Utente 382XXX
Salve,
ho 20 anni e da due mesi ho mestruazioni lunghe (dal 19 marzo al 7 aprile e dal 5 al 16 maggio). Il primo mese ho lasciato stare, mentre il secondo mese ho prenotato una vista dalla ginecologa che ha fatto un'ecografia.
La sua diagnosi è stata quella di una cisti all'ovaio.
Durante un'altra ecografia fatta prima, però, la dottoressa mi aveva detto di aver visto un mioma bel collo dell'utero.
Premetto che durante la prima ecografia non avevo la vescica piena che forse ha impedito di vedere con precisione (almeno credo...)
Comunque il referto dell'ecografia dice:
Corpo uterino antiversoflesso, a contorni regoplari, dimensioni nella norma -longitudinalmente mm82 -antero posteriore mm35 -traverso mm45.
annesso sinistro in sede, dimensioni aumentate per la presenza di una formazione uniloculare transonica di mm31 x 28 a morfologia regolare. Annesso destro in sede nella norma per dimensioni (ovaio destro mm 32 x16 ed eco struttura.

Cosa ne pensa?
Ho voluto chiedere a lei, perché dopo i pareri discordanti della prima e della seconda ecografia fatte a 1 settimana di distanza, non so cosa pensare. È possibile fare questo errore o è strano?

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Si metta nei miei panni, senza aver visto l'ecografia, senza averla eseguita , è quasi impossibile emettere un giudizio .
C'è una bella differenza ecografica tra un mioma ed una cisti ovarica., e per questo stabilire se si tratta di un errore di interpretazione o altro
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI