Utente
Salve, nel settembre 2003, dopo forti dolori al basso ventre , faccio un eco-pelvi che nota l’aumentato volume dell’ ovaio sinistro(47.2*27.3), nel cui contesto sono presenti due formazioni rotondeggianti del diametro, rispettivamente, di 28 e 16 mm, a contenuto disomogeneo corpuscolato. Il quadro deporrebbe per una endometriosi ovarica. Mi viene prescritta la Diane. Nel gennaio 2004 l’eco-pelvi presenta in sede parauterina una formazione cistica del diametro medio di 45 mm a contenuto disomogeneo ,capasulata che non presenta nel suo interno vascolarizzazione.
A maggio 2004 la situazione, dopo controllo, è invariata e il CA125 è di 53.55.
Mi viene detto di ripresentarmi a settembre per l’intervento. Prima per motivi familiari, poi per paura e indecisione rimando tutto a data da destinarsi.
Nel giugno 2005 sospendo la Diane perché non sopporto più i dolori e il gonfiore mammario, passo un estate senza dolori, ma questo mese (febbraio) durante e dopo il ciclo i dolori si sono fatti sempre più presenti. Non so cosa fare perché nell’ospedale della mia città non fanno la laparoscopia e non so se anche andando in un centro in cui la praticano potrei farla dato che sono alta 1.70 e peso più di 100kg.
Chiedo il vostro aiuto per sapere a che medico o a quale struttura posso rivolgermi in piena tranquillità in provincia di Sassari e se la laparoscopia è indicata per un caso come il mio.
Ringrazio per l’attenzione e per le risposte che vorrete darmi . Grazie.

[#1]  
Dr. Aniello Castellano

20% attività
0% attualità
0% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
nel suo caso e' indipensabile ripetere una ecografia transvaginale, effettuare diagnosi di endometriosi ,affidandosi a un nuovo dosaggio del Ca125;
successivamente sulla base di questi dati puo' ipotizzare la possibilita' di un intervento.
Distinti saluti
DOTT. ANIELLO CASTELLANO
VIA DELL'EPOMEO 180 NAPOLI
TEL 081 7663200

[#2]  
Attivo dal 2005 al 2009
Gentile Utente10632,
prima di tutto, calma. il Ca125, che come suggerito dal Collega è da ripetere, è lievemente sopra la norma, ma ci dà tutto il tempo di muoverci per una migliore diagnosi. l'ecografia TV sarebbe meglio se eseguita con l'aggiunta di metodica Doppler, ma ciò non è discriminante. Per quanto riguarda l'intervento:
DEVE PRIMA DI TUTTO RIPROVARE A DIMINUIRE IL SUO PESO, provi con la dieta a zona, attualmente sta dando ottimi risultati, in secondo luogo la laparoscopia NON è indicata per alcune cisti: dipende dal diametro e da altri piccoli particolari. nella eventualità suggerirei, secondo il mio modesto parere, una MINILAPAROTOMIA. Può rivolgersi presso il Suo Policlinico, che a livello Nazionale è rinomato per la Ginecologia.
rimango a Sua disposizione per consigli e chiarimenti
Matteo Maria Schönauer

[#3]  
Dr. Angelo Multinu

20% attività
8% attualità
0% socialità
NUORO (NU)
SASSARI (SS)
OZIERI (SS)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2001
Sono daccordo con il dott. Castellano: la prima cosa da fare è ripetere una Ecografia ed un dosaggio del Ca125 e quindi pensare all'intervento. Per quanto concerne il tipo di intervento da fare è consigliabile, se possibile, l'intervento per via laparoscopica: il suo peso non aiuta la laparoscopia, ma, secondo me, tanto meno la minilaparotomia.
Per quanto concerne la Sua ultima domanda, cioè a chi rivolgersi in Provincia di Sassari, Le comunico che nel centro in cui io lavoro, in provincia di Sassari, si esegue la laparoscopia.
Disponibile per chiarimenti di persona, porgo cordiali saluti
Dott. Angelo Multinu

[#4]  
Dr. Mario Arca

24% attività
4% attualità
12% socialità
OLBIA (SS)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile signora,
leggendo la sua richiesta non immaginavo minimamente che fosse residente nella provincia di SS,dato che nella provincia sono presenti e operano da oltre dieci anni strutture utili al suo problema.
Purtroppo, concordando con i colleghi che hanno gia risposto alla sua richiesta,sono del parere che Lei sia affetta da ENDOMETRIOSI, che purtroppo è una malattia che può indurre INFERTILITA quando raggiunga stadi avanzati.
Pertanto, le consiglio di prendere contatti con la struttura ospedaliera più vicina alla sua residenza.
Dott. Mario Arca
Dottor Mario Arca
Ex Dirigente Medico ASSL OLBIA -TEMPIO
Studio Ostetrico Ginecologico
via Lorenzo Ghiberti n 65- 07026 olbia

[#5]  
Prof. Simone Ferrero

28% attività
8% attualità
12% socialità
ALBISOLA SUPERIORE (SV)
CAIRO MONTENOTTE (SV)
CHIAVARI (GE)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2005
Vista l’intensità della sintomatologia dolorosa, credo che una laparoscopia possa essere indicata. L’obesità può creare qualche problema in più nell’introduzione delle vie operative per eseguire la laparoscopia tuttavia questo approccio, nella mia esperienza, è il migliore per il trattamento dell’endometriosi.
Prof. Simone Ferrero
www.simoneferrero.it
www.piazzadellavittoria14.it

[#6]  
Dr. Maurizio Di Felice

28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Concordo con coloro che consigliano che vada ripetuta un'ecografia e un dosaggio del Ca 125 e l'approccio laparoscopico per il trattamento dell' endometriosi
auguri
Dr. Maurizio Di Felice