Utente 385XXX
Salve,
soffro di ovaio policistico e nel marzo del 2013 ho iniziato a prendere, sotto prescrizione medica del mio ginecologo, Cerazette per via del ciclo troppo doloroso e abbondante che in 5 giorni mi rendeva davvero uno straccio... l'assenza del ciclo ha decisamente migliorato la mia vita e così è stato per un anno e mezzo fino al giorno che ho dovuto sospenderla per dolori e crampi al basso ventre.
Nel settembre 2014, infatti, dopo una visita ginecologica d'urgenza, si è riscontrato che si erano formate delle cisti di 2cm x 3cm causa dei dolori lancinanti decidendo così di sospendere l'assunzione di Cerazette per passare a Nuvaring, che tuttavia non migliorava il mio problema di ciclo abbondante e doloroso.
Dopo 10 mesi, sono tornata demoralizzata dal ginecologo che ha deciso di tornare alla minipillola dicendo che, avendo sospeso per mesi l'assunzione della pillola, le cisti che si erano formate si sono "smaltite" (se mi passa il termine) e che quindi potevo tornare alla mia adorata Cerazette.
Quando ho visto il mio medico, ero nel periodo di sospensione dall'anello.
Il giorno dopo mi sono procurata il mio nuovo blister e, sempre stesso giorno, il ciclo è arrivato (il terzo giorno dopo aver rimosso Nuvaring) così ho iniziato subito con la prima pillola.
I miei dubbi riguardanti le cisti che erano comparse a settembre 2014 dopo un anno e mezzo di assunzione Cerazette, non sono del tutto chiariti così a riguardo vorrei sapere il suo parere...
Può essere pericolosa per me questa pillola? Possono riformarsi le cisti?

Oltretutto non ricordavo, sono una sbadata cronica, che nel passaggio da un precedente metodo contraccettivo l'assunzione DEVE essere fatta lo stesso giorno di rimozione, nel mio caso, dell'anello cosa che io non ho potuto seguire alla lettera vista la visita effettuata quando ero già senza anello da due giorni... e che nel caso va utilizzato un metodo barriera per i primi 7 gg.
Tutte cose che non ho osservato, se non che il mio compagno, paranoico da sempre, è solito sempre il coito interrotto.
In breve, io non sono più tranquilla... crede ci possa essere un rischio di una gravidanza inattesa?
Chiedo scusa se non sono stata chiara e per le mille domande.

La ringrazio

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Esprimo il mio parere a proposito della minipillola CERAZETTE , cioè una pillola che contiene soltanto un progestinico , che non trovo come indicazione ideale nel caso di cisti follicolari.
Questo perchè è assente l'estrogeno come nell'anello , cerotto e pillole estroprogestiniche , quindi una pillola sbilanciata(ottima per l'allattamento e per alcune donne con alterazioni della coagulazione)
Doveva usare un contraccettivo di barriera nei primi 7 giorni.
Conviene un test di gravidanza (CAUTELATIVO)
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI