Utente 542XXX
Buongiorno cari dottori, sono una donna di 39 anni, vi scrivo per esporvi il mio problema : da circa un paio di mesi avverto un dolore fin'ora sopportabile e costante sotto la costola destra accompagnato a volte da nausea e inappetenza. Chiaramente sono in cura da un gastroenterologo che dopo avermi visitato la prima volta mi ha prescritto una cura a base di lanzox 15 e gaviscon dopo i pasti. All'inizio la cura andava bene ma dopo circa una quindicina di giorni comincio ad avvertire un dolore come se fosse una morsa alla bocca dello stomaco e all'ipocondrio destro con dolore diffuso anche alla spalla destra. Torno dal gastroenterologo e mi prescrive una ecografia , riporto l'esito: fegato con dimensioni nei limiti della norma di regolare morfologia ad ecostruttura omogenea; millimetrica cisti epatica in S4. Non dilatazione delle Vbe e VBI. Coledoco di regolare dimensione DT 3mm. Colecisti a pareti regolari nel cui contesto si apprezza qualche artefatto a" coda di cometa "come da colestorolosi. Pancreas nei limiti dimensionali ed ecostrutturali. Tutti gli altri organi nella norma. Premetto che ho fatto in aprile 2019 esami del sangue dove sia le transaminasi che i trigliceridi , colesterolo e bilirubina erano a posto e in aprile del 2018 ero stata sottoposta a tac addome completo dove nn si vinceva nessun problema alla colecisti. Il gastroenterologo mi ha prescritto il deursil 450 da prendere prima di andare a letto e vuole rivedermi a settembre dopo aver rifatto le analisi e l'ecografia. Dottori io mi sento a pezzi nn riesco più ad alimentarmi in modo normale e ho sempre sempre questo dolore , bruciore di stomaco bocca amara e digestione lenta. Può una bile densa provocare tutto ciò o devo pensare a qualcosa di più grave al pancreas o fegato che con l'ecografia nn si vede? Ps dimenticavo di aggiungere che a dicembre 2016 ho fatta gastroscopia esito esofagite da reflusso e nell'aprile 2018 ho effettuato colonoscopia con asportazione di un polipo al sigma per fortuna benigno.
Vi ringrazio anticipatamente per la cortese risposta.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Tale disturbo si allevia o regredisce con l'evacuazione ?

Se è così potrebbe trattarsi di una distensione meteorica del l'angolo destro dell'addome.


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 542XXX

Buongiorno carissimo dott. Cosentino speravo in una sua risposta. Devo dire che il dolore nn si attenua dopo l'evacuazione. Il mio dolore nello specifico è localizzato sotto la costola destra ed è continuo non è forte e nn è di tipo colico somiglia ad una fitta ma ripeto continua. Inoltre da circa una settimana assumo il deursil 450 e oltre ad non essere cambiato nulla ma (forse ancora è presto )ho qualche mal di pancia e gonfiore addominale con feci poltacee e fin'ora una sola evacuazione giornaliera. Ovviamente tutto questo ha notevolmente abbassato la qualità della mia vita soprattutto per quanto riguarda l'alimentazione. Ormani sono circa due anni che mangio poco e in bianco e ho perso quasi 18 chili. Spero che nn sia nulla di grave.... mi creda dott sono veramente stanca. La ringrazio infinitamente per la risposta ma soprattutto per la gentilezza e la disponibilità sua e dei suoi colleghi .