Utente cancellato
Buongiorno,
Ho trent'anni e negli ultimi tre mesi mi è stato riscontrato per due volte (una a novembre e una a febbraio) un corpo luteo emorragico a carico dell'ovaio di sx, entrambe le volte mi è stato chiesto di tornare per un controllo dopo il ciclo, e in entrambe le occasioni il corpo luteo emorragico si era riassorbito con l'avvenuto ciclo. Nell'ultimo controllo il ginecologo mi avrebbe suggerito di prendere la pillola per 2/3 mesi, ma io e mio marito stiamo cercando una gravidanza da circa 8 mesi e quindi mi dispiacerebbe dover interrompere la ricerca. Il ginecologo ha detto che allora possiamo continuare la ricerca e che comunque dopo una gravidanza questi episodi dovrebbero migliorare.
Avrei due domande:
- quale può essere la causa di questi episodi, peraltro sempre a carico dello stesso ovaio? Il ginecologo mi ha detto che è semplicemente una mia caratteristica, non ci sono spiegazioni più precise in merito?
- secondo voi dovrei comunque prendere in considerazione di assumere la pillola per qualche mese? Non ho ben capito quali rischi possa comportare il corpo luteo emorragico. Mi è stato spiegato che potrebbe rompersi e provocare un'emoraggia interna e infatti mi era stato detto di recarmi subito al ps in caso di forti dolori o febbre alta. Ma, al di là di questa eventualità "acuta" che ho ben compreso, quali altri problemi potrebbero esserci? Se non avessi effettuato queste due visite, per puro caso entrambe subito dopo l'ovulazione, probabilmente non mi sarei mai accorta di questi corpi lutei emorragici, tra l'altro per curiosità ho ricontrollato i referti delle visite effettuate negli ultimi anni ed erano sempre state eseguite nel periodo pre ovulatorio, quindi nessuno si era mai accorto di questo problema.
Preciso che comunque anche nel corso dei due episodi riscontrati non ho avuto alcun fastidio o disturbo.
Mi ritrovo quindi un po' confusa sul da farsi, ovviamente non voglio rischiare problemi quindi se la pillola è l'indicazione più corretta la prenderò, ma d'altro canto mi dispiacerebbe interrompere la ricerca di una gravidanza se non ci sono reali rischi o problemi per la mia salute... Mi sembra di aver capito che questi corpi lutei emorragici potrei averceli sempre avuti senza mai essermene resa conto, per questo non so quale sia la cosa migliore da fare.
Grazie in anticipo per i vostri pareri.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prima di tutto chiariamo che il corpo luteo emorragico può presentarsi a qualsiasi età della vita riproduttiva femminile , la sintomatologia dolorosa acuta insorge tipicamente nel periodo periovulatorio e rappresenta una "emergenza ginecologica " se il sangue si versa in addome.
Far riposare l'ovaio per 2/3 mesi non facendolo ovulare con l'assunzione della pillola , è un'ottima idea.
Io valuterei una eventuale assunzione ,in periodo periovulatorio, di farmaci anticoagulanti anche banali come l'aspirina e similari.
In seguito valuterei i tempi di coagulazione.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI