Utente 507XXX
Gentili dottori,
Dopo anni di consulti con vari medici per sintomi quali: anemia, carenza di vitamina b12, rame, assieme a un dimagrimento eccessivo, insonnia, malassorbimento, mucorrea, perdite ematiche nelle feci poco formate e perdite ematiche nella gola e altri disturbi; la diagnosi del mio gastroenterologo è: proctite, inoltre si sospetta una rettocolite ulcerosa non ancora conclamata! Iniziata una cura con mesalazina e asacol ( tutti i giorni) da subito ho iniziato a curare i miei sintomi ma non del tutto. Curo la dieta e da 8 mesi non assumo più frutta e verdura, temo di assumerla. Purtroppo nei periodi vicini e durante il ciclo, tendo nuovamente ad infiammarmi, ad avere perdite di peso, pallore, e sono disabilitata per la stanchezza..è come se l'infiammazione intestinale si "riaccendesse" é una cosa possibile durante il ciclo? In famiglia ci sono casi di morbo di Chron, ma i sintomi peggiori li ho solo io, con nessuna diagnosi di patologie autoimmuni. Com'è possibile?
Inoltre, nei referti delle analisi ho ANA positivi 1.80 Maculato e carenza di C3.
Grazie anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Come è stamta fatta la diagnosi?
Come sono gli indici di infiammazione?
Resto a sua disposizione! Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 507XXX

Salve Dott.re Bacosi,
La ringrazio per la disponibilità.

La diagnosi è la seguente:
Lembi superficiali di mucosa del piccolo intestino sede di iperplasia della componente linfoide associata alla mucosa con centri germinativi floridi.
2 Frammenti di mucosa del grosso intestino sede di lieve e focale flogosi cronica della lamina propria. Coesistenza parallelismo ghiandolare.
Referto endoscopico:
Ileo presenta alcune petecchie ed aree erosive superficiali come da assenza dei villi. Mucosa del retto lievemente granulare iperemica petecchie.

La calpocrectina era molto alta, sopra i 1000 ma non ricordo con esattezza, e non riesco più a trovare quel referto.

Purtroppo non ho potuto effettuare una biopsia certa per celiachia, in quanto già a dieta da un anno da glutine per intolleranza. Ora che ho potuto reintrodurre il glutine, al prossimo controllo verrà fatto anche questo esame.

[#3] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Da questo esame non si può fare diagnosi di rcu
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente 507XXX

Il gastroenterologo ha infatti comunicato che può trattarsi di una colite ulcerosa che non ha ancora creato il danno su tessuto.
Quindi per il mio dottore non ho rcu, ma è agli stadi molto iniziali.
Dottore, lei in base ai miei sintomi scritti qui, cosa può dedurre? Quale potrebbe essere la patologia?
La ringrazio.

[#5] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Ha diarrea?
Quante evacuazioni ha al giorno?
Evacua mai di notte?
Ha fatto una gastroscopia?
Ha fatto il dosaggio anticorpi per la celiachia?
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#6] dopo  
Utente 507XXX

La diarrea l'ho avuta nel 2015 per un anno intero poi pian piano si è interrotta.
Non ho più neanche feci con sangue o muco, ora le feci a volte non sono formate, sono piccole o spezzate, oppure a forma fina, stretta e lunga e a volte ho stitichezza. Vado 1 volta al dì e non più di notte.
Ho intolleranza al lattosio, nichel e glutine.
Non ho potuto fare durante la colonscopia un test per la celiachia in quanto non assumevo glutine da molti mesi (è programmato per la prossima colonscopia) il dosaggio invece non presenta nulla e nemmeno su mappa genetica non ho predisposizione di celiachia.
Durante i 3 ricoveri mi hanno fatto di tutto tranne Tac. Hanno riscontrato solo una blanda gastrite curata con Pentacol.
Dottore vorrei anche farle sapere che durante l'applicazione di Asacol schiuma rettale ho molto bruciore e non capisco perché visto che non ho rcu. Non comprendo neanche questi ANA positivi che sono indice di malattia autoimmune e la copiosa perdita di capelli e peli sul corpo.
Ho sofferto anche di candida intestinale e vaginale.
La ringrazio ancora.

[#7] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
1) lei non è celiaca
2) la gastrite non si cura con il pentacol
Ho impressione che nel suo caso si sia fatta confusione.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#8] dopo  
Utente 507XXX

Il farmaco prescrittomi per la leggera gastrite è Pantorc, perdoni la confusione.
La celiachia sarà confermata solo tramite una coloscopia con assunzione di glutine di almeno 3 mesi.
Attualmente assumo Mesavancol 1200, 4 cps al dì e Asacol alternato a Pentasa.

Ringraziandola le porgo i miei cordiali saluti.

[#9] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Per la celiachia:
1) NON SERVE LA colonscopia ma la gastroscopia!!!!!
2) se ha anticorpi negativi e test genetico negativo a che serve fare una gastroscopia visto che già sa di non essere celiaca?
Lo vede che c'è grande confusione nel suo caso?
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#10] dopo  
Utente 507XXX

Perché mi è sempre stato detto che per la conferma di un'ipotetica celiachia, bisogna effettuare una colonscopia o gastroscopia (non sono un medico)

Si è fatta confusione in quanto gli ospedali qui non sono all'altezza e le possibilità economiche sono limitate.

Lei, essendo un medico, cosa può trarre dai miei sintomi e dalle carenze riscontrate? Cosa può consigliarmi? Inoltre, ho spesso febbricola e durante il ciclo tutto si peggiora.

[#11] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
La diagnosi di celiachia si fa SOLO con gastroscopia.
Il suo caso non può essere seguito via web.
Si affidi ad un bravo gastroenterologo.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#12] dopo  
Utente 507XXX

Va bene, grazie ancora.
Vorrei solo chiederle un'altra cosa se posso.
Durante la prima colonscopia, in un ospedale molto impreparato, mi riscontrarono un piccolo polipo intestinale che fù tolto e analizzato ma senza riscontri negativi.
Può esser che fosse un tumore e che non abbiano fatto bene una biopsia su di esso?
Eventualmente, un tumore, può dare i miei stessi sintomi?

La ringrazio.
Cordiali saluti.

[#13] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
No a tutte e due le domande.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia