Utente 253XXX
gentili medici italiani,
vorrei chiedervi un consulto riguardo alla mia gravidanza gemellare scoperta ieri dalla prima ecografia per il bitest e scoperto anche che un embrione non e' vivente cerco di essere precisa dai dati dell'ecografia,presenza di ecliembrionali di un gemello con 8 stt.piu' 2 giornivitali bcf ed ecli embrionali del secondo gemello cm241 (10 sett.piu'5 gg) bcf e maf presenti,eta' gestazionale pero' 12 sett piu' 5 gg
la dott che ha eseguito l'eco mi ha detto e' iniziata con gravidanza gemellare e finira' con uno,io sinceramente mi sono bloccata avrei voluto fargli mille domande ma adesso ho molti dubbi ad esempio ci sono rischi per il fratello vivente e se si per tutta la gravidanza,mi ha aggiunto che posso avere o un emorraggia dipende dal mio corpo come reagisce pero' essendo due sacche divise potrebbe anche succedere che l'embrione morto si riassorba,vi prego domani vado dalla mia ginecologa pero' qualcuno potrebbe dirmi qualcosa sto impazzendo devo stare a riposo? grazie a chi mi rispondera'

[#1] dopo  
Dr. Marco Piermatteo

36% attività
4% attualità
16% socialità
LIVORNO (LI)
CASTAGNETO CARDUCCI (LI)
PORTOFERRAIO (LI)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2011
gentile signora, deve sapere che TUTTE le gravidanze gemellari sono da considerarsi "a rischio". La diagnosi è ancora in fase iniziale e la collega ecografista intendeva molto probabilmente metterla su questo avviso. Non è facile portare avanti la coppia con crescita "simmetrica" e spesso capita che uno dei due non ce la faccia. Dipende molto da come sono i sacchi gestazionali (due separati è già meglio)dalla conformazione placentare e del cordone, etc. Se un embrione si arresta, rimane spesso in utero e si riassorbe, fenomeno detto del "vanishin twin", senza grossi problemi, consentendo all'altro di proseguire come se si fosse trattato di gravidanza singola ed è tanto più semplice, quanto più precoce è l'arresto. Altre volte si ha un semplice sanguinamento oppure l'espulsione. Chiaramente, in ogni caso, è una gravidanza che deve essere monitorata con attenzione. Si rivolga al suo specialista di fiducia e rimanga in contatto con lui. Cerchi di vivere serena questo evento, perchè secondo un vecchio detto, è inutile fasciarsi la testa prima di averla rotta! Riassumendo: sappia che non sarà una passeggiata, ma viva questo periodo apprezzando di ogni giorno il buono che porta con sé. Se può servirle, alle ie pz dico sempre che la donna DEVE essere serena, è il medico che si deve preoccupare che proceda al meglio. Oggi tutti i medici (o quasi) hanno cellulare e posta elettronica proprio per svolgere quell'effetto "sedativo dell'ansia" che spesso è sufficiente per stare meglio. Quindi si affidi al suo medico che le starà vicino e saprà indirizzarla al meglio su quanto è necessario fare: non si preoccupi del domani, se ci dovessero essere problemi, verranno affrontati a seconda della loro gravità, pensare alla peggiore delle peggiori eventualità, a mio avviso, non l'aiuta. In bocca l lupo!
Dr. Marco Piermatteo
Specialista in Ginecologia Ostericia - Fisiopatologia della Riproduzione - LIVORNO

[#2] dopo  
Utente 253XXX

La ringrazio per la risposta dottore e grazie per gli auguri, la mia ginecologa m i ha detto le sue stesse cose e distare tranquilla,approfitto per chiederle un'altra cosa siccome la mia e' una quarta gravidanza con quarto cesareo chiedevo se e' vero che mi chiuderanno le tube automaticamente senza chiedere il mio parere,e se no in che percentuale e quali rischi correrei un giorno se vorrei un'altro bambino?ho solo 29 anni per adesso penso a questa gravidanza non ad altre pero' se verso i 40 mi verrebbe ancora desiderio di maternita' vorrei sapere il suo parere a riguardo,la ringrazio per la sua cortese attenzione spero che trovi il tempo per rispondermi,distinti saluti.

[#3] dopo  
Dr. Marco Piermatteo

36% attività
4% attualità
16% socialità
LIVORNO (LI)
CASTAGNETO CARDUCCI (LI)
PORTOFERRAIO (LI)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2011
un utero più volte cesarizzato è a rischio di rottura, non solo durante il paro ma anche prima. Si deve pertanto comunicare alla donna questo possibile evento (in casi come il suo non certo raro ma molto probabile) e suggerire la chiusura delle tube. Non mi risulta che possa essere imposta.
Dr. Marco Piermatteo
Specialista in Ginecologia Ostericia - Fisiopatologia della Riproduzione - LIVORNO

[#4] dopo  
Utente 253XXX

Gentile dottore la ringrazio infinitamente per la sua franca risposta,ho consultato due specilisti ai quali ho fatto questa domanda ma nessuno mi ha messo d'avanti all'evidenza che e' molto probabile nel mio caso in una 5 gravidanza la rottura dell'utero,anche se a malinquore le chiudero' perche' con gia' quasi 4 figli non posso rischiare la mia vita e quella poi del nascituro(eventuale),grazie ci dovrebbero essere piu' medici come lei,distinti saluti.