Utente 564XXX
Gentilissimi dottori,

vi scrivo in quanto, da tre mesi a questa parte, accuso dei sintomi che non ho paura a definire sospetti.
Era il 13 giugno scorso quando, improvvisamente una mattina, ho iniziato ad avvertire un senso di lieve nausea nella zona intestinale. Ho provato, dunque, a rimettere, credendo fosse un banale virus, ma senza successo.
Consultando il mio medico di base, ho assunto per qualche giorno il farmaco Peridon, ma non ha fatto alcun effetto.
Ed infatti, da allora, ho questa sensazione di nausea, mista ad aerofagia, che non mi fa più stare tranquillo.
In particolare modo, durante i mesi estivi più caldi, ho avuto periodi, anche piuttosto lunghi, in cui non riuscivo più ad evacuare bene, oltre ad una insolita inappetenza (sono andato avanti a panini con tonno, cipolla e pomodoro per quasi tutto agosto).
Sintomi, quelli della nausea, della leggera compressione lungo la schiena sulla destra, dell'aerofagia e di una piccola sensazione di acidità e bruciore in gola, che tendono comunque a scomparire a fine giornata, in serata.
Ho contattato un gastroenterologo, il quale, non molto preoccupato a dire il vero, mi ha prescritto un test per l'intolleranza al lattosio e lattulosio, oltre ad una enteroMN.
Tuttavia, non ho ancora provveduto a fare questi esami, perché so per certo di non essere intollerante.
La mia più grande paura è che possa trattarsi di un tumore, nello specifico lo stesso che colpì mio padre, qualche anno fa, risultandogli fatale (carcinoma colon retto).
Tuttavia, mi chiedo se a quest'età sia possibile che venga a formarsi una patologia del genere, inizialmente credevo si trattasse di una banale ulcera, gastrite o roba simile.
Sono molto preoccupato, non so cosa fare, se non una colonscopia.

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
A distanza e senza visita penserei ad una gastrite più molta ansia.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 564XXX

Gentile dott. Bacosi,

si, non nascondo di essere un soggetto estremamente ansioso. Molto probabilmente, i sintomi di questa eventuale gastrite sono accentuati in momenti di forte tensione emotiva. Non riuscirei a spiegarmelo diversamente.
Di conseguenza, lei quale esame specifico suggerirebbe, tolta la colonscopia?
Una 'tranquilla' gastroscopia?

La ringrazio infinitamente (per avermi anche... tranquillizzato!)

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Nulla di tutto questo.
Basta una visita gastroenterologica.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente 564XXX

Grazie mille dottore!
È stato disponibilissimo!
Un caro saluto