Utente 486XXX
È ormai quasi un anno che soffro di questi sintomi.
È ormai quasi un anno che non so come fare.
Come già scritto in precedenza sono un ragazzo di 23 anni, soffro un po’ d’ansia specie soffro di ipocondria.
Qualunque sintomo o qualunque dolore purtroppo penso al peggio delle malattie.

Ho avuto questo problema penso da marzo di quest’anno.
Le mie abitudini di andare in bagno sono cambiate.
Ho iniziato a fare sempre diarrea, per tipo 15 giorni, così sono andato dal mio medico di base che mi ha prescritto una curetta, ed è andato tutto bene, a tratti solo un po’ di feci molli, preoccupato vado da un Gastroenterologo, che mi fa una visita generale, e mi dice che al tatto non erano presenti masse, dato che gli avevo espresso la mia preoccupazione di queste feci molli e leggermente più sottili del normale.
Per farmi stare ancor più tranquillo mi richiede un ecografia dell addome completo, ma non ha ritenuto necessario una colonscopia.
Tutto alla perfezione, per lui come per il medico di base, era solo un po’ di colon irritabile.
Dovuto appunto all’ansia.
Da giugno quindi, tutto benissimo, mi ero quasi dimenticato di tutto, ovviamente guardavo sempre come andavo in bagno, e tutto bene, senza pensieri ed ero tranquillissimo, fino a di nuovo 15 giorni fa che di nuovo sono iniziati questi disturbi, ormai sembra di aver capito che mi succede nei periodi di stress, dato che ad oggi mi sento poco rilassato e sempre a 1000.
Però c’è sempre quella piccola parte di me che mi fa pensare al peggio, paura di ritornare di nuovo a quel periodo che andavo male in bagno e paura di pensare al peggio.
Come devo comportarmi?
Fare altri esami?
Altri analisi?
Altre visite?
Vi ringrazio anticipatamente

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Deve farsi aiutare da uno psichiatra.
L'intestino irritabile dura tutta la vita (tra alti e bassi) quindi lei rischia di essere ansioso ed ipocondriaco per sempre.
Si faccia aiutare SUBITO da uno psichiatra per interrompre il circolo vizioso dell'ansia!
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 486XXX

Grazie mille dottore, quindi lei crede che il tutto sia scaturito dall’ansia ? Anche se alterno periodi diciamo normali e poi anormali? Su questo mi tranquillizza che è scaturito tutto dall’ansia ? Anche perché sono in giovane età e me ne rendo conto, ma porto avanti davvero l’azienda di famiglia è responsabilità e preoccupazioni sono davvero tante. Il mio unico timore è quello di avere qualcosa di grave e di conseguenza mi risulta ancor piu difficile concentrarmi anche sulle piccole cose e godermi la vita, perché il pensiero mi porta sempre lì. Allo stomaco