Utente 577XXX
Salve, sono una ragazza di 30 anni a causa di vari disturbi iniziati più di un anno fa, oltre diversi esami, ho effettuato una fibroscopia dove sono stati trovati segni di reflusso ed una gastroscopia con referto cardias beante e negativa la presenza di H.
pilory.
Test intolleranza lattosio e glutine negativo.
Premetto che da un anno seguo un alimentazione alcalina, ho eliminato completamente alcuni cibi come pane, pasta, fritture, latticini, caffé, dolciumi e bevande alcoliche e il problema un po é migliorato.
Il gastroenterologo che mi segue mi ha prescritto una terapia da seguire per tre mesi: Mepral, levopraid e marial.
Ma dopo quasi due mesi nessun cambiamento.
I sintomi sono: pancia perennemente gonfia, acidità se introduco un alimento non alcalino, lingua asciutta, bocca amara e pastosa.
Sensazione di sete perenne.
Ovviamente mi sono affidata al mio gastroenterologo e le ho chiesto se nel mio caso si potesse prendere in considerazione l'ipotesi di un operazione al cardias, per eliminare Il reflusso (premetto che non sono molto informata a riguardo, ho letto qualcosa su internet) e mi ha risposto che nella mia cittá (Palermo) non si fa questo tipo di operazione.
Ho chiesto anche al mio medico curante e mi ha dato una risposta simile.
Mi é sembrata un po strana questa risposta.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Risposta non veritiera e non ne comprendo il motivo, ma il suo problema non è legato al reflusso ma ad una possibile disbiosi intestinale.

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it