Utente
Un saluto a tutto lo staff di Medicitalia.it,
Sono un uomo di 33 anni, faccio regolare attività fisica e curo molto la mia dieta evitando cibi spazzatura.
Da diverso tempo ho però problemi di tipo intestinale.
Fino ad ottobre dell'anno scorso defecavo in maniera molle/pastosa in quantità copiosa, con un forte odore fecale e frequente presenza di muco con qualche comparsa, al suo interno, di sangue rosso vivo.
Spaventato dalla situazione ho fatto analisi del sangue, delle urine e del sangue occulto.
Quest'ultimo test è stato eseguito proprio al culmine di questo fenomeno di feci maleodoranti e pastose. Il test è stato eseguito su due campioni della stessa defecazione. Le feci erano così pastose e maleodoranti che quando ho preso i campioni mi son detto "è impossibile che non mi trovino del sangue". Per fortuna però il test ha evidenziato l'assenza di sangue nei campioni.
I test del sangue non presentevano segni di anemia e quello delle urine era perfetto.
Da ottobre / novembre le feci sono diventate progressivamente molto meno maleodoranti (anzi ora l'odore si fatica quasi a sentirlo) e molto meno pastose e anche la presenza di muco è diventata meno frequente.
Ho però continuato ad avere parecchia flatulenza (ad esempio al mattino appena alzato), borborigmi (spesso subito dopo la defecazione e a volte subito dopo un pasto), movimenti intestinali, feci molli (su carta la pupù sembra quasi "bagnata"), qualche caso di gonfiore addominale, fastidio al tocco sul lato destro dell'addome (un fastidio a livello cutaneo, non a "fondo" diciamo, un pò come se toccassi una parte del corpo infiammata), episodi di diarrea, presenza di muco su carta (nell'arco di una settimana, con una media di una defecazione al giorno, ne trovo su due, massimo tre, defecazioni a settimana) e qualche volta continuo a trovare tracce di sangue su carta (in quantità minime, a volte quasi impercettibili). Ho anche notato che la flatulenza ma soprattutto il movimento intestinale e i borborigmi, peggiorano quando sono coinvolto in situazioni stressanti o che mi provocano nervosismo.
Oggi, ho avuto una giornata apparentemente perfetta, senza movimenti intestinali, borborigmi e flatulenza praticamente assente.
Tornato da lavoro però ho defecato in maniera stranamente compatta (stranamente, per i miei standard) e le feci erano di color marrone. Su carta però ho trovato del muco con un filamento di sangue rosso vivo con, al suo interno, un filamento più scuro, quasi nero.
Mi sono spaventato a morte e non so cosa devo fare arrivato a questo punto.
Passo da giornate che mi danno l'illusione di stare bene a giornate inspiegabilmente colme dei sintomi fin qui descritti.
Vorrei davvero avere una vostra opinione in merito a tutto ciò, per capire se devo cominciare a preoccuparmi...
In famiglia non ho parenti con episodi di tumore al colon retto...però la paura è sempre questa, quella di avere un tumore...
Confidando nel vostro aiuto, vi ringrazio sentitamente per il servizio che offrite

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Verosimilmente intestino irritabile mentre il sangue è quasi sicuramente di origine emorroidaria.
Faccia una visita gastroenterologica di conferma!
Cordialmente!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio sentitamente per la sua celere risposta Dottor Bacosi.
Quindi, secondo lei, posso stare relativamente tranquillo in merito ai sintomi che ho elencato?
Per visita gastroenterologica intende colonscopia?
Mi scusi per queste domande ma sono molto ansioso rispetto alla mia situazione. La ringrazio ancora di tutto cuore Dottor Bacosi.

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Una visita è una visita.
La colonscopia è un esame.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio Dottor Bacosi è stato davvero molto gentile.
Cordialmente.

[#5] dopo  
Utente
Buon pomeriggio Dottor Bacosi, mi permetto di disturbarla di nuovo per aggiornarla riguardo alle problematiche che le avevo esposto.
Comincio col dirle che aveva completamente ragione riguardo all'emorroide, in quanto successivamente a ciò che mi ha scritto ho "palpato" la zona anale ed effettivamente ho riscontrato una piccola "escrescenza" proprio nella zona dell'ano.
Per quanto riguarda i borborigmi e la flatulenza si sono, entrambi, ridotti e anche la defecazione sembra essere migliorata; mi capita infatti di defecare in maniera compatta con molta più frequenza.
Non ho più trovato tracce di sangue su carta e anche gli episodi di muco su carta, per ora, non si sono più verificati.
Unica cosa "anomala" che ho notato proprio un paio di giorni fa è un fastidio nella zona alla base dell'addome, lato destro e, per intenderci subito alla destra e al di sotto dell'ombelico.
Ad un tocco superficiale sento come se avessi un "livido" sottocutaneo ma premendo più a fondo non sento alcun fastidio / dolore e non sento la presenza di masse o altro.
Me ne sono accorto per puro caso, toccando la zona, perchè altrimenti durante la quotidianità ma anche durante l'allenamento fisico (addominali di vario genere) non sento alcun fastidio.
Non riesco a capire se questo fastidio localizzato può essere collegato alle altre problematiche e se devo in qualche modo preoccuparmi.
Io comunque le rinnovo ancora una volta i miei ringraziamenti per le sue precedenti risposte, perchè sono certo che ciò che mi ha "detto" ha avuto sicuramente un effetto benefico sulla mia psiche (ero davvero molto preoccupato...) e di riflesso anche sul mio intestino.

[#6]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Probabilmente solo un accumulo di gas intestinale.
Si faccia visitare per conferma.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#7] dopo  
Utente
La ringrazio sentitamente Dottor Bacosi per la sua disponibilità e gentilezza.
Cordialmente.

[#8]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
di nulla!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#9] dopo  
Utente
Buongiorno Dottor Bacosi, mi scusi davvero se la disturbo ancora ma questo weekend non sono stato benissimo e volevo, se le era possibile, ottenere un suo parere:
La scorsa settimana non ho potuto curare, come faccio solitamente, la mia alimentazione, mangiando cibi non propriamente salutari (ad esempio pizze), così ho deciso di fare un digiuno di un giorno e mezzo per purificare il mio organismo (da venerdì a domenica mattina).
Domenica mattina ho quindi fatto colazione con una tazza di latte senza lattosio, cereali e un cucchiaino di cacao "crudo", accompagnata da una fetta biscottata con burro senza lattosio e marmellata di albicocca.
Dopo meno di un ora sono dovuto scappare al bagno e purtroppo sono andato di diarrea liquida in quantità abbastanza cospicua, che mi ha provocato anche bruciori (e quindi dolore) all'ano. Dopo un altra mezz'ora ho avuto una seconda scarica con le medesime modalità.
Dopodichè la situazione è rientrata nella normalità e ho pranzato e cenato normalmente.
Stamattina ho fatto la medesima colazione di ieri e dopo poco sono andato in bagno (non avevo l'impulso ad andare in bagno come ieri ma sentivo che comunque ero pronto ad espellere...) nuovamente di diarrea ma questa volta non liquida, diciamo più compatta e con bruciori all'ano inferiori a ieri.
Volevo quindi chiederle Dottor Bacosi se devo preoccuparmi...
Io comunque non ho avuto nessun tipo di dolore o crampo in nessuna parte dell'addome e non ho riscontrato alcuna perdita di sangue...
Grazie mille per l'attenzione che potrà dedicarmi Dottor Bacosi

[#10]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Intestino irritabile.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#11] dopo  
Utente
Grazie mille Dottor Bacosi, ha davvero molta pazienza, la ringrazio davvero tanto. Le auguro un ottimo inizio di settimana, grazie ancora.

[#12] dopo  
Utente
Buongiorno Dottor Bacosi, mi perdoni se sono ancora qui a disturbarla.
Da quando le ho scritto l'ultima volta direi che complessivamente la mia situazione è stata fatta più di giornate con pochissimi problemi, se non un pò di flatulenza durante l'arco della giornata e una flatulenza un pò più forte, con una durata di un oretta abbondante, in coincidenza con la defecazione, che di giornate fatte di problemi.
Circa una volta al mese però sono costretto a non poter curare la mia alimentazione, in quanto il lavoro mi costringe a recarmi lontano da casa e così, quando rientro, solitamente nel weekend faccio 24 ore di digiuno per dare riposo e sollievo al mio intestino. Il giorno dopo, 8 volte su 10, vado in bagno in maniera diarroica e più raramente la cosa si protrae anche a parte del giorno ancora successivo.
Questo mese però le cose sono cambiate.
Settimana scorsa infatti sono dovuto andare in trasferta e non ho potuto curare l'alimentazione (infatti durante questi giorni ho avuto qualche piccolo fastidio, come flatulenza più presente e un pò di fastidio intestinale), tornato a casa e tornando a curare ogni pasto sono però stato bene, tornando ad avere pochissime noie se non quelle che le ho elencato all'inizio del messaggio. Come ogni volta ho deciso, durante il primo weekend utile, ossia sabato scorso, di fare un digiuno di 24 ore per purificare l'intestino. Qui però sorge il problema che mi ha spinto a disturbarla di nuovo Dottor Bacosi...
Terminato il digiuno la sera del sabato sembrava andare tutto bene ma già dalla domenica mattina sono andato in bagno in maniera acquosa, letteralmente. Per poi andare di diarrea sia nel primo pomeriggio sia la sera prima di andare a letto. Lunedì le cose sembravano esser migliorate leggermente in quanto sono andato di diarrea solamente due volte. Ho cercato di aiutarmi mangiato patate e carote e iniziando a prendere dei fermenti lattici.
Nella giornata di martedì sono andato di diarrea solamente una volta, nel primo pomeriggio, e credevo che la situazione, anche se lentamente, stesse migliorando.
Purtroppo però stamattina sono andato ancora una volta di diarrea e se tanto mi da tanto ci andrò di nuovo di qui a stasera...
Mi perdoni per il messaggio lunghissimo Dottor Bacosi ma non so cosa pensare e che fare per migliorare la mia situazione, per questo mi sono permesso di disturbarla nuovamente.
Spero in una sua risposta Dottor Bacosi.
Cordialmente.

[#13] dopo  
Utente
Provo ad aggiornarla sulla mia condizione Dott. Bacosi:

Al momento la situazione generale mi sembra ulteriormente migliorata ma persistono due "problemi".
Innanzitutto durante il giorno non ho più avuto sensazioni di "movimento intestinale" e conseguente disagio, inoltre la flatulenza durante le ore diurne si è fortemente ridotta; direi che si possa definire una flatulenza "normale".
I due problemi che però persistono sono le feci malformate o semiliquide (defeco una volta al giorno e sono rari i casi in cui non defeco o defeco in maniera "dura") e la flatulenza che ho al mattino appena alzato.
Secondo lei è sempre IBS? Se si, potrebbe consigliarmi cosa poter fare per poter affrontare questi ultimi due problemi?

Grazie mille Dott. Bacosi...

[#14]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Intestino irritabile
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#15] dopo  
Utente
Buonasera Dottor Bacosi, mi permetto di aggiornarla sul mio stato di salute.
Il mese scorso ho fatto un test, prick by prick, per le intolleranze alimentari, in quanto, documentandomi, ho letto che le intolleranze alimentari, a lungo andare, possono sfociare anche in IBS.
Dal test è risultato che quasi tutto quello che mangiavo mi provocava intolleranza (tonno, sgombro, lieviti, cacao e, questo per esperienza diretta, lattosio).
Da un paio di giorni sto anche assumendo delle capsule di menta piperita per regolarizzare il moto intestinale e ridurre gli spasmi (penso si possano definire così i movimenti improvvisi dell'intestino con conseguente flatulenza).
Complessivamente la situazione sembra ulteriormente migliorata (anche se sono solamente pochi giorni) ma mi resta il problema della flatulenza notturna e della flatulenza che spesso si presenta subito dopo i pasti (nel giro di una decina di minuti ad occhio e croce).
Le feci continuano ad essere soffici o molli.
Ha qualche consiglio da darmi Dottor Bacosi?
Secondo Lei si tratta sempre di intestino irritabile?

La ringrazio per l'attenzione Dottor Bacosi

[#16]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Le sole 2 intolleranze alimentari riconosciute scientificamente sono lattosio e glutine. Tutto il resto........
Intestino irritabile.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#17] dopo  
Utente
La ringrazio della risposta Dottor Bacosi,
quindi secondo Lei le "risposte" del test prick by prick non sono attendibili o comunque non completamente attendibili?
Eppure mi son stati testati alimenti che non hanno provocato alcuna reazione cutanea mentre altri (quelli che le ho elencato) si e a distanza di più di una settimana avevo ancora i segni sul braccio.
Secondo Lei posso continuare come sto facendo, nel tentativo di contrastare l'intestino irritabile, oppure sto sbagliando qualcosa?

Mi scusi se abuso della sua disponibilità...

Grazie mille Dottor Bacosi

[#18]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
I tests che lei ha fatto non sono per le intolleranze ma per le allergie che sono cose assai diverse!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#19] dopo  
Utente
Semplificando Dottor Bacosi, pensa che queste allergie possano aver contribuito, nel mio caso, alla comparasa dell'IBS?
Glielo chiedo perchè ho variato la mia dieta proprio in funzione di quei risultati.
Devo dire che se con il tonno e lo sgombro non ho mai notato problemi, con latticini e cacao (quello in polvere più che altro, quello in tavolette no) invece si.
Mi scusi le numerose domande Dottor Bacosi ma, come saprà meglio di me, l'IBS non da punti di riferimento per poter capire come migliorare la propria condizione...ed eliminare lo stress dalle nostre vite è praticamente impossibile.
Spero che il mio consulto e la sua gentilezza possano aiutare me, a risolvere questa condizione, e chi si imbatterà in questi post a capire cosa fare per migliorare la propria condizione dovuta all'IBS.

Grazie di cuore Dottor Bacosi

[#20]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Le allergie non hanno nesso diretto con l'IBS.
È fuor di dubbio che mangiando un alimento a cui si è allergici si hanno fastidi.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#21] dopo  
Utente
Buonasera Dottor Bacosi,

Volevo aggiornarla sull'evoluzione della mia situazione.
Innanzitutto è aumentata la flatulenza, soprattutto durante la notte, quando mi capita di svegliarmi infatti (da sempre non ho un sonno continuativo ma mi capita di svegliarmi un paio di volte a notte) ho una copiosa flatulenza, come se durante il sonno abbia accumulato una grande quantità di aria nell'intestino.
Una volta che è ora di alzarsi ho ancora un poco di flatulenza ma passa, solitamente, abbastanza rapidamente.
Noto inoltre che la flatulenza si presenta subito dopo i pasti (anche se leggeri, sto curando meglio che posso la mia alimentazione) a volte scarsa e a volte un pò più persistente e cospicua.
A volte, quando mi capita di avere sensazioni di "disagio" all'intestino, mi tocco la parte interessata dell'intestino e sento come un rumore "acquoso", non so come altro definirlo. E' qualcosa di cui devo preoccuparmi?
Le feci continuano ad essere, nella maggior parte dei casi, molli (qualche volta diarroiche), leggermente mucose (all'inizio della mia problematica trovavo invece dell'evidente muco su carta), non ho mai trovato sangue su carta.
Non sento zone doloranti o altro, anche se molto raramente mi è capitato di avere sensazione di irritazione / infiammazione all'intestino dopo la defecazione; sensazione che però spariva nell'arco di mezz'ora.

Secondo Lei è sempre IBS? Sopratutto per quanto riguarda la flatulenza notturna?

La ringrazio anticipatamente dell'attenzione che vorrà dedicarmi.
Grazie mille Dottor Bacosi