Utente
Gentili Dottori,
vi scrivo per avere dei chiarimenti circa le mie ultime mestruazioni.
Prima di esporvi il mio quesito,voglio precisare che non ho un ciclo regolare, soffro di una pesante dismenorrea che mi costringe di norma a letto per circa due giorni al mese,con dolori lancinanti che si spingono anche in corrispondenza dlla zona anale e non passano neppure assumendo aulin ogni 3ore circa.Infatti,vista la situazione sto indagando per una sospetta endometriosi.
Ho avuto la mia ultima mestruazione il giorno 15-01-'10,stessa tipologia sopra descritta.E a circa una settimana da questa,a perdite concluse da un giorno ho avuto un rapporto non protetto col mio fidanzato.
Ora in data 12-02 le mestruazioni si sono ripresentate.Ho accusato dei dolori soprattutto in corrispondenza dell'ovaio destro ma assumendo una compressa d'aulin il tutto è passato.Il flusso,che di norma è molto abbondante e dura circa 5 giorni,stavolta è stato normale e comunque si è stoppato solo un giorno e mezzo dopo l'inizio.Inoltre la consistenza e il colore del sangue non è stata la stessa di sempre.I dolori non sono stati i soliti,tanto è vero che non ho avuto la necessità di stare a letto come al solito.
Continua invece il fastidio in corrispondenza dell'ovaio di destra.
Voglio chiedervi com'è possibile?perchè francamente mi sembra una mestruazione strana e comunque diversa dal solito.poi mi preoccupa il fatto che il flusso si sia fermato già solo dopo un giorno e mezzo.
Potrebbe essere un fattore ormonale?o il rapporto non protetto avuto col mio ragazzo può avere influito?
Certa della vostra disponibiltà.
Cordiali Saluti

[#1]  
Dr. Agostino Menditto

40% attività
4% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
AVERSA (CE)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
In presenza di una mestruazione riferita come "strana" o comunque diversa dal solito, soprattutto in presenza di rapporti sessuali non protetti è bene praticare in prima istanza un dosaggio della beta-HCG per verificare l'eventuale presenza di una gravidanza, che potrebbe essere pienamente compatibile con il quadro descritto. Se viene esclusa questa condizione, è il caso di praticare comunque un controllo ginecologico per verificare la dolenzia in sede ovarica.
Dr. Agostino Menditto
Specialista in Ginecologia e Ostetricia
Responsabile U.O. Ginecologia e Ostetricia
Clinica Mediterranea - Napoli

[#2] dopo  
Utente
gentile Dottore,
la ringrazio per aver risposto così rapidamente.Ma se fosse un'eventuale gravidanza,allora a cosa sarebbero dovute le perdite di sangue e i dolori?

[#3] dopo  
Utente
Gentile Dottore,
mi scusi ancora per il disturbo,ma volevo aggiungere che da questo pomeriggio al dolore all'ovaio si sono aggiunte anche delle perdite di muco rosato.Cosa potrebbe voler dire?

[#4]  
Dr. Agostino Menditto

40% attività
4% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
AVERSA (CE)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Chiaramente siamo ancora nel campo delle ipotesi, quindi le consiglio di praticare al più presto l'esame che le ho consigliato. Ad ogni modo vi possono essere in gravidanza delle perdite di sangue che coincidono con il periodo mestruale e possono essere scambiate con "mestruazioni strane", mentre la dolenzia all'ovaio potrebbe essere ascrivibile al corpo luteo gravidico (che si forma nell'ovaio che ha ovulato e che sostiene la fase iniziale della gravidanza). Ribadisco l'importanza della beta-HCG anche per escludere ogni altro eventuale dubbio clinico.
Dr. Agostino Menditto
Specialista in Ginecologia e Ostetricia
Responsabile U.O. Ginecologia e Ostetricia
Clinica Mediterranea - Napoli

[#5] dopo  
Utente
La ringrazio sentitamente per la sua disponibilità.Farò al più presto quanto da lei richiesto.
Scriverò poi per farle sapere come procede la situazione.
Cordiali saluti

[#6] dopo  
Utente
Gentile Dottore,questa mattina ho effettuato un test di gravidanza,comprato in farmacia,che è risultato negativo.Per mercoledì mattina ho comunque fissato un appuntamento dal ginecologo.
In ogni caso,essendo il test risultato negativo, vorrei chiederle da cosa potrebbe dipendere questa "mestruazione strana".Almeno per arrivare preparata all'incontro di mercoledì.
La ringrazio

[#7]  
Dr. Agostino Menditto

40% attività
4% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
AVERSA (CE)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Per essere certo di escludere una gravidanza preferisco il dosaggio della beta-HCG praticato in laboratorio, in quanto i test della farmacia possono dare dei falsi negativi.
In ogni caso, considerato che ha domani l'incontro col ginecologo, ritengo che la cosa più giusta sia di affidarsi con serenità al suo giudizio clinico, in quanto, vedendola "dal vivo", avrà sicuramente molti più elementi rispetto ad un consulto on line.
Cordiali saluti,
Dr. Agostino Menditto
Specialista in Ginecologia e Ostetricia
Responsabile U.O. Ginecologia e Ostetricia
Clinica Mediterranea - Napoli

[#8] dopo  
Utente
La ringrazio per la sua disponibilità.E' stato veramente gentile.
La saluto e le farò sapere poi come si evolverà la situazione.

[#9] dopo  
Utente
Gentile Dott.
la visita ginecologica non è andata come speravo nel senso che il ginecologo non solo non mi ha dato la possibilità di parlare ma non mi ha neanche sfiorata.Si è limitato a prescrivermi un'ecografia transvaginale perchè secondo lui il dosaggio delle beta-HCG è solo una perdita di tempo e soldi.Quanto al dolore ovarico non gli è proprio passato per la testa di capire da cosa dipenda.
Non so veramente che cosa pensare.E soprattutto mi chiedo perchè esistono persone che scelgono di fare i medici quando non hanno cura di chi si mette nelle loro mani.
A questo punto dottore,volendo andare in fondo a questa situazione farò il dosaggio delle Beta-HCG.Ma se queste risultassero negative,come credo,che accertamenti potrei fare per chiarire le cose?
Tenga presente che il mio ciclo non è perfettamente regolare, soffro di una pesante dismennorea tant'è vero che sto indagando per una sospetta endometriosi,che in ottobre sono stata sottoposta ad una colposcopia (grado G2significativo) con biopsia in seguito ad ASC-US al pap-test.In sede di colpscopia mi è stata riscontrata una importante cervicite ed ectropion.
Magari c'è un legame tra queste cose e le "strane mestruazioni" di questo mese?
La ringrazio per i consigli che vorà darmi

[#10]  
Dr. Agostino Menditto

40% attività
4% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
AVERSA (CE)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Purtroppo il consulto on line può essere solo orientativo ed ha dei limiti deontologici.
Il percorso diagnostico ed eventualmente terapeutico può essere gestito solo attraverso la visita della donna.
Il collega, del quale non posso assolutamente mettere in dubbio la competenza, evidentamente non è riuscito a creare un rapporto empatico nei suoi confronti. La professione medica è "libera" in quanto anche il paziente è libero di scegliere e di cambiare curante qualora non si ritenga soddisfatto. Magari nella prossima scelta può orientarsi verso un ginecologo cha sia anche ecografista (quindi possa praticare direttamente un'eco transvaginale, alla quale, considerando il sospetto di endometriosi, avrebbe già dovuto sottoporsi) e può chiedere a persone di cui si fida se sono pazienti di un ginecologo di cui sono soddisfatte dal punto di vista relazionale.
Dr. Agostino Menditto
Specialista in Ginecologia e Ostetricia
Responsabile U.O. Ginecologia e Ostetricia
Clinica Mediterranea - Napoli

[#11] dopo  
Utente
Dottore io un'eco transvaginale l'ho fatta in giugno 2009 e questa non ha riscontrato la presenza di alcuna cisti endometriosica in sede ovarica.Utero e annessi erano nella norma per dimensioni e struttura.Ho effettuato il dosaggio del Ca-125 anche questo nei limiti di norma.Dal colloquio col ginecologo che mi ha effettuato l'eco è emerso che dai miei sintomi riferiti,la localizzazione endometriosica potrebbe essere sul setto retto vaginale.A questo punto avevo deciso di effettuare la laparoscopia diagnostica vista cmq la mia età(non voglio trovarmi poi ad avere problemi di infertilità perchè non ho fatto il possibile,nè tantomeno voglio continuare a stare malissimo 2giorni al mese).E il ginecologo mi aveva detto che mi avrebbe messa in lista con un attesa di sei mesi circa.Sono arrivata poi a scoprire che in quella lista non mi ci aveva messa.
Quindi nel periodo ottobre-novembre ho affrontato il problema al collo dell'utero,ancora non risolto.Devo ripetere il pap-test e colposcopia a breve.
E oggi mi trovo qui a chiedere aiuto concreto perchè finora mi sono imbattuta in persone che invece d'aiuto non me ne hanno dato neanche un po'.
Vorrei sapere da dove iniziare,che analisi effettuare.Mi creda,non sono una di quelle persone fissate.Semplicemente mi prendo cura di me.E giacchè un minimo di intelligenza ce l'ho,vorrei sapere che fare per essere preparata.Tutto qui.
Lei è veramente molto gentile e paziente.E mi sento di chiederle di indirizzarmi in qualche modo.Ovviamente cercherò nel frattempo un ginecologo più adatto.
Per ricapitolare:
-farò il dosaggio delle beta-HCG
-per il discorso dell'endometriosi,c'è altro che io possa fare oltre ad eco e dosaggio del Ca-125(tra l'altro non selettivo per questo tipo di patologia)per capire se ne sono affetta?
-se la gravidanza si esclude,devo pensare ad un fattore ormonale?e quindi effettuare i dosaggi ormonali?
La ringrazio ancora per la disponibilità ma soprattutto per la sua gentilezza.

[#12]  
Dr. Agostino Menditto

40% attività
4% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
AVERSA (CE)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Comprendo a pieno il suo disagio e non credo assolutamente che lei sia "fissata", anche perché soffrire di dismenorrea può essere altamente invalidante.
Purtroppo procedere per esami strumentali ed ematochimici senza un indirizzo clinico potrebbe solo aumentare la confusione e non far intraprendere la giusta via per la risoluzione del problema.
Se vuole, anche in privato, può dirmi l'area geografica di sua provenienza e in piena coscienza potrei indicarle un medico o una struttura che eventualmente conosco dalle sue parti che siano adeguati alle sue necessità.
Dr. Agostino Menditto
Specialista in Ginecologia e Ostetricia
Responsabile U.O. Ginecologia e Ostetricia
Clinica Mediterranea - Napoli

[#13] dopo  
Utente
Dottore, lei è veramente molto gentile.Purtroppo i dolori mestruali sono altamente invalidanti,tant'è vero che mi costringono a letto almeno due giorni al mese,nei quali non riesco neppure a parlare e comunque mi costringono ad assumere aulin a distanza ravvicinata.
Infatti per questo poi in giugno scorso mi sono decisa a prenotare la visita ginecologica + pap-test per iniziare ad approfondire la situazione.
A questo proposito vorrei chiederle un'informazione.Come le accennavo nella precedente richiesta,in seguito ad un pap test positivo per ASC-US sono stata sottoposta ad una prima colposcopia in data 23/09 nella quale si parlva di zona di trasformazione anormale tipo 1;in seguito,in data 07/10 mi è stata effettuata una colposcopia più accurata nella quale si parlava di(le riporto il testo esatto):
GSC visibile esocervicale;epitelio originario trofico;epitelio cilindrico fino a 2/3; ZT normale completa;quadro colposcopico anormale fuori la ZT;epitelio aceto bianco ispessito micropapillare microconvoluto;mosaico irregolare;Test di Schiller non captante; GIUDIZIO COLPOSCOPICO conclusivo :significativo G2 e quadro suggestivo per infezione da CHlamydia.
Mi sono stati effettuati diversi prelievi bioptici,dei quali uno dall'ectropion,refertati poi con la seguente dicitura:alterazioni cellulari intraepiteliali riferibili ad HPV;metaplasia pavimentosa.
Potrebbe spiegarmi come mai la prima colposcopia parlava di un grading colposcopico 1tipo e la seconda invece è diventata G2 significativa?
E in parole povere che significa quel G2?
E' possibile che un quadro colposcopico sia alterato fino a stadio G2 per un processo infettivo?o presuppone l'esistenza sul collo uterino di una displasia?
Mi scusi se le pongo tutte queste domande, ma vorrei capirci di più su questa colposcopia.
Io sono originaria di Lecce ma per motivi di studio mi trovo a Chieti.
La ringrazio veramente per la sua cortesia.
A presto e buona domenica

[#14] dopo  
Utente
Gentile Dott.
volevo informarla che da alcuni giorni ho perdite di muco continue che oggi sono diventate più abbondanti dei giorni precedenti.Si tratta di muco denso ma cmq filante,per intenderci non tipo ricotta e leggermente giallino.
Circa due giorni fa era maleodorante come pure le urine.
Purtroppo essendo studentessa fuori sede faccio un po' di fatica a muovermi con le visite.Quindi in attesa di prenotare la visita e di effettuare un tampone vaginale,potrebbe spiegarmi da cosa potrebbero dipendere queste perdite?
Mi scuso per tutti i quesiti che le pongo e la ringrazio per la sua diponibilità.
Spero di ricevere al più presto risposta alle domande da me poste in replica 13.
Cordiali saluti

[#15]  
Dr. Agostino Menditto

40% attività
4% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
AVERSA (CE)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Un grading G2 alla colposcopia è un quadro da tenere sotto controllo e sicuramente può essere associato ad un'infezione da HPV, che potrebbe essere il caso di ricercare e tipizzare. Tra Puglia e Abruzzo esitono diversi centri ospedalieri o universitari di patologia cervico-vaginale ai quali potrebbe far riferimento. Questa situazione, in ogni caso, è indipendente dalla dismenorrea. L'unico punto da valutare, visto che è stato citato, è l'eventuale presenza di una chlamydia, altra infezione che andrebbe ricercata ed eventualmente curata.
Anche le perdite maleodoranti di questi giorni andrebbero inquadrate con una visita, se questa è difficoltosa da organizzare, può inizare a provare con lavande vaginali che le può consigliare il farmacista.
Dr. Agostino Menditto
Specialista in Ginecologia e Ostetricia
Responsabile U.O. Ginecologia e Ostetricia
Clinica Mediterranea - Napoli

[#16] dopo  
Utente
In sede di colposcopia mi è stato effettuata anche la ricerca di hpv che ha dato esito negativo.In dicembre ho ripetuto la ricerca sia dell' hpv che della chlamydia tramite estrazione degli acidi nucleici di entrambe e sono risultate negative.
Mi chiedo :se questi sono risultati negativi allora il quadro colposcopico da cosa dipende?E soprattutto a cosa mi può portare?Potrebbe essere alterato per un banale processo infettivo oppure è possibile alla colposcopia distinguere tra un'infezione da hpv e un banale processo infettivo tipo candida?
E invece,per quanto riguarda l'ectropion è opportuno procedere con la bruciatura viste le frequenti infezioni?
La ringrazio di cuore

[#17]  
Dr. Agostino Menditto

40% attività
4% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
AVERSA (CE)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Andrei molto cauto con la "bruciatura" dell'ectropion, e mi rivolgerei ad un centro di riferimento per la patologia cervico-vaginale per definire bene il quadro colposcopico e il successivo management
Dr. Agostino Menditto
Specialista in Ginecologia e Ostetricia
Responsabile U.O. Ginecologia e Ostetricia
Clinica Mediterranea - Napoli

[#18] dopo  
Utente
Che intende per centro di riferimento? Io ho effettuato i primi controlli presso il consultorio di Chieti e da lì poi ho richiesto di essere seguita al policlinico universitario di Chieti presso gli ambulatori di patologia cervico-vaginale.
Ma mi piacerebbe realmente sapere qualcosa in più rispetto alla colposcopia.L'unica cosa che ho capito è che per confermare il quadro colposcopico bisogna rifarsi al referto della biopsia.Nella mia in particolare si parla di alterazioni cellulari intraepiteliali da infezione da hpv, ma questo è negativo.
Quindi potrei stare tranquilla?
Mentre per quanto riguarda l'ectropion potrebbe spiegarmi le possibili vie da percorrere?

[#19]  
Dr. Agostino Menditto

40% attività
4% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
AVERSA (CE)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Chiedo scusa per la pausa nella risposta.
L'assenza di infezione da HPV è un fattore tranquillizzante, ma resta da tenere sotto osservazione la lesione coloposcopica.
Per quanto riguarda l'ectropion proverei a tenrlo sotto controllo con cicli di ovuli cicatrizzanti
Dr. Agostino Menditto
Specialista in Ginecologia e Ostetricia
Responsabile U.O. Ginecologia e Ostetricia
Clinica Mediterranea - Napoli

[#20] dopo  
Utente
Gentile Dottore,
non so come ringraziarla.A breve mi sottoporrò a nuovo pap test e quindi a colposcopia,anche se intendo cambiare ginecologo di rifeimento giacchè l'ultima che mi ha avuta in cura ha lasciato un po' tutto al caso.Ecco perchè poi mi sono rivolta a questo sito.Per avere risposte chiare.
Per il momento la ringrazio di cuore.
La terrò informata su possibili sviluppi della situazione.
Distinti saluti