Utente
Buongiorno dottori, vi scrivo in seguito ad un problema che ho (44anni) da un po' di tempo e che riguarda le feci.
Da un po' di tempo le noto untuose, abbastanza appiccicose e non con la classica forma a salsiccia.
Hanno colore che a me sembra marrone scuretto (lucido) , mucose e consistenza molle tipo cono di panna (spero di farmi capire).
Questa mattina per vederle meglio ho usato flash del telefono e con stupore il marrone è diventato giallo senape (non tutta, circa la metà).
Non so se sia un'effetto del flash a questo punto.
Avverto un dolore qualche centimetro sotto lo xifoideo di tipo "pungente" che si calma a pancia in giù o ben dritto sulla schiena.
Questo dolore non è sempre presente, assente al mattino quando mi sveglio ma dopo caffè lentamente inizia.
Prendo Peridon, pantorc e gaviscon per dispepsia biliare e esofagite da reflusso nonché gastrite nervosa.
Ultimamente sto mangiando molto riso e gallette di riso, niente legumi ne fritture.
Ho sempre molta aria nell'intestino.
Ho eseguito eco addome completo (due volte) e tc che non hanno evidenziato nulla.
Le ultime analisi riportano Glucosio 114 (70-110) non so se può essere dovuto al caffè e tè entrambi zuccherati (dimenticato dei prelievi) , ma avendo mia madre diabetica (familiarità diabete mellito) quando misuro glicemia è sempre nei limiti.
Le analisi riportano: Attività protombinica 92 (70-120) INR 1.05 (1.15-0.
88) Ptt 23 (25-40) Ratio 0.77 (0.8-1.
24) Fibrinogeno 238 (160-380) GPT/ALT 14 (5-41) Amilasi pancreatica 19 (5-53) Got/AST 14 (5-40) Bilirubina diretta 0.18 (0.01- 0.20) Bilirubina totale 0.46 (0.1 -1) Lipasi 24 (13-60) PCR 0.01 (0- 0.5) Per curante il dolore non è il pancreas ma "semplicemente l'intestino.
Potreste darmi un parere?

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
La glicemia sconsiglia l'uso di riso e carboidrati in genere.
Non mi sembra dolore pancreatico ma dovuto al gas intestinale.
Faccia un esame chimico-fisico delle feci.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Grazie della celere risposta. Da anni ho questo problema del dolore e delle feci ma mai mi ero applicato su certe caratteristiche. Per questo "dolore" dal lontano 2015 ho fatto gastro,eco, radiografia che mai hanno evidenziato nulla se non molta aria intestinale. Da esami ho ernia iatale ,esofagite e dispesia cronica biliare. Per il curante che ha potuto "tastare" addome il punto incriminato non è assolutamente pancreas ma intestino e per lui è una distensione meteorica del colon in quel punto oltre che colon irritabile visti altri sintomi e negatività colonscopia e vari esami. A suo dire visto che lo ho da almeno 5 anni se fosse stato pancreas a quest'ora avrei sintomi molto più gravi o peggio. Alla fine ripete (conoscendo la mia vita) che è lo stress che sto avendo legato all'ansia a darmi questi sintomi.

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Come vede, le stesse cose che le ho appena detto.
Faccia una visita gastroenterologica per una terapia mirata dell'intestino irritabile.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio della risposta e del servizio che offrite. Molto utile per avere altro parere o suggerimenti di controlli ma che ovviamente non può ne deve sostituire il rapporto diretto col medico che può realmente valutarti di persona. Nuovamente grazie

[#5]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Di nulla.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#6] dopo  
Utente
Un'ultima osservazione che prima mi è sfuggita....ho notato che quando ho questo dolore se schiaccio con le dita si allevia molto fino a quasi non sentirlo. Purtroppo ultimamente sto facendo dei controlli per altri motivi e paradossalmente ad ogni sintomo associo il peggio. Vi ringrazio della gentile disponibilità

[#7]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non modifica la mia ipotesi.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#8] dopo  
Utente
Colgo l'occasione della disponibilità per una domanda a cui non trovo risposta. Certo cerco in rete ma francamente non capisco a che altezza e posizione sia il pancreas.La zona dove a me fa male sento come un cordone orizzontale (intestino presumo).Le garantisco che è l'ultima domanda.

[#9]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Il pancreas è poco più di dell'ombelico posto dietro intestino, stomaco, fegato.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#10] dopo  
Utente
Mi scusi tanto ,giù o su? Dal messaggio non si comprende.

[#11]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Su,scusi.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#12] dopo  
Utente
Rieccomi a disturbarla approfittando della sua disponibilità. Ieri dolore molto forte e siccome il curante ha fatto "festa" sono andato PS mi sentivo anche agitatissimo al punto di avere pressione alta. Dopo visita e prelievi (enzimi pancreatici e fegato nella norma) g.bianchi 10.800 (può essere molare infiammato?) ma per medico nulla di preoccupante. Mi hanno fatto siringa pantorc e il dolore dopo una quindicina di minuti si è calmato fino a sparire. Tornato a casa ho avuto una scarica diarroica dovuta forse allo stress e alle 6 ore di attesa. Mi hanno consigliato di cambiare modo di nutrirmi poiché salto colazione e se pure avverto "dolori" stomaco non mangio mai se fuori orario. Mi hanno dato lucen20 al posto del pantorc e riopann gel. La mia domanda riguarda quest'ultimo poiché ho chiesto se potevo continuare con gaviscon bustine (ho tre confezioni nuove che è peccato fare scadere) ma il medico non so se per scherzo ha risposto :" il riopan gel mi è più simpatico". Ricordo che mi è stata sempre diagnosticata dopo gastro ernia iatale(piccola) , esofagite da reflusso e inesorabilmente gastrite. A suo parere meglio il riopan o posso terminare il gaviscon?

[#13]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Si renderà conto, molto facilmente, da solo che è una domanda alla quale non di può rispondere in questa sede!!!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#14] dopo  
Utente
Buongiorno dottore , le scrivo per aggiornarla sulla situazione che va avanti da anni ormai ma che in questi mesi si è fatta più pesante. Siccome stavo facendo controlli ematologici per dei linfonodi al collo tra le varie analisi ho scoperto di aver contratto la toxo negli ultimi tre mesi il che forse giustifica la stanchezza ,debolezza che avvertivo fortemente ad aprile. Ematologo guardando analisi e pannello multigenico dice che sono assolutamente perfette, da persona sanissima. Bhe io non mi sento proprio sano ,certo rispetto ai mesi scorsi sto meglio. Sono molto magro ma la fame certo non mi manca ma cmq non riesco a mangiare fuori orario. Se fosse per me mangerei sempre ,in passato ero obeso ma in seguito a dolori forti alla colicisti (asportata) sono dimagrito tantissimo e da lì è iniziato il calvario con stomaco è intestino. La prossima settimana effettuerò il test per la ricerca sangue occulto in tre giorni . Il mio dubbio è che poiché ho difficoltà ad andare al bagno posso assumere qualche lassativo leggero altrimenti tre giorni di fila non la farò mai. In passato ho fatto un vero abuso di microclimi di glicerina(anche due al giorno) ,possono aver portato conseguenze? Questa mattina sono andato al bagno, solito aspetto ma più chiare e odore poco pungente,dopo mentre mi lavavo ho "esplorato" per quel che potevo senza trovare nulla di "sospetto " ma feci. Praticamente sono lì ma non escono ,come se non avessi spinta o stimolo. In questi giorni ho iniziato a mangiare pane integrale ,verdure(poche purtroppo) ridurre quantità e ho notato un buon miglioramento del dolore , praticamente sparito o lievissimo. Il mio stress emotivo dovuto a situazioni personali che mi tormentano da mesi al punto di non farmi riposare possono contribuire ai problemi digestivi e il resto?

[#15]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Certamente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#16] dopo  
Utente
Buongiorno dottore , approfitto della sua disponibilità per un parere di confronto. In questo lungo periodo ho notato una certa ciclicità nel modo di defecare. In pratica succede che una mattina poche feci(marrone più scuretto) , una'altra lo.stesso (sempre salsiccia morbida,untuosa e odore un po' pungente tipo acido) e poi improvvisamente è come se l'intestino si liberasse ,abbondanti tipo crema(marrone chiaro ma non giallo) ,sempre lucide ma odore diverso. Il curante esclude problemi pancreas e fegato poiché a suo dire i valori sarebbero alterati e visto che negli ultimi tre mesi ho fatto due eco e due volte esami più TC il problema non è quello ma il solito colon irritabile legato allo stress e al tipo di alimentazione,non mangio legumi, poche verdure e fibre in genere. Ok per ipotesi colon irritabile ma mi chiedo il perché di questo aspetto così "strano" . Se può servire da meno di un'anno ho cambiato casa e "cucina" . Sto tentando a tutti i modi di capire la causa di queste feci. Oltre a ricerca sangue ,quale altro esame potrei eseguire?

[#17] dopo  
Utente
Buongiorno dottore,ho visita gastroenterologica per questo benedetto dolore che da mesi mi assilla. Questa mattina ho ritirato analisi e ancora lipasi e amilasi normali,rifatta eco ma purtroppo si vedeva solo "testa" normale, due mesi fa solo corpo normale, mentre per TC tt regolare (mese scorso). Mi chiedo poiché ho letto che una pancreatite cronica non modifica all'inizio questi valori se dopo due mesi dall'inizio di questa sintomatologia continua (che avevo sporadicamente da anni) possano essere ancora normali.

[#18]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Lasci stare il pancreas.....
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#19] dopo  
Utente
Salve dottore ho una curiosità che la mia logica(fortunatamente...) non riesce a spiegare. Ritirato esito negativo del sangue occulto su tre campioni .,premesso che ho un'alimentazione basata su pasta,riso,pollo ,frutta,poca carne , poche verdure e niente legumi poiché pur piacendomi tantissimo mi gonfiano le mie feci sono scure (per questo credevo fosse sangue) e molliccie oltre che untuose. Visto l'ipotetica carenza di fibre non dovrebbero essere dure? Possibile che lo.stress (forte in questi mesi) ,colon irritabile (mi.fu detto dopo colon) facciano questo? Ora ripensandoci il dolore che ultimamente avverto costantemente e che mi faceva pensare al pancreas prima lo avvertivo identico quando mi innervosivo molto ma poi passava. Infatti se mi innervosisco diventa molto più forte e inoltre se bevo acqua sembra attenuarsi un po' come se lo spegnesse o smorzasse. Al PS mi tolsero pantorc e dato lucen 20 ma per curante solo il gastroenterologo può modificare piano.

[#20] dopo  
Utente
Inoltre i valori di amilasi e lipasi si misurano a digiuno? Ho letto che a volte fanno prelievi dopo colazione. A me hanno sempre detto digiuno da 8 ore...