Utente 398XXX
Buongiorno,

soffro di infiammazione recidiva della ghiandola di Bartolini ormai da 2 anni. L'ho combattuta finora con Zitromax e Flaminase ma continua a presentarsi e anche se dovrei ormai essere "un'esperta" (questa è la settima volta), mi resta un dubbio da chiarire , perchè ho letto tutti gli articoli possibili e immaginabili in rete, anche in inglese ma non ho trovato nulla e la cosa inizia a preoccuparmi...
E' quasi sempre successo che nel momento in cui inizio a prendere gli antibiotici e gli antinfiammatori , per qualche giorno abbia delle perdite marroni/giallastre. Solo in concomitanza con l'assunzione di farmaci per questa ghiandola.
In altre occasioni non ho mai avuto spotting.
Possono essere due cose legate?
Tra quello che ho letto nessuno dice mai che la ghiandola può arrivare a sanguinare nel momento in cui sfiamma.

Ringrazi per la corese attenzione e porgo cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Questo mio articolo potrebbe chiarire qualcosa sulle cause:
https://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/1682-cisti-ascesso-ghiandole-bartolini.html
L'assunzione ripetuta di antibiotici altera l'ecosistema vaginale , distruggendo i lattobacilli saprofiti e di conseguenza il pH vaginale , predisponendo l'ambiente vaginale alla VAGINOSI BATTERICA a volte asintomatica , a volte con perdite maleodoranti (pesce avariato).
SALUTONI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI