Utente 168XXX
Il mese scorso ho avuto alcuni episodi di spotting a causa della pillola poco prima della comparsa del ciclo per cui ho indossato assorbenti esterni per un periodo più lungo del solito. In seguito a questo mi è comparsa un irritazione che interessa specialmente la zona tra il perineo e le grandi labbra. Non ho nessuna secrezione né alcun fastidio che indichi un infezione o un irritazione anche vaginale, il bruciore ed il gonfiore inoltre sono localizzati solo in questo punto e non intaccano nemmeno le piccole labbra. Ho applicato una crema all'ossido di zinco, ho fatto delle lavande con tantum rosa ed ho indossato solo biancheria di cotone. Questo ha portato ad un miglioramento (prima era più estesa e sentivo la presenza di puntini tipo eritema nella zona più esterna del perineo) ma sono passati 5 giorni di questi accorgimenti ed ancora ho un forte arrostamento, prurito e fastidio a stare seduta. In particolare ieri notte ho fatto anche fatica a dormire dal prurito e dal fastidio.
Devo preoccuparmi o devo solo portare ancora pazienza per qualche giorno?

[#1] dopo  
Dr.ssa Vincenza De Falco

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Aspetti ancora qualche giorno.
Se il fastidio perdura, segnali la cosa al suo ginecologo per effettuare una visita di controllo.
Un caro saluto.
Dott.ssa Vincenza De Falco, Ginecologa, Roma
www.menopausaserena.altervista.org

[#2] dopo  
Dr. Silvia Suetti

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2010
Gentile utente

mi permetto di agguingere il personale parere da dermo-venereologa:

una situazione di questo genere, se perdura nella sua sintomatologia e nelle sue morfe cliniche, dovrebbe essere ben chiarita:

difatti, è molto improbabile che i tessuti e le materie utilizzate nella composizione degli assorbenti femminili rechino problematiche irritative da contatto; molto più spesso invece, situazioni contingenti con una vulvo-vaginite di natura da determinare potrebbero competere con il quadro che descrive.

Le ipotesi pertanto sono molteplici ma mi corre l'obbligo di significarle che una visita dermo-venereologica in questi casi (cosa che ogni donna dovrebbe fare) potrebbe chiarire molte cose e condurre verso una diagnosi spelcialistica (dalle infezioni, alle dermatosi e dermatiti genitali) chiara.

carissimi saluti
Dr.ssa Silvia Suetti, Specialista DermoVenereologo e DermoChirurgo
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it