Utente
Buongiorno dottori,
lo scorso anno, a seguito di muco nelle feci, mi sono sottoposta a colonoscopia.
Questa ha riscontrato una rettocolite di grado lieve.
Sotto consiglio del chirurgo che mi ha seguito ho cominciato una cura per un paio di mesi con Mesalazina in schiuma rettale.
Causa covid, e a causa di un lavoro che mi porta in giro per l'Italia, non sono mai riuscita, a prendere appuntamento con un gastroenterologo per essere seguita e monitorata.
Ad oggi vado avanti con Asacol schiuma e compresse, all'occorrenza con Topster schiuma, ma senza trovarne giovamento alcuno.
Per la pandemia che ci sta colpendo tutte le visite in ospedale sono sconsigliate e, ovviamente i medici sono impegnatissimi a far fronte a questa seconda ondata.
Io, però, ho paura che la RCU possa peggiorare (come ultimamente sto notando) e non saprei, oltre alla mesalaziona in schiuma, come poter tamponare in attesa che la situazione covid migliori.

Cosa posso fare?
So che non si possono dare terapie on line, ma posso avere almeno dei suggerimenti?
Sono attualmente a Napoli in trasferta, qualche medico a cui rivolgermi?
Grazie per l'attenzione e buon lavoro a tutti.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
In questi casi la terapia è subordinata all'entita dell'infiammazione, questa può essere valutata rapidamente con una rettoscopia e solo dopo sarà possibile articolare una terapia e la via di somministrazione.
Cordiali saluti
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente
Gent.mo dottore,
la ringrazio per la risposta. L'entità dell'infiammazione non la dà la colonscopia? Il referto me la indicava come "di grado lieve".
Grazie

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Stiamo parlando di rettocolite, la colonscopia è stata necessaria per studiare, oltre il retto, l'estensione dell' infiammazione ai segmenti colici.
La rettoscopia esame di facile esecuzione e che non richiede preparazione, in questa fase, è più che sufficiente per evidenziare la recidiva e l'entità della flogosi.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#4] dopo  
Utente
Gentile Dottore,
ad oggi, causa covid, in tutti i centri MICI le attività sono sospese, comprese le visite.