Utente 510XXX
Buonasera dottore

Da diversi anni soffro di un disturbo gastrico e cardiaco che incide in maniera molto negativa sulla mia qualità di vita.
Ho fatto due gastroscopie nel 2013 e nel 2018 le quali hanno evidenziato una ernia iatale di oltre 2 cm è un cadias beante con lieve gastrite con minimo ristagno biliare, mentre dal punto di vista cardiaco ho fatto decine di elettrocardiogrammi, un holter e diverse ecocardio e tutti questi esami non hanno mai evidenziato alcuna problematica a livello elettrico/strutturale del cuore. A tutt’oggi faccio una terapia “palliativa” con esomeprazolo 20mg una volta al giorno e due pastiglie di Inderal 20mg una mattina una sera, più al bisogno 10gc lorans per gestire l’ansia dovuta al disturbo.
Arrivando al problema, ho una sensazione di peso allo stomaco che spesso mi da come la sensazione di perdere un battito del cuore tipo extrasistole, in più parlando ho come la sensazione che lo stomaco si riempia d’aria e la sensazione peggiora, non riesco a modificare i sintomi con l’alimentazione perché anche mangiando le stesse cose, a volte si presenta il problema a volte no o in maniera più blanda, anche dopo una semplice colazione con latte e 3/4 biscotti secchi ci sono mattina che ho 100 pulsazioni al minuto per diverse ore con sensazione di cardipalmo, il mattino dopo stessa colazione e nulla.
Vi prego ti prendere in considerazioni la mia problematica sono a disposizione per eventuali approfondimenti e resto in attesa di gradito riscontro
Grazie anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Innanzitutto l esomeprazolo non può essere presso per lunghi periodi.
In secondo luogo disturbi gastrici favoriscono banali extrasistoli, ma non la tachicardia.
Può riportare il referto completo dell holter che ha eseguito?

Grazie
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 510XXX

Gentilissimo Dottore le riporto quanto descritto nel report finale dell'Holter eseguito in Agosto 2017
Totale QRS: 109291
Dati analizzati: 23 ore, 43 minuti
F.C. min 52
F.C. max 142
F.C. media 77
nessun episodio di tachicardia o bradicardia
nessun battito sopra ventricolari o ventricolari
variabilità RR
%RR>50: 2%
rms -SD: 21 ms
Magrid SD: 54 ms
Kleiger SD: 126 ms
Pause RR più lunga 1,23 sec
Esame condotto con ritmo sinusale
no eventi aritmici
no pause patologiche
no modificazioni del tratto ST-T

Mentre il referto della gastroscopia eseguita a Febbraio 2018 riporta:
ernia iatale da scivolamento di 2,3 cm con cardias poco continente, Sul fondo gastrico presenza di reflusso biliare, corpo e antri regolari.

grazie mille per il suo interessamento alla mia problematica.
in attesa di gradito riscontro la ringrazio ancora.

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Ha un holter perfetto.
Non vedo il problema

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 510XXX

Gentilissimo Dottore
Ancora grazie per la celere risposta in effetti dall’holter non è emersa come da altri esami quali elettrocardiogrammi e ecocarido problemi inerenti direttamente al cuore, mi sono rivolto a questo servizio in quando il problema probabilmente risiede in qualche interazione tra stomanco e cuore, non tutti i giorni si manifesta con extrasistoli o tachicardie ma a volte con cardiopalmo, pesantezza a livello gastrico e sensazione di respiro stozzato, sopratutto dopo i pasti che questi siamo leggeri o più abbondanti in egual modo.
Le rimetto dunque il quesito anche solo per suggerire lo specialista che per la sua esperienza consulterebbe nella mia condizione.
PS l’esomepraziono in effetti lo faccio a cicli di tre mesi con una sospensione di tre mentre inderal da 20mg x al di, continuativamente
Grazie mille ancora

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Spoaro il suo post in gastroenterologia

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza