Attivo dal 2015 al 2018
Buongiorno,
sono una ragazza di 20 anni.
Il 25 marzo ho dimenticato la 16esima compressa della pillola Novadien.
Non avendola assunta, il 27 marzo ho avuto un rapporto in cui ho utilizzato il preservativo come ulteriore barriera contraccettiva, che però si è rotto alla fine del rapporto, e il mio ragazzo non era sicuro di aver eiaculato fuori. Perciò il 30 marzo ho voluto prendere la pillola del giorno dopo, nonostante i pareri contrastanti della mia ginecologa e del mio medico di base. La sera di quello stesso giorno (lunedì) ho terminato il blister della pillola, nel quale era rimasta solo la pillola dimenticata la settimana precedente. Il ciclo mi sarebbe dovuto arrivare il giovedi, ma mi è arrivato il sabato (ritardo dovuto alla pillola del giorno dopo?). In ogni caso, il medico che mi ha prescritto la pillola del giorno dopo mi ha prescritto anche gli esami del bhcg per il 15 aprile (ultimo ciclo prima del rapporto: 5 marzo) dicendomi di fare solamente il prelievo poichè i tests delle urine "fai da te" non sono affidabili. Il risultato del prelievo è stato <1, ma ho voluto comunque provare a fare un test delle urine comprato in farmacia, risultato negativo. Qualche settimana dopo sono dovuta andare dalla mia ginecologa per altri problemi e le ho riferito l'accaduto: mi ha consigliato di ripetere l'esame del sangue, per essere certi, nel caso in cui avessi avuto un ciclo strano (il giorno in cui sono stata da lei era durante la settimana di sospensione, e mi ha detto di ripetere gli esami del bhcg la mattina del primo giorno del nuovo blister di Novadien, prima di assumere la prima compressa, poichè al primo prelievo ero sotto pillola e voleva avere un risultato piu "sicuro"). Il ciclo, che doveva arrivarmi il giovedí è arrivato nella notte tra il giovedì e il venerdì, ed è durato cinque giorni, di cui due di perdite normali, seppur non abbondanti, e tre di ciclo/perdite. Nel frattempo, presa dal panico, ho rifatto in diversi momenti della giornata altri tests sulle urine, di marche diverse e famose, risultati tutti negativi. Il 5 maggio ho ripetuto l'esame del bhcg risultato anche questo <1. In piu la mia ginecologa mi ha prescritto gli esami della prolattina per delle perdite bianco/trasparenti dal seno: il risultato è stato 14 per valori tra 6 e 30. So che dovrei stare tranquilla ma sono una persona ansiosa, e la mia ansia è aumentata per via di sintomi ambigui come male alla schiena, gonfiore al basso ventre, qualche fitta (sporadica) al seno e stitichezza. La mia ginecologa mi ha detto che il bhcg non sbaglia MAI e che dato che il ciclo mi è venuto nei giorni previsti dovrei stare tranquilla, tanto che non ha ritenuto necessaria un'ecografia per confermare al 100% la sua diagnosi. Vorrei avere anche un vostro parere, dal momento che su questo argomento ho avuto numerosi pareri discordanti, anche se sul vostro sito ho trovato solo conferme della diagnosi della mia ginecologa. Vi ringrazio anticipatamente.

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Sono pienamente d'accordo con la Collega un dosaggio delle betaHCG taglia la testa al toro su una possibile gravidanza indesiderata .
Le cause del suo ritardo sono dovute all'azione della contraccezione post-coitale e all'aumento di livello della sua prolattina per la il suo stao ansioso.
Non si preoccupi
SALUTONI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Attivo dal 2015 al 2018
La ringrazio moltissimo, dottore, per la tempestività della Sua risposta! Ma volevo capire anche altre due cose: la mia ginecologa sostiene che la prescrizione di Lonel non sia stata corretta, in quanto (sempre secondo lei) è una delle pillole meno efficaci. Può confermare? E inoltre, cosa ne pensa dei pareri discordanti dei due medici da me consultati sulla necessità di assumere la pillola del giorno dopo? Ero veramente scoperta per la dimenticanza di una sola pillola e per di più durante la terza settimana? Grazie mille ancora!

[#3]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Sono d'accordo sulla non necessità di assumere la contraccezione d'emergenza .
Forse la Collega faceva riferimento all'immissione in commercio di una pillola contraccettiva d'emergenza più sicura come l' EllaOne e che quest'ultima non perde efficacia in caso di peso superiore ai 75Kg come dichiarato dall'AIFA per il NORLEVO e LONEL e similari.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#4] dopo  
Attivo dal 2015 al 2018
Grazie mille ancora una volta per la precisione e la tempestività della Sua risposta. Ma a questo punto non comprendo come mai la mia ginecologa mi abbia detto che la mia situazione e la mia dimenticanza in particolare erano gravi e che ero scampata di pochissimo al rischio di gravidanza. E secondo Lei l'esame della prolattina era utile ad escludere ulteriormente anche una eventuale gravidanza oppure è un esame che valuta solo la presenza di galattorrea?
Nella speranza che non accada nuovamente, cosa bisogna fare in caso di dimenticanza della pillola? Il bugiardino parla solo di assumerla non appena ci si accorge di averla dimenticata, ma cosa fare nel caso in cui venga completamente dimenticata e quindi non assunta?
La ringrazio molto Dottore!

[#5]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007