Utente 107XXX
A mia nonna è stata diagnosticato l'alzaimer anni fa. La malattia è proseguita quindi ha smesso di parlare ma in qualche modo riuscivamo più o meno a capirla. A luglio è capitolato tutto: è caduta e si è fratturato l'osso pelvico e da lì ha smesso di camminare (la voglia c'è sempre ma non ha più il senso dell'equilibrio).
Prende rivotril 5 gocce con keppra 5oo 2 valte al giorno (ha avuto episodi epilettici) cardirene 160 lasix lanoxin0.0625 risperdal 0.25 (solo alla sera). e' anche portatrice di catere vescivale a permanenza che le provoca mensilmente cistiti emorragiche che durano in media 10 giorni.
Per quanto riguarda il cibo mangia solo frullato e beve solo con l'addensante o acqua gelatificata.
E' un paio di giorni che rifiuta il cibo a stento riusciamo a darle un porzione (scarsa).
Ho parlato con la geriatra che l'hain cura mi ha fatto sospendere il risperdal ma questo la innervosisce tantissio tanto che riesce a dormire solo un paio di ore a notte.
possiamo aiutarla in qualche maniera?

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

probabilmente alla sospensione del risperdal non è seguita la sua sostituzione con un altro farmaco che la potesse in qualche modo sedare senza gli effetti collaterali del risperdal. Ne deve parlare con la geriatra che La segue.

Cordiali saluti ed auguri
Dr. Antonio Ferraloro