Utente
Gentile Dottore, ho 38 anni e da almeno dieci faccio i conti con problemi della motilità del canale digerente.
L' esordio a 27 anni con una discinesia esofagea con ipertono del cardias che mi ha lasciata due anni senza poter deglutire prima di arrivare alla diagnosi, migliorata in parte dopo dilatazione pneumatica dello sfintere esofageo inferiore anche se i disturbi sono molto invalidanti.
Ad oggi dopo anni di difficoltà (stipsi funzionale importante) , reflusso, scialorrea, spasmi dell' esofago, ho iniziato a sottopormi su consiglio di uno specialista di Bologna ad alcuni esami perché i disturbi sono diventati insostenibili e ho dovuto lasciare il lavoro.
Infatti dopo alcuni episodi di sub occlusione, si sono resi conto che ho un dolicocolon "moderatamente tortuoso" dalla tac con gastrografin, e una melanosi che inizia nel colon trasverso per diventare sempre più severa nel colon ascendente e fino al ceco.
Non potendo evacuare in nessun modo, visto che qualunque tentativo di terapia è stato vano sono schiava dell' idrocolon terapia ogni settimana dove trovano tanti blocchi fecali, soprattutto nel colon ascendente.
In attesa di altre indagini che mi chiederanno probabilmente a breve, potrei avere il vostro gentile parere?
Sono stremata dalla situazione e dai dolori fisici dovuti a questi " scarti" sempre presenti e immobili.
PS.
Qualche piccolo risultato l' ho avuto con mestinon + macrogol4000 ma mi ha dato problemi cardiocircolatori dato che il mio sistema neurovegetativo è il mio " difetto di fabbrica".

Grazie per la cortese attenzione.
(Ragazza disperata).

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Per avere melanosi deve aver fatto uso per anni di lassatativi da contatto.
Per sapere di avere melanosi deve aver fatto una colonscopia.
I lassativi da contatto dopo prolungato utilizzo danneggiano in modo irreversibile il plesso nervoso della parete del colon con immobilità dello stesso.
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Dottore, dal 2014 al 2016 ho infatti assunto regolarmente un lassativo erboristico irritante, ma conseguenzialmente alla stipsi funzionale già sorta. Infatti è dalla colonscopia che l' hanno vista e sono in attesa dei risultati delle biopsie. Grazie per la sua celere risposta.

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Purtroppo moltissime persone si fidano delle erbe lassative........
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
Salve dottore,torno a scriverle per avere nuovamente ,se possibile ,il suo parere sugli esami istologici appena ricevuti. Penso che ci vorrà molto prima che procederanno con altre indagini visto la situazione che stiamo vivendo in Italia e io nel frattempo brancolo nel buio. Continuo a fare idrocolon per andare avanti anche se nn ho smesso di assumere mestinon né macrogol nonostante non mi facciano nessun effetto, almeno permettono in sinergia di evitare " blocchi tra un lavaggio del colon e l' altro. Premetto che gli istologici erano stati richiesti per sospetta colite microscopica.

Descrizione istologica:

Frammenti di mucosa del grosso intestino nei limiti della norma per architettura,trofismo e componente infiammatoria associata alla mucosa, con diffusa pseudomelanosis coli.

Grazie e di nuovo Buon Lavoro.

[#5]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non aggiunge nulla.
Per lei occorrerebbe fare una cosiddetta "biopsia profonda" per vedere se i plessi nervosi sono realmente danneggiati.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia