Feci dipinte di sangue

Buongiorno.
Sono un ragazzo di 26 anni.
Soffro di ernia iatale e gastrite da reflusso.
A causa della pandemia la motilità intestinale si è ridotta molto.
Faccio un lavoro in smartworking e sono molto seduto (praticamente 95%+ della giornata).
Quindi la suddetta motilità è diminuita.

Tanto da dover rimuovere il glutine poichè mi causava dolori lancinanti al colon (da quando ho smesso di prendere alimenti a base di glutine, stò molto meglio).
Tuttavia vado sempre in bagno, abbondantemente, senza dolore alcuno.
Eccetto qualche vago dolore rettale e i soliti dolori gastrici.
Le feci sono almeno 1 volta al mese caprine, e quando non lo sono, risultano molto dure e lunghe e crepose.
Talvolta capita siano normali.


A queste, a periodi alterni, sono presenti strisciate di sangue.
A volte minori, a volte maggiori di colore rosso acceso.

Premetto che ho effettuato 3 mesi fa, circa 40 giorni di esomeoprazolo per curare la gastrite (gastroscopia 2 anni fa, no helycobacter.
Ora è impossibie fare breath test per verifica approfondita).

Ho fatto analisi del sangue, e han trovato un leggero stato di anemia (ematocrito 41.80 anziché 42-48) non approfondito.


Il dottore mi ha detto che si tratta di piccole tortore di emorroidi ma volevo qualche altro parere.
Premetto anche che sulla carta igienica non vi è sangue alcuno e il dolore rettale è stazionario e non compromettente.

Il sangue per 2 mesi non è comparso, ora è un po' tornato da 3 giorni (primo più evidente, poi meno).
Credo di aver comunque ingerito glutine nelle ultime 2 settimane in quantità moderate (qualora potesse essere diverticolite).


Gli unici dolori forti, sono a livello gastrico quando capitano.
Per il resto i dolori al colon si limitano a quelli dovuti al colon irritabile.


Allego una foto esemplificativa del sangue.
Grazie in anticipo per l'aiuto concessomi!

https://ibb.co/Q9P702M
[#1]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 4,2k 208
Credo di essere s ' accordo con il suo medico E' probabile che si tratti di piccole emorroidi interne che ogni tanto perdono qualche goccia di sangue. Non c' è da preoccuparsi, forse è sufficiente una pomata che può indicarle lo stesso farmacista. Quando sarà possibile farla, metterà in programma una rettoscopia, senza fretta. Prosegua la dieta priva di glutine, per evitare gonfiori intestinali.

Prof. alberto tittobello

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa