Intolleranze alimentari e sospetto celiachia

Buongiorno,

mia figlia diciottenne, da diversi anni ha una forte intolleranza ai legumi, alle melanzane e alla LTP con reazioni di salivazione, vomito e dolori al torace.


Dieci giorni fa ha accusato forti dolori addominali, vomito, mal di testa e diarrea con 7/8 scariche al giorno.
Il vomito è scomparso subito e, dopo alcuni gg di buscopan, anche i dolori sono scomparsi.
E' rimasta la diarrea per 10 giorni sempre con molte scariche quotidiane, ha assunto Bimixin 3/4 cp al giorno, Diosmectal 2 bustine al giorno e fermenti lattici.
Ora la situazione è finalmente migliorata, è scomparsa anche la diarrea ed ora è presente solo scarso appetito.

Temendo un attacco di appendicite, ha fatto analisi del sangue per emocromo, ves e proteina c reattiva, tutto nella norma.


Ora attenderemo una settimana e faremo le analisi del sangue complete, comprese quelle per la celiachia.
Gli esami del sangue per la celiachia li ha già fatti 5 anni fa ed erano negativi.


Il medico consiglia anche una gastroscopia per accertare non si tratti di celiachia, noi vorremmo evitarla.


Ho sentito parlare dello XELIAC test, è attendibile?

In caso di esami del sangue negativi per la celiachia.
è possibile evitare la gastroscopia?

Il fatto che mia figlia sia già intollerante a diverse sostanze, è un fattore favorente per la celiachia?


Grazie per la vostra attenzione e cordiali saluti.
[#1]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 4,1k 201
In realtà i disturbi che descrive non fanno pensare alla celiachia, ma ad una gastroenterite passeggera. E poi ha già eseguito gli esami e sono negativi. Eventuali intolleranze alimentari non hanno nulla a che fare con la celiachia. Quel test è attendibile nei casi eclatanti. Tuttavia, se il suo medico ritiene utile una gastroscopia, avrà le sue buone ragioni che non conosciamo. La gastroscopia rimane comunque quello che viene definito il " gold standard ", cioè l' esame definitivo, su cui non ci sono più dubbi. E con la sedazione che facciamo " di routine " non si sente nulla.

Prof. alberto tittobello

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa