Gastrite e reflusso

Ho 23 anni.
Un anno fa ho sofferto di dispnee causate da reflusso gastroesofageo confermato con visita gastroenterologica.
Ad ottobre a causa di assunzione di FANS ho dolore e bruciore allo stomaco, faccio gastroscopia come consigliato dal Gastroenterologo, e l’esito è il seguente: ESOFAGO NELLA NORMA PER MOTILITÀ.
A LIVELLO DELLA GIUNZIONE E-G LA MUCOSA APPARE INDENNE CARDIAS BEANTE CONFERMATO IN RETROVERSIONE.
STOMACO NORMOCONFORMATO PLICHE CORPO-FUNDICHE NORMORILEVATE RIVESTITE DA MUCOSA INDENNE ABBONDANTE MATERIALE BILIARE ALL’INTERNO DEL VISCERE CHE REFLUISCE FINO IN ESOFAGO.
ANTRO SIMMETRICO RIVESTITO DA MUCOSA INDENNE IPEREMICA.
ANGULUS INDENNE.
PILORO IN ASSE BEN TRANSITABILE.
DUODENO CAMERA BULBARE NORMOCONFORMATA RIVESTITA DA MUCOSA INDENNE.
DIAGNOSI FINALE:
-CARDIAS BEANTE
-GASTRITE ANTRALE
-MATERIALE BILIARE ALL’INTERNO DEL VISCERE.
Successivamente ho iniziato per 1 mese la cura con PANTOPRAZOLO 40MG mattina e sera e GAVISCON ADVANCE 2 volte al dì.
La situazione è leggermente migliorata ma non del tutto, il Gastroenterologo mi disse che io ero già guarita con questa cura così fermai tutto a fine mese.
Adesso sono rimasta incinta, mi ritrovo con forte dolore e bruciore di petto e gola e con edema di ugola e tracce di reflusso in laringe, confermato da otorino.
Ho ripreso la cura con OMEPRAZOLO 20 mattina e sera + gaviscon 2-3 volte al giorno.
Vorrei sapere se la mia situazione migliorerà, se la cura va bene perché io ancora non percepisco miglioramenti, e soprattutto non capisco perché dopo tutta quella cura e che il Gastroenterologo mi disse che per lui ero già guarita con quella cura, più alimentazione corretta con leggeri sgarri settimanali, io mi ritrovo ancora con questa situazione.
So che in gravidanza il reflusso è normale, ma la mia preoccupazione è che io non abbia curato in modo giusto il mio problema, dal momento che ho bile nel viscere e nel esofago.

- La cura che sto facendo è corretta?

- Il reflusso biliare si cura come il reflusso acido con gastroprotettori e antiacidi?

- Perché non sono guarita con quella cura da 80mg al di?

- Guarirò mai da questa situazione?

- Dovrò prendere farmaci a vita?

Grazie per la risposta
[#1]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 4k 196
La cura è corretta può proseguirla anche in gravidanza, meglio se a partire dal terzo mese in poi. In realtà il reflusso di bile andrebbe curato anche con farmaci chiamati procinetici, ma, dato il suo stato, per ora li eviterei. Eventualmente, aumenti la dose dei prodotti antiacidi. E' difficile prevedere come sarà il suo futuro, non conoscendo i particolari della situazione, ma potremo riparlarne.

Prof. alberto tittobello

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie molte dottore. In realtà ho già iniziato i gastroprotettori. La ginecologa mi disse che posso prenderli anche se sono ancora alla 9 settimana. Prendo Omeprazolo
[#3]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 4k 196
O.K., d ' accordo.

Prof. alberto tittobello

Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa