere questa cosa.
Sto prendendo levobrent 25mg prima dei pasti 2 volte al giorno, limpidex 30mg 1 volta al di e gaviscon come è quanto ne riesco a deglutire. sono al 6 giorno ma sto giorno dopo giorno peggiorando anziché migliorare. Ho bocca e gola totalmente secchi, aridi costantemente. Mucose bocca gola gonfie che sanno di un sapore strano e sto passando nottate in piedi perché più sono secche più si gonfiano e meno riesco a respirare bene, non posso nemmeno sdraiarmi.ho forti mal d'orecchie e evito di parlare perché mi peggiora infiammazione respirazione . Devo continuare i farmaci nonostante mi stanno facendo aumentare secchezza e gonfiore gola e bocca e I sintomi a respirare?
Pensavo che assumendo farmaci reflusso sarei stata via via meglio no di peggiorare quotidianamente.
È normale?

[#17] dopo  
Utente
Vorrei aggiornarla sulla situazione, ho fatto analisi feci per elicobacter pylori è risultato positivo, e tampone faringeo in cui è risultata marcata crescita di candida albincans.
Sto avendo reazioni di orticaria perfino al gaviscon diluito in acqua.
Devo curare prima candida? Oramai sarà già anche nel tratto del esofago?
Visto le mie reazioni allergiche cosa posso fare se ho sensibilità pure ai farmaci candida?
Non posso restare senza curarmi ma nessuno sa aiutarmi sono molto demoralizzata e stanca. In ospedale non mi ricoverano il mio medico non è un medico indagatore ho che si cura del paziente, sto facendo praticamente tutto da sola sulle Indagini. Il gastroenterologo mi ha praticamente detto non puoi pretendere i farmaci? E inutile che torni non posso curarti.
Che devo fare x avere una cura? Devo rivolgermi prima ad un allergologo? O fare le cure in ricovero ospedaliero così da essere sotto controllo?

[#18]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non sarà mai ricoverata per questo problema, deve solo rivolgersi prima ad un allergologo.


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#19] dopo  
Utente
Buonasera volevo aggiornarla sulla gastroscopia eseguita, premetto che chi me l ha eseguita è stata frettosola e restia a fare biopsie ancora prima di iniziare . Ho chiesto biopsie per verificare esofagite eosinofila, per cui mi è stato fatto un solo prelievo, avevo chiesto biopsie anche x accertare se c'è o meno candida esofagea non mi ha fatto prelievo mi ha spiegato che nelle biopsie fatte se c'è lo vedono comunque anche senza fare richiesta specifica di ricerca per candida Albincans perché ne sono affetta a livello orofaringeo. la vedranno cmq anche se non la ricercano? questa domanda mi preme molto, vorrei essere chiarificata se funziona davvero così.

Le scrivo referto.

Esofago regolare per calibro, lunghezza, decorso,Iieve iperemia precariale (fatta biopsia). Stomaco e pareti elastiche, rivestite da mucosa rosea e indenne da lesioni in tutti i settori, piloro pervio. Bulbo rivestito da mucosa normale. In D2 pliche appiattite (bio per celiachia)

Diagnosi lieve esofagite, sospetto celiachia.

A voce mi ha confermato reflusso ma non riportato nel referto. Durante la gastroscopia guardavo anch'io nel esofago e comparsa una grossa macchia dal colore molto brutto marcia marrone/verde dai contorni aranciati o cmq non come le mucose rosee e sane. Ho chiesto subito cosa fosse da prima mi è stato detto forse piccola lesione per il passaggio tubo, ho richiesto per chiarificazioni perché preoccupata e mi è stato detto muco il punto è che si vedeva nn fosse muco ma la carne/parete del esofago, era un po' rappresa un po' come le ragadi come se quell'area di quel colore fosse secca e nei pressi ho notato chiaramente la candida c'erano dei pallini bianchi ma lo hanno rettificato ancora cm muco, ma erano proprio pallini singoli in rilievo bianchi nella stessa area a nessuna delle due cose è stata fatta biopsia. (si, ho visto video e foto con molte gastroscopie e mi sono documentata tanto proprio per capire visivamente le anomalie è quella era proprio candida)

L'esame è stato richiesto perché a seguito di blocchi di bolo cibo all'ultimo ebbi una forte crisi per cui mi consigliarono molti accertamenti neurologici e cardiaci che non ho eseguito sottovalutando problema all'inizio, da quel momento impossibilita di mangiare. E perché rx mostrò perdita tono e peristalsi esofagea cioè il Bario rallentava è esofago ristretto.

Mi chiedo per il mio problema ad alimentarmi da mesi qual'è il responso? Semplice celiachia mi sembra improbabile possa compromettere il movimento esofago (anticorpi negativi per lungo digiuno, genetica positiva) che consiglio mi da? Può centrare l'iperemia precardiale? Per favore mi dia una mano

[#20]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Attenda l'esito delle biopsie e poi il mio consiglio è di eseguire una manometria esofagea per lo studio della motilità.


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#21] dopo  
Utente
Buongiorno dottore mi sono messa in contatto con un esperto per fare manometria. L'attesa è un po' lunga.
Nel frattempo posso mostrarle le rx esofago con Bario? Mi è stato detto che c'è lieve restringimento nella zona tra stomaco e esofago, vorrei una sua opinione.
In caso concordasse anche lei col lieve restringimento potrebbe essere causato dal iperemia riscontrata? O da un principio da acalasia ?
Mi farebbe davvero piacere avere una sua opinione per capire se c'è realmente questo restringimento.

https://drive.google.com/file/d/1-TIHRQ6vbj8_hqHBXB3Y1wRoDe81ikYf/view?usp=drivesdk

https://drive.google.com/file/d/1KKqtn4rbD8cw5iKhzWzAiImfapIbjDUq/view?usp=drivesdk

https://drive.google.com/file/d/1E852INDWGa9bWUPpQGpaB3MK2wlzbFe2/view?usp=drivesdk

https://drive.google.com/file/d/1tMrqIXK3DFe3l8340BoqlGmfiMNZq6Zp/view?usp=drivesdk

https://drive.google.com/file/d/1yTZmrryMQnmTNNMTCgQ2GJzUpDiujpu1/view?usp=drivesdk

[#22]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non è chiaro tale restringimento, ma cosa ha scritto il radiologo nel referto ?
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#23] dopo  
Utente
Regolare il decorso del esofago. Riduzione del tono e della peristalsi esofagea con conservato passaggio del Bario senza stenosi in atto. Cardias pervio.


Alla mia richiesta di cosa significasse perdita tono e peristalsi esofagea mi è stato spiegato che dopo ingoiato il Bario rallentava è che c'era lieve restringimento. E mi consiglio di fare gastroscopia, lo fatta due mesi dopo praticamente è c'è solo lieve iperemia precardiale.

Dice non è chiaro tale restringimento perché non si vedono bene le foto o perché è in dubbio?
La ringrazio per l'aiuto.

[#24]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non c'è restringimento.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#25] dopo  
Utente
Salve dottore volevo aggiornarla su una cosa, sotto consiglio del otorino perché avvertivo linfonodi gonfi sopratutto una massa che ogni tanto si gonfia diventando turgida se pur circoscritta e di 2cm circa sotto mandibola che mi indolenzisce e fa leggermente male tutto sotto mandible mento e collo per poi nei giorni prendere anche spalle, ho fatto ebv test su campione di sangue.
Il risultato
Anticorpi Igg 163
- valori sotto i 20 negativo
- sopra i 20 positivo.

Anticorpi igm <10
- valori sotto i 20 negativo
- sopra i 40 positivo.


Il punto è che la mononucleosi si trasmette con la saliva, ma io per questioni personali di natura psicologica non sono mai stata con nessuno né mi sono mai scambiata baci. Com'è possibile questo riscontro allora?
Ho letto può risultare in sclerosi multipla o in alcuni linfomi.
Sarebbe fattibile una trasmissione tramite sonde non pulite adeguatamente oppure posso totalmente escludere questo tipo di trasmissione?

Devo farlo presente al neurologo alla visita fissata per il 22 o all immunologo che ho per il 18?
Che ulteriori esami dovrei fare per capire se c'è un linfoma dove si gonfia? Una eco con ecocolordopler andrebbe bene?