Utente
Buonasera dottori, sono una donna di 37 anni al secondo figlio, da 3 mesi e mezzo allatto il secondogenito.

Il 1 febbraio mi sono svegliata in piena notte per un bruciore toracico irradiato e alla schiena.

Mi sono recata in ps pensando si trattasse di un inizio di mastite o candida.

Esclusa la mastite mi è stato fatto un ECG (normale) e prescritta Tachipirina 1000.

Il giorno dopo mi sono rivolta al medico di base il quale ha diagnosticato una tracheite e prescritto soli fumenti con olio31 poiché in allattamento.

I giorni successivi sono comparsi i seguenti sintomi: raffreddore, tosse grassa, fitte intercostali, oppressione toracica, respirazione difficoltosa, bruciori toracici e alla schiena, estrema stanchezza.

A circa una settimana dal primo sintomo, mentre dormivo, improvvisamente mi si sono tappate entrambe le orecchie con dolore pulsante, il medico di guardia mi ha prescritto ibuprofene per il dolore.

Il giorno successivo, stante l'aggravamento dei sintomi il medico di base mi ha prescritto l'antibiotico.
Dopo 2 accessi in ps mi e' stato diagnosticata una gastrite da reflusso gastroesofageo.
La terapia prescritta è stata di pantoprazolo 40 mgx2 per 15 gg.
Al termine della terapia i sintomi si sono ripresentati tutti più intensi di prima (effetto rebound?).
Ho fatto quindi una visita dalla gastroenterologa urgente lunedì, la quale mi ha detto di ricominciare la terapia per 1 mese poi ridurre il dosaggio fino a sospensione.
Chiedo, è normale che non ci siano miglioramenti?
Ho ancora dolori toracici e costali.
Ho fatto un rx torace cuore polmoni sono a posto.
Idem esami sangue.
Cosa mi consigliate?


Grazie

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Di fare la terapia prescritta è di associare una dieta leggera.
Limiti:
Te
caffe
Cioccolato
Agrumi
Ananas
Pomodori
Alcol
Bevande gassate
Spezie
Menta.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Buonasera dottore e grazie per la celere risposta,non mangio nulla di ciò in elenco. Faccio 5 pasti al giorno leggeri. Questa sera, ho sbagliato lo so, mi sono concessa una pizza in bianco (gamberetti e zucchine) dopo una mini fettina ho iniziato ad avvertire forte calore e senso di pienezza. Non riuscivo più a continuare a mangiare o ingerire nulla. Sono iniziati da subito i dolori al torace e la sensazione che il cibo fosse restato in gola. Non mi è mai capitato. È gastrite? È compatibile con il reflusso?

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Reflusso
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
Grazie. Quindi continuo con pantoprazolo 40*2. Mi consiglia anche un antiacido? Sto prendendo gerdoff al bisogno ma non sento molto giovamento. Ho provato anche gadviscon Advance e maloox (mi sembra che sia quello che mi aiuta di più). Grazie veramente per l'auto. Non ho mai avuto problemi di stomaco in vita mia e ritrovarmi con sintomi simili mi ha totalmente spiazzata.

[#5]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Lei potrebbe essere tra quelle persone in cui l'inibitore della pompa protonica non agisce.
Per saperlo deve fare, MENTRE È IN TERAPIA CON PANTOPRAZOLO, un prelievo per gastrinemia.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno, ho appena effettuato la gastroscopia, gli istologici saranno pronti fra 20 gg. Il risultato è
Transito regolare.esofago pervio ed indenne.cardias Tonico in sede. Cavità gastrica normoconformata. Pliche normodecorrenti. Mucosa nei limiti. Camera bulbare e II porzione indenne. Io continuo ad avvertire dolori e bruciori torace e schiena. Con questo esito di esame cosa faccio? C'è il reflusso o no? Devo indagare altro? Continuo la cura?

[#7]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Esame normale.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#8] dopo  
Utente
Quindi secondo lei devo continuare con il pantoprazolo o no?

[#9]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Si ma deve fare l'esame che le sugerii
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#10] dopo  
Utente
Grazie

[#11] dopo  
Utente
Buongiorno dottore, dopo sostituzione di molecola di ipp, nuovi antiacidi e cambio dieta, il sintomo che mi affligge di più ora è un bruciore pressoché costante alla parte alta della schiena. I dolori al petto sono praticamente passati c'è questo bruciore fisso. È sempre reflusso? Premetto che ho dormito spesso con 2 cuscini la notte per evitare il reflusso e non vorrei fosse qualcosa di posturale. Secondo lei? Può essere un problema cervicale non legato al reflusso o è sempre un sintomo legato allo stomaco? Grazie

[#12]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Dovrei visitarla.
In ogni caso se muovendosi il dolore si modifica è, verosimilmente, muscolare.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia