Utente
Salve, questo è il mio 3 consulto, in seguito a problemi intestinali già esposti negli altri 2 consulti, spero si vedano sul mio profilo anche senza linkarli.
Avendo cambiato gel visto che non risolvevo i miei sintomi, il mio nuove gel mi aveva prescritto gli anticorpi celiachia e il breath test al lattosio.
Quest'ultimo non ho potuto effettuarlo in quanto il gel mi ha diagnosticato colon irritabile e mi ha dato come terapia un probiotico di nome ECN per 30 giorni (5 giorni 1 compressa i restanti 25 giorni 2 compresse) e l'assunzione di questo probiotico durante il test potrebbe falsificarlo mentre gli anticorpi della celiachia li ho potuti fare, vi riporti i risultati:
IgA SIERICHE: 356, 0 mg/dl (Valori di riferimento:90-450)
Ab ANTI TRANSGLUTAMINASI IgA: 2, 7 U/ml (Valori di riferimento:<10)
ANTICORPI ANTI GLIADINA:
IgA: 2 U/ml (Valori di riferimento: fino a 12)
IgG: 4, 4 U/ml (Valori di riferimento:fino a 12)
ANTICORPI SERICI ANTI ENDOMISIO (EMA): Assenti
IgE TOTALI (Prist) (metodo chemiluminescenza): 100, 6 UI/ml (Valori di riferimento: ADULTI 0-25 assenza atopia; 25-100 probabile atopia; >100 atopia).

Da quel che mi pare di capire la celiachia dovrebbe essere esclusa mentre gli unici valori alti sono le IgE totali, che non capisco a cosa si possano riferire, e cosa significa poi il termine atopia.
Grazie mille e buon lavoro.

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Significa che lei è potenzialmente allergico a qualcosa.
Per capire cosa deve consultare un allergologo.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Ho capito, quindi la celiachia la possiamo escludere con sicurezza?
Poi volevo farle altre domande:
1) io fin da piccolo ho sempre sofferto di asma allergica, broncostenosi ecc e sono sempre stato un soggetto allergico, e da piccolo l'unico medicinale che mi risolveva i problemi era il bentelan e se il bentelan non lo risolveva venivo chiuso nel bagno con il deumidificatore che mi faceva scomparire i sintomi, potrebbe essere dato da questo il valore alto delle IgE? inoltre soffro anche di allergie alle orecchie, si formano pellicine e ho grosse quantita sempre di cerume nell'orecchio, inoltre sono sempre statto allergico a polvere graminacee e polline tant'è che nel periodo primaverile assumo antistaminci e dello spray nasale anche per la rinite.
2) Nelle scorse settimane mi sono apparse delle macchie rosse sui piedi sia dx che sx, molto rosse e pruriginose, mi è capitato anche in passato, mi feci controllare anche da un dermatologo che ritenne vedendo le macchie anche con un oggetto che zoomava dei morsi di insetto, io pensavo fosserosfoghi da dermatite o eczemi ma il dermatologo invece ha detto che gli sembravano morsi di un insetto, io spesso ho il vizio di portare anche le scarpe senza calzini (è una moda fra noi giovani anche perchè porto i risvoltini al pantalone ahahaha) non so se correlate sempre alle IgE?
3) le IgE si possono alzare con patologie come Crohn ed RCU? cioè dipendono da malattie autoimmuni o solo da allergie?
4) ci sono dei test oltre quelli della celiachia e breath lattosio attendibili per allergie alimentari?
5) ho letto su internet che le IgE si possono alzare anche con la presenza di parassiti intestinali, non è che questa assunzione di probiotico ECN(sono cellule vive di escheria coli 1917 umane) possa aver fatto alzare le IgE?
6) da quel che leggo il valore è leggerment alto, il limite è 100 mentre il mio è 110 lo reputa preoccupante?

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
La certezza della diagnosi della celiachia (o non diagnosi) è solo ISTOLOGICA. In ogni caso lei non dovrebbe averla al 99,99%

1) le IgE sono legate alla sua diatesi allergica
2) possibile
3) no
4) si, li prescrive l'allergologo.
5) no
6) no
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
Ho capito, grazie mille. Non mi resta che quindi rivolgermi ad un allergolo.Un ultima cosa, il secondo gel a cui mi sono rivolto e presso il quale sono in cura, ha espresso la diagnosi di colon irritabile (presumo che lei abbia già letto gli altri miei consulti e si sia ricordato del mio caso, nel caso la ringrazio vivamente per l'attenzione nei mie confronti), volevo sapere se lei concorda in base ai sintomi che ho e a tutte le analisi effettuate con questa diagnosi e con la terapia in atto che è quella appunto dell'assunzione dell ECN visto che anche secondo lui come anche mi disse il grandissimo prof. Cosentino nel primo consulto la mesalazina in me non ha nessuna indicazione terapeutica e non capiva perchè il primo gel me l'aveva prescritta. Grazie mille e buon lavoro.

[#5]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
A questo proposito le ho già ampia3risposto nell'altro consulto e non mi ripeterò.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#6] dopo  
Utente
Ha ragione dottore, purtroppo sto cercando di controllare l'ansia e le mie ipocondrie ma non sempre ci riesco. Grazie mille le auguro buon lavoro e un buon weekend.

[#7] dopo  
Utente
Dottore buonasera volevo raccontarle un episodio che mi ha accaduto stasera. Premetto che da luglio non tocco verdure legumi latte latticini e derivati e frutta, tranne qualche mandarino clementino in questo periodo che ho riscontrato non portarmi nessun problema. Oggi mia mamma aveva cucinato delle lenticchie assolute cioè senza pasta, io ho mangiato un panino con fesa di tacchino(ovviamente senza lattosio) per pranzo poiché non ero a casa, tornato a casa nel pomeriggio, non ho resistito e ho mangiato letteralmente 3 di numero cucchiai di lenticchie, devo dire la verità li ho mangiato molto velocemente in quanto ne sono sempre stato ghiotto e avevo anche fame. Stasera prima di andare a letto sono andato in bagno, e ho notato che nelle feci già c'erano diverse lenticchie intere (ovviamente non le ho contate) nelle feci(quest' ultime erano bicolori marrone normale e marrone un più chiaro) però la consistenza secondo bristol era di tipo 3/4 cioè normali con qualche crepa. Volevo sapere se il fatto di ritrovare le lenticchie intere nelle feci è dovuto al fatto o che le abbia mangiate un po' velocemente o dal colon irritabile o da qualche sindrome di malassorbimento. Ho notato poi subito un certo gonfiore e un certo fastidio/dolore diffuso generale alla pancia non costante ma un po'frequente che si è un po' alleviato alla defecazione, non so se si tratta di aria, ma questo fastidio/dolore mi sta capitando da quando ho iniziato l assunzione dell' ECN, in particolare quando sono passato da 1 a 2 capsule giornaliere (non è quel dolore associato alla sensazione urgente di evacuare, è un dolore o fastidio diffuso all addome che fa solo male senza senso di andare in bagno). Grazie mille buona serata.

[#8]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Ritrovare alimenti interi e riconoscibili nelle feci è solo indice di una masticazione frettolosa ed incompleta.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#9] dopo  
Utente
Dottore Buonasera le scrivo in quanto oggi sono stato piuttosto male. Oggi post pranzo (ho pranzato con della pasta con tonno, ovviamente ho tolto l'olio in eccesso al tonno e lo messo cosi naturale nella pasta senza passarlo in padella o altro, e poi ho mangiato un po di crudo sempre senza lattosio) sono andato in bagno e la quantità era poca, la prima parte delle feci era color marrone scuro, ben formate morbide con crepe, secondo la scala bristol di tipo 3, seguite poi da feci non molto formate di tipo 5/6 secondo bristol di color marrone chiaro argilla un pò molli e mugillinose ma quantità poco, come tutta la defecazione. Stasera post cena circa un'ora dopo, sono andato in bagno con sensazione urgente di defecare e le feci erano di tipo 6 secondo bristol (cioè tendenti alla diarrea ma non era liquida) , ovvero pezzi flocculari con bordi irregolari, pastose, frastagliate, mugillinose, argillose, poltacee e spugnose color giallo oro. Nel pomeriggio avvertivo un po di brividi di freddo e per precauzione ho misurato la temperatura corporea:36.8. Stasera dopo la defecazione di nuovo brividi di freddo ho misurato:37. Io già agli inizi di novembre ebbi 2 3 giorni in cui sono stato male, in cui esposi tutta la dinamica nel precedente consulto dove lei mi rispose, però non ebbi più risposta, in cui giorni ebbi 7/8 scariche liquide in 48h e la temperatura massima registrata fu 37.3. Ora leggendo anche i vari consulti ad altri pazienti sia di lei che dei suoi colleghi, ogni volta si evince che l'IBS:(a me diagnosticato e confermato sia da lei che dal Prof. Cosentino) non porta livelli alti di calprotectina (io quando li ho misurati non stavo assumendo nessun farmaco che poteva alzarne il livello) mentre io li ho avuti in tutte e 3 le volte in cui l'ho misurata (216; 79; 167); non porta a livelli alterati di VES e PCR mentre io ho avuto in tutte e 3 le volte misurati anche quelli alti e alterati,nelle analisi del sangue mi uscirono alterati i livelli dell'abumina che risultavano bassi; non porta febbre o febbricola, premetto che so che con 37.3, 36.8 e 37 di temperature non è febbre pero non so se sia febbricola o meno io ho solo questa sensazione di freddo e brividi e noto che questa sensazione compare soprattuto la sera( e ho letto che è tipico del morbo di crohn la febbricola serale); non porta a manifestazioni extraintestinali e ho io avuto quello sfogo cutaneo sui piedi di cui ho parlato nel post #2 al punto 2. Inoltre ho perso mi sembra 1 o 2 chili da luglio (sto mangiando anche di meno e meglio solo nei pasti principali forse è dovuto a un entrata di calorie minore rispetto a prima), inoltre non soffro di inappetenza anzi la fame mi viene, dolori articolari non ne ho. Sentendo questo quadro siccome quando ho le scariche di diarrea c'è quasi sempre muco il quadro dovrebbe tendere per un IBD, mentre poi la colonscopia con i risultati bioptici sono risultati negativi, francamente sono stanco di stare male, ora con questo ECN che sto assumendo la diarrea capita diciamo ogni 7/9 giorni e spesso le feci sono dure e difficili da evacuare in più si è aggiunto quel dolore addominale diffuso di cui ho parlato nel post #7, e il pensiero che la mia diagnosi sia sbagliata prende sempre piu largo nel mio cervello, ho paura soltanto che con la colonscopia e con i prelievi bioptici il crohn o non sia stato visto o non riconosciuto, non so se devo effetuare un ecografia delle anse intestinali (mai fatta), un enterno RM(mai fatta) o addirittura la colonscopia con videocapsula. Se è possibile potrebbe spiegarmi di come mai quei valori alti poi smentiti dalla colonscopia e istologia (che so essere la prova piu determinante per la diagnosi di iBD) e su questa situazione anche perchè da luglio quando ho iniziato a soffrire di problemi intestinali, ho avuto, visto che la mia quotidianità era spesso compromessa, attacchi di panico, pianto e ansia fino ad ottobre ora è piu di un mese che psicologicamente mi sono ripreso ma i sintomi non cessano e l'andamento è fluttuante. Grazie mille per una sua eventuale attenzione e buon lavoro.

[#10]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Intestino irritabile.
La calprotectina è un indice che spesso da falsi positivi.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#11] dopo  
Utente
Grazie mille dottore per la sua risposta, per quanto riguarda le temperature che le ho nominato (37.3,37 e 36.8) le reputa febbricola o normali? inoltre sottolineo che questa sensazione di freddo mi capita ora nei mesi invernali/autunnali soprattutto post pasti, mai come quest'anno sto soffrendo il freddo, cosa che non mi è mai successa, anzi ho sempre sofferto il caldo.

[#12] dopo  
Utente
Dottore buongiorno, già nell altro consulto le avevo espresso il fatto di soffrire di sensazione di svuotamento incompleto e di stimolo continuo alla defecazione soprattutto dopo essere andato in bagno al mattino, a volte andavo di nuovo ma facevo poco o nulla e quel poco che facevo era sempre mollo e non formato e accompagnato da un po' di muco gelatinoso, queste sensazioni emergevano soprattutto quando ero stitico e mi sforzavo un po' nel defecare, ultimamente da quando ho iniziato a soffrire un po'più di diarrea (da luglio a ottobre soffrivo più di stitichezza, da novembre a ora sono stati più gli episodi diarroici)anche se poi normalizzata dall ECN salvo qualche episodio ogni 7/9 giorni, le sensazioni sono entrambe scomparse salvo per qualche giorno ancora un po' stitico, inoltre invece quando vado molto abbondanti con sensazione di svuotamento completo e feci perfette di tipo 3/4 secondo bristol sento visto che le feci sono molte come se l ano fosse più dilatato poi però durante la giornata il fastidio si toglie da solo.Dalla colonscopia è emerso che soffro di noduli emorroidari congesti nel canale anale (credo si trattino di emmoroidi interne? chiedo a lei) le volevo chiedere 1) se secondo lei sarebbe opportuna una visita proctologica o la colonscopia può bastare? 2) questi sintomi si possono correlare alle emorroidi o all intestino irritabile?. Grazie mille.

[#13] dopo  
Utente
Dottore spero ancora in una sua risposta ai post #11 e #12, grazie mille. Buon lavoro e buona giornata.

[#14] dopo  
Utente
Salve dottor Bacosi, le volevo chiedere una cosa. Non ho fatto a meno di notare che lei negli altri consulti chiede sempre se si evacua di notte. Io da luglio diciamo ma da sempre ho sempre defecato quando l’intestino me lo ha chiesto, mattino pomeriggio sera e notte, in maniera sempre variabile mai fissa. Nello specifico io ho fatto diarrea, feci normali e stitiche dure sempre in maniera variabile mai fissa, però se nello specifico se lei intende che sono stato svegliato di notte dallo stimolo di andare in bagno questo è capitato solo 2 volte da luglio, mentre le restanti volte di notte è capitato sempre prima di andare a dormire, diciamo che io no ho un orario fisso, a volte mi addormento alle 23 altre volte alle 24, all’1 alle 2 alle 3 e anche a volte alle 4, e quindi avendo stimolo tipo alle 3 sono andato poi mi sono addormentato dopo verso le 4 e non sono andato e non sono stato piu svegliato oppure a volte andando a dormire tipo non so alle 2 sono andato in bagno o a mezzanotte o tipo all’una a volte con diarrea a volte mollo altre volte duro o anche normale ma sono andato anche di pomeriggio e mattina in bagno sia bene che diarrea o stitico, volevo chiederle se è normale questa cosa o può essere un campanello d’allarme. Inoltre volevo chiederle altre 2 cose: 1) tale situazione mi ha portato a mangiare molto di meno mangio solo a pranzo e cena e faccio dei pasti medi/piccoli visto che ho paura di mangiare e stare male e mi ha portato ciò a perde 6/7 kg da luglio, in particolare sto notando che li sto perdendo maggiormente ora nel periodo invernale che fa più freddo infatti mai come quest’anno sto soffrendo il freddo forse è dovuto all’introito calorico minore e appena ho questa sensazione di freddo mi misuro sempre la temperatura che spazia da 36.3 a 36.9, le volevo chiedere se sono valori normali o da febbricola. 2) ho fatto il breath test al lattosio ed è uscito negativo; visto la negatività del test al lattosio come mai (ma questo mi è capitato gia da quando ero piccolo) quando a volte mangio dei latticini o dei prodotti caseari tipo formaggi o prodotti derivanti dal latte non sempre ma alcune volte dopo avevo degli attacchi di diarrea, tipo una volta mi è capitato nel 2013, un’altra volta nel 2017, e altre volte quando mangiavo della pasta con panna o besciamella a casa inoltre ho notato che mi fa soprattuto con i prodotti contenti lattosio artificiali e commerciali mentre se prendo prodotti di produzione biologica o appunto di caseifici piccoli non industriali a produzione medio piccola propria cioè che usano non additivi commerciali e industriali ma lavorano con materie prime di eccellenza non mi comporta nulla, ci sono forse 2 tipo di lattosio quello artificiale e quello naturale? o forse anche se non c’è intolleranza è dovuto al colon irritabile?