x

x

Fastidio al petto

Gonfiore addominale, difficoltà a digerire, reflusso gastrico? 👉Scopri i benefici dei fermenti lattici

Salve vorrei un aiuto se possibile.
Dopo 2 anni di disturbi e vari esami si è arrivati prima a diagnosticare una gastrite e un anno dopo a helicobacter pylori... Fatto cura di antibiotici, e dopo aver ripetuto l'esame con esito negativo ho iniziato a stare meglio... Ma ora a distanza di un mese, quando mangio qualcosa al di fuori di minestrine o verdura inizio a stare male... mi spiego: Subito al primo boccone sento un senso di stordimento con forte pressione al petto simile all'ansia e di conseguenza una stanchezza devastante che mi impedisce di proseguire la giornata
Il mio dottore dice che si è danneggiato il tratto digerente e me lo devo tenere così, mi ha vietato i gastroprotettori (cosa che sembrava mi facesse star meglio) e mi ha dato levopraid prima di pranzo e prima di cena, ma a lungo andare oltre a gonfiarmi tantissimo mi fanno venire il latte... nonostante con questo riesco a mangiare devo sospenderlo per lunghi periodi per gli effetti collaterali che mi porta.
Premetto che ho fatto gastroscopia un anno fa con esito gastrite nervosa, e colon due settimane da con esito negativo su ogni fronte se non che mi si accumula aria a ogni pasto e per cui prendo milicon o carbone ogni volta che mangio.
Sono bassa di ferro ma anche li lo prendo ogni giorno, insieme a riopan ad ogni pasto per poter digerire perché tutto torna indietro, a volte ho proprio il liquido in gola, e forti bruciori di stomaco a secondo di cosa mangio...
Ora la mia domanda è perché mi sento cosi?
Ce qualcosa che posso prendere o che posso fare per vivere le mie giornate in piena forma? Questo macigno nel petto al primo boccone perché si presenta?
Perche mi sento cosi, da cosa è portato?
E gastrite?
Se lo fosse, sono, normali questi sintomi?
Aiutatemi vi prego
[#1]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 6,2k 257
Mi mandi il reperto completo della gastroscopia e dell ' eventuale esame istologico. Non credo che un endoscopista abbia scritto nella diagnosi " gastrite nervosa ".

Prof. alberto tittobello

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la risposta.Che fosse gastrite nervosa me l'ha detto al consulto a voce alla fine dell'esame.Sul foglio ce scritto:
ESAME CONDOTTO FINO ALLA SECONDA PORZIONE DUODENALE.ESOFAGO DI CALIBRO REGOLARE,LUME CILINDRICO,PARETE ELASTICA, MUCOSA LISCIA. CARDIAS UN SEDE E CONTINENTE.STOMACO CON PARETE ELASTICA,SUOERFICIE REGOLARE,MUCOSA ROSEA,LAGO MUCOSO LIMPIDO. PILORO REGOLARE,FACILMENTE TRANSITABILE.IN BULBO DUODENALE MICROANGIOMA DIAM.2-3mm,SECONDA PORZIONE NELLA NORMA.
Non ha fatto prelievo del tessuto,comunque dopo questo esame mi ha dato levopraid da prendere prima dei pasti.Questa l'ho fatta a gennaio dell'anno scorso.Due mesi fa visto che continuavo a stare male ho fatto breath test per helicobacter con risultato positivo,ora debellato.
È solo questo fastidio al petto quando mangio qualcosa di sbagliato,bruciore gastrico e reflusso...Come le dicevo il mio dottore ha detto che si danneggiato l'apparato digerente e me lo tengo perché è una cosa cronica.Ora il gastroprotettore mi aiuterebbe?
Cosa può essere realmente,perché io di vivere così per sempre ho il terrore.Grazie

Sai proteggerti dal sole? Partecipa al nostro sondaggio