Utente
Buona domenica Dr.
,
Mia madre età 73, fumatrice, pressione regolare, non assume farmaci cronicamente, soltanto all'occorrenza mepral da 10 mg.
Spasmex 80 mg+80 mg.
Spasmomen 40.

Isterosalpingovariectomia bilaterale; appendicectomizzata; affetta da osteoporosi.

Nel mese di settembre 2019 ha effettuato un RX clisma opaco doppio contrasto del colon, su suggerimento del gastroenterologo, in quanto accusava, e continua ad accusare allo stato attuale, dolore addominale nella parte bassa.

Il referto di tale indagine strumentale è stato:
l'esame è stato interrotto per l'assoluta incontinenza della P.

il mdc ha evidenziato il retto che presenta regolare morfologia.

Diffusa accentuazione del disegno mucoso del sigma che presenta formazioni diverticolari.

Assenza di alterazioni morfologiche e strutturali del colon discendente.

Il giorno dopo a tale esame, mia madre accusa dei forti dolori, tali da dovere essere sottoposta a dei controlli in pronto soccorso; qui hanno effettuato una TC addome completo senza contrasto, con il seguente referto:
Esame eseguito in urgenza nelle sole condizioni di base.
Indicazione all'esame "dolore diffuso ai quadranti addominali di sn in pz con recente eseguzione di clisma a doppio contrasto".

In atto, si rileva pasto baritato in prossimità sigma.
Altri minuti spot di pasto baritato sui apprezzano al colon discendente.
Non versamento nè aria libera addome.
Scarsi piani di clivaggio adiposo tra le anse.

Non potendo esprimere alun giudizio diagnostico nelle sole condizioni di base a carico degli organi e delle strutture vascolari, si rinvia a giudizio clinico l'opportunità alla prosecuzione dell'iter diagnostico.

Allo stato attuale non ha effettuato nessuna variazione della terapia, utilizzata solo in caso di dolore, ma ultimamente continua ad accusare dolore nella parte basse dell'addome e anche al fianco sinistro, talvolta a quello destro, con pesantezza ad una o a volte ad entrambe le gambe (parte alta zona femore e coscia).
Alla luce di queste indagini potremmo dire che questi disturbi potrebbero essere provocati dai diverticoli?
inoltre se si trattasse realmente di questi, potrebbero essere curati?
quali cibi in particolare sarebbe opportuno evitare?
Grazie Saluti

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Effettivamente potrebbe trattarsi di sintomi da patologia diverticolare.
Non capisco perché al posto del clisma non sia stata fatta una Colonscopia Virtuale.....
Farei una terapia con rifaximina più mesalazina.
Ovviamente a giudizio del curante.
Se non c'è infiammazione acuta non necessita alcuna dieta, può mangiare TUTTO.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Grazie Dr.
Gentilissimo!
Quindi la pesantezza alle gambe potrebbe essere dovuta alla patologia diverticolare?
Provvederemo ad effettuare quanto prima una Colonscopia Virtuale.
Grazie anche da parte di mia madre.
Una buona serata.

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
No le gambe non dipendono dai diverticoli.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
Ho capito Dr., vediamo di effettuare anche un controllo ortopedico prossimamente.
Grazie
Una buona serata

[#5]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Mi aggiorni se le fa piacere.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#6] dopo  
Utente
Dr, grazie sicuramente Le farò sapere. Le auguro un buon inizio settimana.