Utente 425XXX
Buongiorno,

Sono un maschio di 32 anni, purtroppo in sovrappeso (1.80 x circa 100 kg), la mia unica storia medica fino ad oggi è stata dovuta a calcoli della cistifellea, la quale mi è stata rimossa sei anni fa. In famiglia ho avuto numerosi casi di malattie neoplastiche, tutte di tipologia diversa.

Da sabato scorso (circa 6 giorni) soffro di alcuni disturbi intestinali abbastanza fastidiosi, ve li elenco:

- Dolore addominale abbastanza leggero (non fitte, ma leggero sentore - tipo un pizzicotto momentaneo -) localizzato prevalentemente nel quadrante inferiore sinistro dell'addome, vicino all'ombelico. A volte il dolore è "mobile" ed è localizzato più in alto, o nel quadrante destro ma prevalentemente (80%) rimane fisso. Il dolore è altalenante e scompare completamente quando sono a letto (notte tranquilla), e quasi del tutto quando seduto. Ho anche notato che quando faccio camminate o più in generale attività fisica, il dolore tende a scomparire per una fase prolungata di tempo. Tende invece leggermente a peggiorare (ma rimane comunque lieve) dopo mangiato.

- Da circa 3 giorni borborigmi ben udibili provenienti dall'addome inferiore.

- Defecazione "abbastanza" normale anche se ho notato feci leggermente più molli (ma comunque ben formate), di un colore che definirei normale (marrone chiaro), anche se è presente una leggera quantità di muco (sostanza viscosa, a volte bianca, a volte marroncino chiaro tendente all'arancio/giallo). La quantità è comunque molto limitata. No presenza di sangue visibile nè nelle feci, nè sulla carta igienica. La frequenza di defecazione è pari a circa 1 volta al giorno o a volte anche 2 (ma in quantità minore). A volte sento un senso di "andare in bagno" ma non riesco invece a defecare, cosa che succede puntualmente qualche ora dopo.

Non lamento altri malesseri quali diarrea, nausea, mancanza di appetito o altro.

Lunedì (3 giorni fa) mi sono recato dal mio medico di base che ha suggerito l'assunzione 1 volta/di di fermenti lattici per 10 giorni.Nient'altro.

Da quando li prendo ho notato una riduzione ulteriore del fastidio addominale. I borborigmi sono invece aumentati, soprattutto alla sera dopo la mia assunzione quotidiana di tè.

Cosa mi consigliate di fare?

Sono una persona abbastanza "ipocondriaca" e tendo sempre a pensare male, e questo non mi aiuta. Continuare coi fermenti lattici oppure è il caso di effettuare qualche altra analisi per escludere cause più severe?

Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Probabilmente solo intestino irritabile amplificato da notevole ansia.
Continui con i fermenti per 4 settimane (meno non serve).
Se non migliora faccia una visita gastroenterologica di controllo.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 425XXX

Buongiorno Dottore e grazie per la celere risposta. Giusto un paio di domande ulteriori:

1) I fermenti lattici sono sufficienti una volta al giorno, la mattina a stomaco vuoto o è il caso di prenderne di più?

2) Ci sono determinati alimenti/condimenti che vanno assolutamente evitati? ho sentito parlare di tè, caffè, peperoncino, cipolla, aglio etc.

Grazie, la terrò aggiornato.

[#3] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Una al giorno lontano dai pasti

Cibi molto.dolci
Cibi molto speziati
Cibi molto grassi
Funghi
Legumi
Carciofi
Verdure cotte
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente 425XXX

Buongiorno Dottore,

Mi rendo conto che sono passati solo pochi giorni, ma desideravo fornirle un breve aggiornamento sulla mia situazione.

Da quando prendo i fermenti lattici:

- Il dolore addominale si è molto attenuato, quasi del tutto scomparso. Quelle poche volte che appare tende ad essere mobile, a volte a sinistra, a volta a destra, a volte al centro.

- I borborigmi continuano.

- L'aspetto delle feci è cambiato. Ed è la cosa che più mi preoccupa in questi giorni. Sono più "formate" però tendono inizialmente a galleggiare (per poi dopo un po' andare a fondo). Oggi però ho notato che il colore si è fatto più chiaro, un marroncino con sfumature giallastre (solo nell'ultima evacuazione, nei giorni precedenti erano normali). Tendono anche ad essere abbastanza maleodoranti.

- Una dottoressa che ho avuto modo di interpellare, dopo avermi "ascoltato" l'addome, mi ha riferito che la "peristalsi" è molto accelerata ma che l'addome è "bello", non globoso nè con cose anomale.Si è spinta ad ipotizzare una causa "virale".

La mia domanda è:

1) Questo aspetto delle feci può essere dovuto a questa peristalsi accelerata?

2) E' il caso di sottoporsi ad altri esami o ritiene ancora sufficiente procedere coi fermenti lattici?

Grazie.

[#5] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Se proprio vuole fare qualcosa, faccia una visita gastroenterologica.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia