Utente
8/11/20: appendicectomia videolaparoscopica (eco: appendicite vermiforme non si visualizza x meteorismo, in FID adiacente un'ansa intestinale si evidenzia raccolta triangolare 1*2 cm)
11/11: appendicite acuta gangrenata con ascesso peritoneale

ESAME ISTOLOGICO: appendice lunghezza 9 cm a sierosa opaca, si allestiscono 2 inclusioni
DIAGNOSI ISTOLOGICA: appendicite acuta con flogosi acuta sierosa

buon decorso post operatorio

8/12: febbre alta, diarrea 4-5 scariche al giorno.
durata 3-4 giorni.
TAMPONE NEGATIVO

14/12: mi reco in PS per addominalgia in FID e addome basso da circa 5 gg no diarrea

14/12: ECO ADDOME COMPLETO: ispessimento edematoso delle pareti ultima ansa ileale su verosimile base flogistica infiammatoria.
si associa ispessimento edematoso del tessuto adiposo periviscerale in FID con falda fluida nello scavo pelvico.
colecisti distesa alitiasica.
non dilatate le vie biliari.
non idrouretronefrosi.
aorta ddominale di calibro regolare nei tratti esplorabili.

14/12: RX TORACE: assenza di alterazioni pleuro-parenchimali a focolaio con carattere di attivita.
lieve prominenza del 2 arco mediastinico di sx, di incerto significato (linfoadenopatia?).
seni costo-frenici liberi.
immagine cardiaca nei limiti
14/12: RX ADDOME (APP URINARIO): non aria libera sottodiaframmatica.
non significativi livelli idroaerei.
coprostasi.


16/12: VISITA GASTROENTEROLOGO:
16/12: ECO ADDOME: fegato modicamente aumentato per dimensioni con morfologia ecostrutturale iperecogena, non si evidenziano lesioni focali.
reni in sede, i due organi simmetrici con morfologia ecostrutturale alterata bilateralmente per dismorfismo del seno renale e presenza di microcalcificazioni diffuse del seno renale senza dilatazione calico pielica.

è presente ispessimento pareti ultima ansa ileale e della regione cecale colon dx con spessore attorno 7 mm e stratificazione parietale parzialmente conservata.
presente ipertrofia mesenteriale satellite e linfoadenopatie satelliti di diametro inferiore a 1 cm.

ECOGRAFIA TIROIDE: la ghiandola è in sede con trachea in asse.
le dimensioni sono nella norma bilaterale mentre la morfologia ecostrutturale è alterata a sx per la presenza di cisti colloide di 2 mm in sede mediana sub capsulare.
non macrolinfoadenopatie latero cervicali bilaterali.


prescritta colonscopia e TAC con mdc

ESAMI EMATOCHIMICI:
B12 565
ACIDO FOLICO 2.3
PCR 15.05
NO DIABETE NO CELIACHIA

in attesa del valore della calprotectina a breve

sto prendendo la mesalazina 5 pastiglie al giorno.

il gastroenterologo sospetta crohn, sto aspettando di fare tac e colonscopia e il dolore permane da ormai circa 3 settimane.

sentirei volentieri pareri in attesa dei successivi esami.
è possibile sia un 'infiammazione non cronica?

grazie a chi mi leggerà o mi rispondera.

buon lavoro e buone feste!

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
L' ecografia pone il sospetto di una infiammazione. Quindi sono d ' accordo sulla necessità di una colon-ileoscopia per una diagnosi definitiva. Poi, mi mandi il refeto.
Prof. alberto tittobello

[#2] dopo  
Utente
E arrivato il risultato della calprotectina Che e risultato alto. A questo punto dalle informazioni in mio possess tutto fa pensare a una malattia infiammatoria cronica. Ho torto? Comunque terro aggiornato il caso con I prossimi esami.. Grazie

[#3]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
L' esame istologico parlava di infiammazione " acuta ". La sola calprotectina non è sufficiente per sospettare una diagnosi diversa,
Prof. alberto tittobello

[#4] dopo  
Utente
Grazie Dottore. Oggi ho fatto la tac, la Dottoressa ha detto a voce a me e a Mia mamma (medico) Che crohn e evidente. L infiammazione Comprende l ultima ansa ileale e una parte del crasso. E presente gia una substenosi e Ci sono linfonodi ingrossati. Tra qualche giorno avro il referto ufficiale e magari lo postero qui. Il mio medico dice Che bisogna fare in fretta a bloccare l'infiammazione precocemente. Stiamo valutando il centro a cui affidarci.
Il risultato Di 2 anni molto stressanti.. Comunque per ora penso a tenere il morale alto, tra 2 settimane penso Di avere gia fatto la colon.
Ho visto Che Ci sono molti farmaci biologici d avanguardia e che la ricerca e molto attiva. L unica cosa Che mi preoccupa e la dubbia sostenibilita a livello Di stress Di una carriera in ambito manageriale, che resta nei miei progetti, per ora.

[#5]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Non si preoccupi . Certo, per la terapia deve affidarsi a un Centro Ospedaliero per le malattie infiammatorie intestinali. Ma poi starà bene e farà la carriera che desidera.
Prof. alberto tittobello